La scapigliatura in Italia

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quello della Scapigliatura è stato un importante e celebre movimento letterario, artistico, culturale ed ideologico, che si è sviluppato nel Nord Italia durante l'Ottocento, nella seconda metà del secolo, partendo dalle grandi città come Milano per poi espandersi in tutta la nazione. Il suo nome deriva da una interpretazione della parola francese "bohème", o "bohemien", indicante lo stile "zingaresco", libero e contro gli schemi degli artisti parigini, andando a contrastare la vita borghese e conformista dell'epoca. Vediamo insieme come si è sviluppata la Scapigliatura in Italia.

24

Tra i punti fondamentali del manifesto della Scapigliatura vi era quello della ribellione al conformismo della borghesia italiana e della sua cultura ottocentesca, protestando contro il romanticismo letterario e la cultura del risorgimento allo scopo di ricostruire, letterariamente ed artisticamente, oltre che ideologicamente, una realtà nuova per una società moderna, con una particolare attenzione alla psicologia umana ed ai suoi lati più oscuri. La poesia della Scapigliatura affrontava così tematiche come l'animo dell'uomo, la malattia fisica e psichica dell'umanità e della società, contrastandone il "male" del suo conformismo e della sua ipocrisia.

34

Il "padre" della Scapigliatura italiana è stato Giuseppe Rovani, scrittore milanese ottocentesco che fondò un gruppo di artisti e letterati attratti dalla spiritualità e dalla libertà delle sue idee nuove e spregiudicate, e manifestandole attraverso letteratura, arte plastica, poesia, musica e psicologia.

Continua la lettura
44

Gli esponenti più importanti della Scapigliatura italiana, oltre ad essere artisti, erano soprattutto poeti e scrittori, vivevano per scelta in condizioni precarie e per niente stabili, vagando senza meta e senza fissa dimora, come i veri bohemien parigini che sceglievano di vivere nelle soffitte, bevendo e scrivendo per amore dell'arte e della letteratura. Tale comportamento era semplicemente dettato dal loro sentirsi distanti dalla società nella quale vivevano e della quale non sentivano di fare parte, né lo desideravano poiché non ne condividevano i principi, le regole e la cultura dominante. Era per questo motivo che si interessavano agli aspetti più oscuri e "malati" della società, preferendo l'orrido, il grottesco, il malsano, proprio per mettere in luce il buio di quegli anni, le contraddizioni dell'epoca ed il loro disprezzo per la cultura borghese senz'anima che non apprezzava la letteratura né la poesia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Guida a "I fiori del male" di Baudelaire

"I Fiori del male" o meglio "Les fleurs du mal" è uno dei capolavori di Charles Baudelaire. L'autore era nato a Parigi nel 1821. La sua adolescenza fu triste e malinconica tanto che l'unico suo conforto fu la poesia. I genitori, che erano contrari che...
Arti Visive

I maggiori esponenti del simbolismo

Il simbolismo è un movimento culturale che si diffuse nel diciannovesimo secolo a partire dalla Francia anche se con il tempo e con lo sforzo di svariati intellettuali ha raggiunto altri Stati. Principalmente il simbolismo colpì campi come la letteratura,...
Letteratura

I maggiori poeti ermetici italiani

L'ermetismo si riferisce ad Ermete Trismegisto, presunto autore di dottrine mistiche composte nella tradizione neoplatonica. L'ermetismo influì molto nel Rinascimento, dopo la traduzione dei testi neoplatonici di Marsilio Ficino. All'interno del '900...
Letteratura

Letteratura: Baudelaire

Charles Pierre Baudelaire è stato un poeta e scrittore, considerato tra gli iniziatori e personaggio chiave di una delle più importanti correnti poetiche del XIX secolo che trova nel Simbolismo la sua massima espressione. Tra i classici della letteratura...
Letteratura

I migliori romanzi distopici della letteratura

Dicasi "distopica" una realtà fittizia ed immaginaria in cui nessuno vorrebbe mai vivere. Il termine contrario alla distopia è l'utopia, concetto opposto che indica una realtà ideale di cui ognuno di noi vorrebbe far parte. Società distopiche ed utopiche...
Letteratura

Victor Hugo: vita e opere

All'interno di questa guida, andremo ad occuparci di letteratura. Nello specifico, in questo caso, presteremo attenzione a Victor Hugo. Cercheremo di ripercorrere le sue esperienze di vita con una biografia temporale, legandola alle sue opere principali....
Letteratura

La poetica di Wislawa Szymborska

Wislawa Szymborska è il nome di una poetessa e saggista proveniente dalla Polonia, il cui lavoro l'ha condotta a ricevere il premio Nobel per la letteratura (1926): venuta al mondo nell'anno 1923, essa è scomparsa nel Febbraio del 2012 a Cracovia, ovvero...
Arti Visive

Futurismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il futurismo rappresenta uno dei movimenti più importanti e influenti dell'Italia del XIX secolo. Il fenomeno del futurismo non deve essere visto solo come un movimento letterario, ma come qualcosa di più grande che andò a modificare le più comuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.