Pedagogia: il metodo Orff

di Roberto Campagna tramite: O2O difficoltà: facile

Il metodo Orff, detto anche metodo Orff-Schulwerk, è uno speciale metodo pratico di insegnamento della musica. "Orff" fu estratto proprio dal suo cognome, ovvero, Carl Orff. Egli fu un rinomato compositore tedesco del Novecento che fondò una importante scuola per l'insegnamento delle arti musicali. Questo metodo è rivolto principalmente ad un pubblico molto giovane in fase di formazione scolastica, cioè ai bambini. L'obiettivo del metodo Orff, non è solo quello di far apprendere ed avviare i bambini alla musica, ma anche, e soprattutto, quello di integrare musica e corpo, così da produrre un vero e proprio collegamento musicale.
Questa guida renderà limpido alcuni speciali appunti di Pedagogia: il metodo Orff.
Buona lettura.

1 Il metodo Orff in realtà non viene rappresentato esattamente come un vero e proprio metodo di insegnamento. Al contrario, il metodo Orff è particolarmente aperto e moderno, decisamente sperimentale, e costituisce piuttosto una metodologia didattica, o meglio, una scuola di pensiero della Pedagogia. Infatti, mentre un sistema è rappresentato da una linea ordinata e disciplinata rivolta all'esercizio per ottenere obiettivi ben definiti, il metodo Orff inteso come scuola di pensiero, si mostra molto più aperto e libero ed offre uno spazio molto ampio all'insegna dell' espressione singolare e personale degli allievi, così anche agli obiettivi dell'insegnante che possono modificarsi e trasformarsi in nuovi obiettivi in corso d'opera.

2 Nonostante la particolare varietà del metodo Orff a nuovi percorsi e nuovi obiettivi, questa speciale scuola di pensiero della Pedagogia mette in primo piano un obiettivo principale che fa da guida all'insegnamento, cioè: fare in modo che alla base del percorso di formazione vi sia proprio l'allievo, il bambino, e non l'insegnante. Ciò significa che le informazioni non vanno imposte dall'alto all'interno di una relazione squilibrata e teorica. Al contrario, l'esperienza dell' allievo deve essere pratica, concreta e sempre guidata dal suo metodo di espressione ed interpretazione della realtà dalla quale sta assimilando.
Pertanto, la conoscenza non è solo un sapere, ma anche e soprattutto un saper fare ed un saper vivere attraverso la propria personale esperienza.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Grazie al metodo Orff, infine, il giovane allievo si approssima al mondo dell'arte musicale con le proprie mani ed il proprio corpo, ed accanto alla conoscenza ed alla formazione teorica ed astratta si accompagna, parallelamente e con vigore, l'esperienza pratica della musica attraverso il corpo, le arti motorie, la sincronizzazione fisica, l'esercizio e la genialità immaginaria.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://www.feleasy.it/la-metodologia-musicale-carl-orff-e-i-suoi-benefici/

Come scegliere un corso di musica La musica è una delle arti che ci accompagna durante tutto ... continua » Come insegnare il solfeggio ai bambini La musica, come il canto, sono arti che vanno praticate da ... continua » Come gestire una scuola di danza Chi pratica danza sa benissimo che "la danza è sacrificio". Si ... continua » Come gestire una scuola di danza Chi pratica danza lo sa: "La danza è sacrificio". Si inizia ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come scrivere in modo creativo

È possibile parlare di scrittura creativa quando si scavalcano i confini della scrittura tecnica, giornalistica ed accademica, cimentandosi in generi come la fiaba, il racconto ... continua »

I capolavori di Giotto

Giotto di Bondone è uno dei massimi rappresentanti della pittura medievale italiana e i suoi capolavori sono di fama mondiale. Pittore e architetto, nacque a ... continua »

Come fondare una band

La musica ha un forte ascendente sulla vita di ciascuno di noi. Migliora l'umore, trasformando le giornate uggiose in solari. Rilassa ed è di ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.