Maestro del San Francesco Bardi: biografia e dipinti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Maestro del San Francesco Bardi si identifica nella persona Coppo di Marcovaldo, ovvero un pittore nato a Firenze nell'anno 1225 e deceduto a Siena nel 1276, che venne ritenuto come il più autorevole artista presente nel meraviglio Capoluogo della Toscana (addirittura prima del grandissimo artista italiano Cimabue). Le citazioni bibliografiche che riportano delle notizie sulla biografia di questo maestro duecentesco che operò prevalentemente nella Regione Toscana sono veramente poche. Nella seguente breve e semplice guida, quindi, vi ricostruirò velocemente la biografia del fiorentino Coppo di Marcovaldo, analizzando e collocando geograficamente i suoi dipinti maggiormente rilevanti!!!

27

Durante la battaglia di Montaperti avvenuta a Siena nel 1260, il Maestro del San Francesco Bardi venne catturato dai senesi ed obbligato a dipingere una tavola per potersi liberare dalla prigionia. Pertanto, Coppo di Marcovaldo dipinse la cosiddetta Madonna del Bordone (1261), che rappresenta una Madonna con in braccio un Bambino ed è conservata nella Basilica di San Clemente in Santa Maria dei Servi.

37

Negli anni di permanenza nella splendida città di Siena, il Maestro del San Francesco Bardi realizzò su una tavola anche il Crocifisso di San Gimignano (1264). Attualmente, questo meraviglioso dipinto di Coppo di Marcovaldo viene conservato nel bellissimo Museo Civico presente all'interno del Palazzo Nuovo del Podestà, situato nel Comune di San Gimignano.

Continua la lettura
47

Nell'anno 1265, il Maestro del San Francesco Bardi realizzò gli affreschi della Cappella di San Jacopo presente nel Duomo di Pistoia, ma vennero distrutti nella demolizione del 1786. In questo contesto, egli operò insieme a suo figlio Salerno Coppo, realizzando una rappresentazione della Madonna, l'attuale Crocifisso di San Zeno (1274), un San Giovanni ed un San Michele: quest'ultimi due capolavori, però, sono andati dispersi.

57

Attualmente, esistono delle opere la cui attribuzione non è ancora completamente definita, tra cui:
- una tavola collocata presso il Museo di San Casciano a Val di Pesa, che raffigura San Michele Arcangelo e le proprie storie (1250-1260);
- una Madonna con un Bambino, conservata nella Chiesa di Santa Maria dei Servi ad Orvieto;
- un volto di Cristo appartenente ad una collezione privata, situato nella città di Pesaro.

67

Dal 1260 al 1270, Coppo di Marcovaldo fu attivo a Firenze, dove realizzò tre opere meravigliose:
- un reliquiario con raffigurazione di una Madonna con un Bambino, per la Chiesa di Santa Maria Maggiore;
- la decorazione musiva del Battistero fiorentino con scene ispirate al Giudizio Universale e all'inferno;
- l'innovativa tavola veneratissima di San Francesco Bardi (custodita nella Chiesa di Santa Croce), dove accantona il suo ritratto di guaritore e preferisce un Santo con le proprie stimmate rappresentato in scene tratte dalla sua vita assieme ai propri confratelli.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Bernardo Daddi: biografia e opere

Il pittore toscano Bernardo Daddi nacque a Firenze nel 1290 e trovò la morte nel 1348 sempre nella città fiorentina, per colpa della peste. A livello artistico egli si formò alla bottega del grande maestro Giotto, insieme ad ulteriori pittori italiani...
Arti Visive

Maestro d'Isacco: biografia e dipinti

Il Maestro d'Isacco è un pittore sconosciuto, identificato con questo nome per aver realizzato delle decorazioni nella Basilica di S. Francesco, ad Assisi. Raffigurano alcune scene della vita di Isacco. Pittore importantissimo del periodo di fine Duecento...
Arti Visive

Maestro della Maddalena: biografia e dipinti

Il Maestro della Maddalena è un anonimo pittore fiorentino della seconda metà del '200. Nasce nel 1265 e si spegne intorno al 1290. La biografia dell'artista è quasi del tutto assente. Le poche notizie sono incerte. Quelle che ricostruiscono la sua...
Arti Visive

Margaritone d'Arezzo: biografia e dipinti

Margaritone d'Arezzo, nasce nel 1240 e muore nel 1290 all'età di cinquanta anni. Fu un personaggio illustre e attivo della pittura italiana divenendo uno dei maggiori esponenti del periodo. Le sue opere, furono ritrovate per la maggior parte ad Arezzo...
Arti Visive

Bonaventura Berlinghieri: dipinti e biografia

Bonaventura Berlinghieri è stato un pittore italiano. La sua biografia è quasi sconosciuta. Insieme al padre, è ricordato, per i suoi dipinti, come uno degli artisti di spicco della scuola pittorica lucchese del XIII secolo. Tra l' XI e il XIII secolo...
Arti Visive

Maestro di Varlungo: biografia e dipinti

Ci sarà sicuramente capitato, sopratutto se siamo degli amanti dell'arte, di voler cercare ulteriori informazioni sulla vita e le opere di alcuni particolari artisti che più ci piacciono. Con l'utilizzo di internet, reperire tutte le informazioni che...
Arti Visive

Cimabue: biografia e dipinti

Cenni di Pepo, sicuramente più conosciuto con lo pseudonimo Giovanni Cimabue, è nato a Firenze attorno al 1240 ed è morto a Pisa nel 1302. Il pittore si è collocato in una scia artistica legata ancora al classicismo bizantino, pur elaborando un proprio...
Arti Visive

Filippo Rusuti: biografia e dipinti

Il pittore italiano Filippo Rusuti, esponente della Scuola Romana attiva alla fine del XIII secolo, visse tra il 1255 e il 1325 e operò principalmente a Roma e a Napoli. Artista versatile, fu allievo e compagno di Jacopo Torriti e Pietro Cavallini, anch’essi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.