La respirazione nel canto lirico

di Marcella Fornara tramite: O2O difficoltà: media

Il canto è una delle forme espressive più belle ed istintive dell’uomo, utilizzato sin dagli albori della storia umana come strumento universale di comunicazione e di manifestazione artistica. Attraverso l’utilizzo melodico della propria voce si può deliziare la propria anima e quella degli altri. Tuttavia, per eccellere in quest'arte, non è sufficiente essere intonati ma occorre tecnica, dedizione ed esercitazione costante. In questo senso il canto lirico rappresenta la base classica, la disciplina che per prima ha codificato le regole e le tecniche del canto. Pertanto in questa breve guida andremo a descrivere brevemente uno dei pilastri del canto lirico: la respirazione.

1 Il canto lirico La lirica è la forma di canto che più si avvicina alla perfezione, consentendo performance eccellenti, durevoli e in assenza di sforzo per le corde vocali e la gola. Tuttavia per riuscire a praticarla correttamente e raggiungere tali obiettivi è necessario imparare a gestire correttamente l’aria incamerata, dosando inspirazione ed espirazione sia nelle note alte che nelle note basse della propria estensione (da sottolineare che l’esecuzione di un nota grave richiede più aria di quella di una nota acuta!). A tal fine descriveremo la tecnica di respirazione del canto lirico che, oltre a consentire il raggiungimento delle note estreme del proprio registro vocale e la resistenza nella performance, consentirà in generale di migliorare il tono e la corposità canora.

2 La postura Partiamo col dire che la postura è un elemento fondamentale della tecnica di respirazione, soprattutto nelle fasi di apprendimento e nell’esercitazione. In poche parole la posizione deve essere eretta, in modo che l’addome possa assumere funzione attiva e sostenere saldamente il diaframma, e metterci in una condizione di sicurezza e tranquillità. Nella posizione corretta dovremmo sentirci ben saldi sulla base, morbidi e rilassati sulla parte superiore del corpo, in modo da consentire all’aria di passare in modo fluido nelle corde vocali senza subire l’influenza di contratture o rigidità muscolari. Più i dettaglio per aver una posizione corretta dovremmo: tenere le gambe leggermente divaricate e flesse sulle ginocchia, al fine di avere una base stabile e ben salda; mantenere il peso equilibrato, in modo da mantenere il corpo morbido e rilassato, evitando in particolare di sbilanciare il peso all’indietro.

Continua la lettura

3 La respirazione e l'emissione del suono L’inspirazione e l’espirazione ricoprono nella tecnica del canto lirico la medesima importanza: la corretta impostazione di queste due fasi della respirazione ci consente di dosare consapevolmente il flusso d’aria tra le corde vocali, valorizzandone il registro e dando al nostro timbro vocale maggiore pienezza e fluidità.  Vediamole nel dettaglio:- fase di inspirazione: immettiamo una grande quantità di aria adottando una respirazione “di pancia” (come quella naturale dei neonati, per intenderci) e facendo attenzione a non utilizzare il torace: in questo modo l’aria viene convogliata anche nella parte bassa dei polmoni, inducendo un abbassamento del diaframma; nella respirazione corretta l’addome si gonfia mentre il torace rimane immobile;
- fase di espirazione ed emissione del suono: emettiamo l’aria con regolarità e produciamo un suono costante (pronunciando ad esempio una vocale), inizialmente utilizzando una nota centrale e non impegnativa del nostro registro vocale; durante l’emissione dell’aria e del suono cerchiamo di mantenere un’adeguata pressione sul diaframma, immaginando di spingerlo verso il basso man mano che i polmoni si svuotano.  Approfondimento Esercizi per imparare a cantare (clicca qui) Dopo aver padroneggiato la tecnica proviamo ad emettere note più estreme del nostro registro vocale (note alte e note gravi), cercando sempre di mantenere morbidezza nell’emissione dell’aria e del suono e mantenendo una respirazione bassa.

La respirazione naturale adottata nel canto lirico, oltre ad essere una condizione necessaria per l’apprendimento di tale disciplina artistica, costituisce anche strumento di benessere fisico, grazie agli esercizi di rilassamento della parte superiore del corpo che impone.

Come controllare il diaframma mentre si canta Il canto è una delle tante forme di espressione che l ... continua » Tecniche di canto lirico Per chi è appassionato di musica lirica ed ama cimentarsi in ... continua » 5 esercizi per un tenore Il tenore in ambito musicale è la più alta delle voci ... continua » 10 esercizi vocali di canto Si ritiene spesso che il canto sia un talento, un dono ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come respirare nel canto

La respirazione ci permette di affrontare tante difficoltà e sforzi fisici aiutandoci a superare tutto nella maniera migliore. Quando corriamo, facciamo sport o solleviamo pesi ... continua »

I registri vocali

La voce umana è il suono prodotto dalla vibrazione delle corde vocali nella laringe. Questi organi, che variano da persona a persona, si aprono e ... continua »

Il fraseggio nel canto

Il fraseggio nel canto riveste un ruolo di fondamentale importanza. Esso, si ottiene avvalendosi di una tecnica corretta e molto esercizio. Tale tecnica, prende il ... continua »

5 esercizi per un soprano

Si sa a tutti piace cantare. Questa attività si configura come un vero e proprio strumento musicale, che accompagna da sempre gran parte delle nostre ... continua »

Riscaldamento vocale

Per gli appassionati del canto è necessario sapere che prima di iniziare a cantare è buona norma iniziare con un riscaldamento vocale per trovare la ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.