Puccini e la Turandot

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Nato a Lucca il 22 dicembre 1858, Giacomo Puccini è stato uno dei più grandi compositori italiani che alla sua morte, avvenuta il 29 dicembre 1924, non riuscirà purtroppo a portare a termine la sua ultima grande opera, La Turandot.
La trama dell'opera è ispirata a una fiaba teatrale di Carlo Gozzi, la cui prima rappresentazione risaliva al 1762. Turandot, infatti, è la prima opera di ambientazione fantastica del compositore. La storia è permeata dal carattere esoterico, tema dominante e parte integrante del dramma e della sua azione: l'opera è piena di rifermenti ad apparizioni, fantasmi, voci o suoni provenienti da una dimensione fuori la scena.
Ecco una guida completa su Puccini e la Turandot.

24

Il primo atto

La storia è ambientata a Pechino. NeI primo atto, è annunciato un editto pubblico: la principessa Turandot, la figlia dell'Imperatore, avrebbe sposato colui che, tra i pretendenti, sarebbe riuscito a risolvere tre indovinelli proposti dalla principessa stessa. Chi non riusciva nell'intento, però, sarebbe stato decapitato, come accadrà al principe di Persia, ultimo di molti sfortunati.

34

Il secondo atto

Il secondo atto, è ambientato di notte. L' imperatore tenta di dissuadere il principe Calaf dall'intento ma invano. La prova ha dunque inizio. Entra in scena la bella Turandot che dà finalmente una spiegazione sul quel suo efferato comportamento: anni prima il regno era caduto in mani ai tartari e per questo una sua antenata era andata in sposa a uno straniero. Turandot giurò a se stessa che non si sarebbe mai sposata il rito dei tre enigmi era nato proprio perché, secondo la principessa, era impossibile da risolvere. Calaf, tuttavia, riesce a risolvere tutti gli enigmi con grande stupore di Turandot che terrorizzata al pensiero di dover andare in sposa a Calaf, si getta ai piedi del padre supplicandolo di non volerlo sposare.

Continua la lettura
44

Il terzo e ulimo atto

Liù, viene torturata della principessa Turandot senza pietà, ma la ragazza non cede. Quando la principessa le chiede come riesca a sopportare tutto quel dolore la schiava risponde che è possibile grazie all'Amore. Liù, consapevole di star sul punto di cedere, strappa un fermaglio appuntito dai capelli di Turandot e si trafigge, morendo. Calaf, giunto in quel momento prende tra le braccia la principessa e la bacia. Turandot, alla fine cede all'amore, ma supplica il principe di non umiliare il suo orgoglio. Calaf allora le rivela il suo nome, e così le ridà la libertà dal giuramento del matrimonio, e le dà possibilità di scegliere.
L'atto si conclude con la dichiarazione al popolo da parte della principessa che informa di aver scoperto il nome del suo principe: Amore.
Questa storia, molto coinvolgente si conclude inaspettatamente con un lieto fine.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Guida alla musica classica italiana

La musica classica è definita come quello stile di musica che si sviluppa in un periodo ampissimo, che va dal 1200 fino ai primi anni del 1900. L'aggettivo "classica" sta ad indicare la considerazione che si ha di questo stile, stile che è preso come...
Musica

Biografia di Maria Callas

,Biografia di Maria Callas nota al pubblico come Maria Callas, è nata a New York nel 1923 ed è stata il più grande soprano che la storia del bel canto abbia conosciuto, meritatamente soprannominata "la diva" o "la divina" grazie alla sua voce potente...
Recitazione

I teatri più famosi d'Italia

I teatri sono dei particolarissimi edifici, all'interno dei quali vengono messe in scena delle rappresentazioni teatrali di prose ed altri tipi di spettacoli che riguardano varie forme artistiche come la danza, la musica, la poesia, ecc.Tuttavia anche...
Letteratura

Guida sulla biografia dell'Imperatrice Sissi

Parlando di Austria e di Impero austro-ungarico ci viene subito in mente la più celebre delle principesse, divenuta una delle principesse più famose della storia, anche grazie ai celebri film Anni Cinquanta del regista Ernst Marischka ovvero l'affascinante...
Musica

I registri vocali

La voce umana è il suono prodotto dalla vibrazione delle corde vocali nella laringe. Questi organi, che variano da persona a persona, si aprono e si chiudono al passaggio dell’aria emessa dai polmoni. Il suono trova risonanza nelle cavità del corpo...
Musica

Breve storia della musica lirica

La musica lirica è una forma d'arte in cui cantanti e musicisti eseguono le loro opere basandosi su storie drammatiche, combinando testo e partitura musicale. La lirica incorpora molti degli elementi della parlata del teatro, come la recitazione, la...
Mostre e Musei

Geisha: tradizione e leggenda

In questa seguente guida composta da tre semplici passi vi illustrerò passo dopo passo come si svolge da sempre la tradizione e le numerose leggende sulle geishe giapponesi. Nei primi passi vi informerò sulla loro antichissima tradizione mentre negli...
Musica

Storia della musica italiana

La cultura italiana è sempre stata particolarmente fiorente. Non fa eccezione la musica che, nel corso dei secoli, ha conosciuto uno sviluppo costante e significativo tanto da lasciare un segno tangibile all'interno della cultura mondiale. Di seguito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.