Realizzare la versione acustica di una canzone

di Francesca Dalfino tramite: O2O difficoltà: media

La musica, sistema importante per la realizzazione di un verso, una canzone, sentiamo parlare di stesura di un brano musicale, così detta "unplugged, termini che solo la conoscenza di base della teoria musicale ci può far conoscere. In questa guida vedremo come realizzare la versione acustica di una canzone, la creatività è fondamentale per ottenere una musica accompagnata da parole "armoniosa è soddisfacente", conosceremo gli aspetti fondamentali, cercando in modo semplice di comprendere tale realizzazione.

Assicurati di avere a portata di mano: la chitarra

1 Conoscenza della musica Entriamo nel mondo della musica in punta di piedi, la relativa conoscenza ci può portare a offendere chi ha studiato per noi offrendoci canzoni ad alto livello, andiamo avanti, la prima cosa da considerare quando si procede alla rielaborazione acustica è il numero di strumenti musicali che abbiamo a disposizione, da evitare gli strumenti elettrici, (in quanto non aiutano all'ascolto limpido del brano), l'inserimento di altri strumenti è fondamentale ma bisogna sempre fare attenzione nell'inserimento di batteria o archi e a fiato, in quanto questi possiamo inserirli per una nostra creazione dando un tocco inconfondibile di note.

2 Avere orecchio nell'ascolto del ritmo Non tutti sanno che la componente della musica è il ritmo e questo è la base per ottenere un brano musicale, è uno degli elementi sui quali si gioca la resa sonora che contraddistingue la stesura, insomma si parte sempre dal piccolo per ottenere il grande. Una delle tecniche maggiormente utilizzate ma anche più efficaci è quella della chitarra, mediante la quale è possibile con l'abilità della mano destra, stoppare le corde avendo contemporaneamente il plettro e pizzicando le corde, a differenza della sinistra che solitamente esegue gli accordi, il coordinamento delle due ci porta a ottenere il ritmo desiderato.

Continua la lettura

3 Conoscenze tecniche e di base Abbiamo sempre ripetuto che lo studio è fondamentale, utile per conoscere le note, il ritmo e perché no la storia e lo spirito di ogni strumento, la creatività farà da collante alla realizzazione, un ulteriore importanza dobbiamo alla pennata, grazie a questa la percussione delle corde mediante il plettro da possibilità di accentuare i passaggi chiave di un brano, insistere lì dove la musica inizia ad aprirsi, come nel ritornello, un arpeggio andrebbe bene quando la composizione entra nelle sue battute finali, la creatività e fantasia sono elementi da non sottovalutare.  Dimenticavo un plettro particolarmente robusto vi garantirà un maggior controllo dell' esecuzione degli assoli, eccessivamente morbido potrebbe rendere poco incisive le sezioni soliste, riconoscere anche questo possiamo dire andate avanti..

Non dimenticare mai: É consigliabile uno studio quantomeno basilare della tecnica musicale Esercitate l'orecchio, imparate a cogliere i particolari Trovate la vostra personalità musicale: suonate, suonate, suonate

Come scegliere la prima chitarra da acquistare La chitarra è uno fra gli strumenti musicali più gettonati, specialmente ... continua » Come tenere il ritmo con la chitarra La dote principale che qualsiasi musicista deve avere è sicuramente il ... continua » Come utilizzare il capotasto In Una Chitarra Le chitarre sono dei componenti essenziali della musica italiana; queste possono ... continua » Come suonare la chitarra classica e acustica Suonare è una delle forme d'arti più belle che l ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come fare street music

"La musica di strada", è il ritornello, oltre il titolo della famosa canzone del 1989 dei Lijao, nasce nei sobborghi di New York, tra la ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.