Solfeggio ritmico: come migliorare

di Ciao Ciao tramite: O2O difficoltà: media

L'ora di musica si incontra inizialmente alle scuole elementari. Naturalmente continua anche alle scuole medie, ma purtroppo si interrompe per molti studenti alle scuole superiori. Non si sa quale sia veramente il motivo. Infatti molte persone credono che l'ora di musica debba essere reintrodotta nel sistema scolastico. A parte queste considerazioni sulle mancanze della scuola italiana, ciò che ci interessa maggiormente è di darvi dei consigli su come migliorare nella pratica del solfeggio ritmico.

Assicurati di avere a portata di mano: Pentagramma Strumento musicale

1 Innanzitutto dovete acquistare un quaderno specifico di musica che contiene il pentagramma. Come dice la parola il pentagramma è composto da una serie di cinque linee in cui vengono posizionate le note. Dopo aver fatto ciò è necessario studiare il significato e naturalmente quanto tempo "dura" una nota. Esistono quattro tipi di note principali: semibreve (4/4), minima (2/4), semiminima (1/4) e la croma (1/4). Ma esiste anche la biscroma (1/16). Quindi sicuramente sapete che vi sono sette note: Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si.

2 Quindi dobbiamo stabilire in che chiave leggere il pentagramma. Noi iniziamo a solfeggiare con la chiave di Sol o di violino. A questo punto vi consigliamo di scrivere tutta la scala musicale prima considerando tutte le note come semibrevi, poi minime, semiminime e così via. Dopo aver fatto ciò scrivete delle note a vostro piacere di diversa durata e comunque ripetete più volte le stesse note e poi modifica le a tuo piacimento. Se per esempio state svolgendo questa operazione da molto tempo potete anche iniziare a solfeggiare lentamente degli spartiti un po' più difficili ed impegnativi.

Continua la lettura

3 Dopo aver seguito i primi due passi, potete iniziare a praticare il vero solfeggio ritmico.  Questo esercizio è leggermente più complicato perché nel pronunciare le note e il loro valore bisogna anche tener conto del tempo e del ritmo che è indicato dopo la nota di violino sullo spartito Approfondimento Come preparare l'esame di teoria e solfeggio in conservatorio (clicca qui) Il ritmo da seguire potrebbe essere Lento, Allegro, Veloce, Andante ecc.  Dopo esservi esercitati per alcuni giorni in questo modo vi consigliamo di prendere delle lezioni private di musica, magari da un professore che abbia conseguito il diploma del Conservatorio.  Se invece non volete spendere molti soldi potete farvi aiutare da qualche vostro amico che studia musica.  Un'altra opzione sarebbe quella di seguire i tutorial o i video presenti sul web.  Un altro consiglio è di imparare a suonare uno strumento in modo da migliorare sia il solfeggio sia la lettura veloce delle note e della musica in generale.

Non dimenticare mai: Solfeggiate lentamente e stando attenti alle note e al loro valore Alcuni link che potrebbero esserti utili: Come iniziare a studiare uno strumento musicale

Come insegnare il solfeggio ai bambini La musica, come il canto, sono arti che vanno praticate da ... continua » Come Solfeggiare Quando si parla di solfeggio, si intende la suddivisione del tempo ... continua » Come Padroneggiare Il Ritmo Musicale Nel Pentagramma La comprensione del ritmo musicale nel pentagramma è di fondamentale importanza ... continua » Solfeggio cantato: come affrontarlo Per lo studente di conservatorio, l’esame di solfeggio cantato è ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come suonare il Bongo

Il bongo è uno strumento musicale a percussione. A grandi linee è formato da un risuonatore in legno ricoperto da una membrana sintetica. Negli strumenti ... continua »

Come suonare l'organo

Suonare è una delle arti più belle che l'uomo abbia inventato. Grazie ai suoni che gli strumenti emettono e alle note che gli musicista ... continua »

Come suonare il trombone

Le potenzialità del trombone nel campo della musica sono veramente impressionanti; esso infatti è uno strumento fra i più versatili. Conosciuto sin dal quindicesimo secolo ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.