Come imparare suonare la tastiera

di Rita Malizia tramite: O2O difficoltà: media

Saper suonare il piano sicuramente è una cosa che affascina molti di noi; come molti altri strumenti che permettono di poter eseguire autonomamente sia la parte armonica, che la parte melodica (separatamente o insieme), la tastiera può essere suonata sia come "strumento solista" (cioè senza l'ausilio di altri strumenti) e sia insieme ad altri in un'orchestra od in un complesso; contribuisce in questo caso all'accompagnamento di una melodia cantata o all'accompagnamento di una melodia suonata. Nei passi della guida a seguire sarà illustrato come imparare a suonare una tastiera correttamente.

1 Nel caso in cui per l'accompagnamento non vi avvaliate della collaborazione di altri strumentisti, dovete scegliere l'opportuna "settatura" dello strumento. In sostanza, sarà necessario decidere se per l'accompagnamento si dovrà utilizzare la voce di un solo strumento oppure di due o più, così come bisognerà decidere se utilizzare un set di accompagnamento ritmico (batteria, basso, chitarra ritmica ecc.) o meno. Sia che siate voi stessi il cantante o che l'accompagnamento sia per un'altra persona che canta, esistono fondamentalmente due modi per costruire l'armonia.

2 Il primo metodo, consiste nel formare gli accordi completi con la mano destra, utilizzando la sinistra per eseguire (dove è necessario) delle piccole rifiniture o per completare la struttura armonica; generalmente con la nota fondamentale e la tonale dell'accordo, è possibile sostituire tale nota con un'altra, ad esempio: la sensibile negli accordi di settima. Questo sistema è particolarmente indicato quando si scelgono per la formazione dell'armonia strumenti "a suono continuo" quali ad esempio: un organo o la sezione degli archi di un'orchestra.

Continua la lettura

3 Il secondo sistema, prevede di utilizzare tutte e due la mani ma con funzioni differenti.  Alla sinistra è infatti demandato il compito di tenere la linea dei bassi, suonando alternativamente la nota fondamentale dell'accordo e quella del basso secondario (o il terzo grado oppure il quinto dell'accordo); la mano destra suona l'accordo pieno, composto dalla fondamentale, dalla tonale e dalla dominante con eventualmente l'aggiunta dei vari gradi necessari (ed esempio: la quarta, la settima ecc.).  Approfondimento Come eseguire Il giro di do maggiore con la chitarra (clicca qui) Questo sistema è più difficile da mettere in pratica perché richiede una grande indipendenza ed autonomia non solo delle due mani ma anche delle dita della mano sinistra ed è particolarmente indicato quando si sceglie di suonare uno strumento che non emette un "suono continuato" (ad esempio: il pianoforte, la tastiera o la chitarra).

Come imparare a suonare la chitarra La chitarra è uno degli strumenti più difficili da suonare, dopo ... continua » Come trovare gli accordi di una canzone La musica è certamente una delle arti più emozionanti. È tra ... continua » Come suonare una canzone con gli accordi su una tastiera I brani sono facilmente reperibili su internet o in qualsiasi negozio ... continua » Come suonare su accordi di settima Imparare a suonare su accordi di settima consentirà alla chitarra di ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come suonare l'Ukulele

Con il termine ukulele si indica uno strumento a corde simile alla chitarra classica, dalla quale differisce perché ha quattro corde e non sei, oltre ... continua »

Come Si Suona Il Sitar

Siete dei fans incalliti della storica band dei Beatles? Conoscete vita, morte e miracoli di John Lennon, Ringo Starr, George Harrison e Paul McCartney? Se ... continua »

Come suonare un riff rock

Come ben saprai, il riff è una struttura basilare di un brano, che si ripete continuamente durante la riproduzione della canzone, formando così il marchio ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.