l' impressionismo di Edouard Manet

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il principale esponente del movimento impressionista fu sicuramente Edouard Manet (1832-1883), mentre gli interpreti principali furono Claude Monet, Camille Pissarro, Edgar Degas, Paul Cèzanne, Auguste Renoir, Alfred Sisley e Jean Frèdèric Bazille. Questo gruppo di artisti si formò agli inizi degli anni '60 e la loro prima mostra fu organizzata da Degas nel 1874, ma fu violentemente criticata e rifiutata dal pubblico. Con i passi che seguono andremo ad analizzare l 'impressionismo di Edouard Manet: in particolare, vedremo quelli che furono gli aspetti caratterizzanti di questo periodo e le principali opere artistiche che vennero realizzate.

25

Il realismo delle opere

Il pittore parigino Edouard Manet era nato in una famiglia borghese e benestante. Non amava esporsi alle critiche ed era un uomo molto schivo. Inoltre, aveva scandalizzato la critica e il pubblico con le sue tele in cui i principi tradizionali della pittura venivano messi in discussione. La sua opera più famosa è Le déjeuner sur l'herbe (La colazione sull'erba), in cui l'artista tende ad eliminare la prospettiva ed appiattire i volumi. Questo quadro fa riferimento al "Concerto campestre" di Giogione o Tiziano. Nella sua tela Manet fa risultare la direzione dello sguardo in basso a sinistra, dove sono posati gli abiti della donna, la frutta e altri oggetti. Questi fanno da contrappunto alle zone scure, preparando così l'occhio a percepire la profondità dello spazio attraverso contrappunti cromatici. Il motivo delle critiche sta essenzialmente nel crudo realismo con la quale egli fa risaltare una donna svestita con uomini in abiti borghesi e i valori sociali che vengono capovolti.

35

Il movimento dell'impressionismo

Il movimento dell'Impressionismo nacque in Francia nel 1867 nel momento in cui alcuni artisti cominciarono a sperimentare una nuova pittura naturalistica. Coloro che intraprendevano questa nuova arte venivano chiamati pittori impressionisti. Quello che caratterizzava però i pittori impressionisti è che loro, osservando la natura, cercavano di coglierne la prima impressione visiva, senza soffermarsi sui diversi particolari che la caratterizzavano. Per questo motivo scelsero di lavorare all'aperto con la luce naturale del giorno studiando le leggi dell'ottica e i fenomeni della luce. Nei quadri venivano rappresentati dei paesaggi naturali e delle scene di vita quotidiana nelle grandi città. Purtroppo l'artista, in seguito a una terribile agonia, il 30 aprile del 1883 morì all'età di quarant'anni per reumatismi e sifilide.

Continua la lettura
45

Le opere dell'artista

Tra le opere principali di questo grande artista ricordiamo: Olympia (1863), Il pifferaio (1866), Ragazzo che soffia bolle di sapone (1867), Il balcone (1868), La ferrovia (1872-1873), Ballo mascherato all'opèra (1873), Il bar delle Folies-Bergère (1881-1882) e tante altre ancora. Ogni opera esprime al meglio tutti gli aspetti di questo movimento, rendendo ogni quadro unico.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Giuseppe De Nittis: biografia e opere

All'interno di questa guida ci soffermeremo sulla spiegazione della biografia e delle opere di Giuseppe de Nittis, un pittore di origini italiane appartenente alla corrente compresa tra i periodi del Verismo e dell'Impressionismo italiano; periodi storici...
Mostre e Musei

Guida al Museo d'Orsay

La Francia rappresenta senza dubbio uno dei luoghi più belli e ricchi di cultura e storia che ci sono al mondo. Essa infatti è costituita da numerose città che ne manifestano l'indubbia bellezza. Tra queste quella più conosciuta è senz'altro la capitale...
Arti Visive

Le caratteristiche principali dell'impressionismo

Quando si sente parlare di Impressionismo si sta facendo riferimento ad una corrente artistica nata in Francia, a Parigi, nella seconda metà dell'Ottocento, precisamente tra il 1860 e il 1870. È un movimento che ha avuto origine grazie ad un gruppo...
Arti Visive

Arte moderna: storia, stile e maggiori esponenti

La storia dell'arte moderna rappresenta nel complesso, un movimento artistico compreso tra la seconda metà del milleottocento e la seconda metà del millenovecento, frutto di profonde trasformazioni. I precursori di tale movimento, nonché i maggiori...
Mostre e Musei

Come visitare la Galleria austriaca Belvedere di Vienna

L'Austria è una nazione piena di bellezze naturali e artistiche, con palazzi reali dal valore inestimabile e di grande fascino. Chi di noi non ha mai sentito parlare dell'Imperatrice Sissi? Credo nessuno e come ben saprete l'Austria è stata la sua seconda...
Mostre e Musei

Edgar Degas: ballerine

Pittore e scultore francese, Edgar Degas (1834-1917) è considerato uno dei maggiori rappresentanti dell'impressionismo per merito della sua composizione innovativa e la sua analisi prospettiva del movimento. Egli è stato anche uno degli organizzatori...
Arti Visive

Monet e l'impressionismo francese

L'impressionismo Francese è stato uno dei movimenti artistici più amati e apprezzati. Il maggior esponente dell'impressionismo è ed'è stato Claude Monet. Ossimori colorati con la luce ''en plein air''; Un pennello mosso da polpastrelli aulici e intenzioni...
Arti Visive

Autori e opere del Post Impressionismo

Agli inizi del 1900 vengono apportate delle modifiche alla corrente artistica dell'impressionismo con il quale gli autori francesi soprattutto si erano espressi finalmente rivelando anche il pensiero soggettivo attraverso i propri quadri. La svolta riguarda...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.