10 consigli utili per la visita al Museo del Louvre

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Per chi si trova a Parigi, il Museo del Louvre è una tappa d'obbligo, un must irrinunciabile per poter definire completa la propria visita della capitale francese. In questo articolo cercheremo di dare dei consigli utili per poter godere al meglio di questa struttura, che con i suoi 60000 metri quadri di superficie è il museo più grande al mondo, oltre che uno tra i più famosi e visitati.
Ecco le nostre 10 raccomandazioni.

211

La giornata

Il museo è aperto tutti i giorni, ad eccezione del Martedì (giorno di chiusura), dalle 9 alle 18; il Mercoledì ed il Venerdì l'orario di chiusura è posticipato alle 21:45. Una buona soluzione sarebbe quella di approfittare delle ore pomeridiane di questi giorni, in cui l'afflusso di visitatori è minore. È sconsigliabile invece il Lunedì, in quanto sia la Reggia di Versailles, sia il Museo d'Orsay, sono chiusi e la gran parte dei turisti dedica la giornata al Louvre, soprattutto se il clima non è clemente per una visita della città di Parigi all'aria aperta.

311

L'abbigliamento

Sebbene il Louvre sia un'istituzione più che un museo, e la caratura delle opere proposte incuta una sorta di timore reverenziale, l'abbigliamento formale non è il più adatto alla sua visita. È meglio lasciar da parte giacca e cravatta, o i tacchi alti per le signore, ed indossare qualcosa di confortevole. Se porterete con voi un contapassi, a fine giornata potreste stupirvi per quanti km avrete percorso!

Continua la lettura
411

Il biglietto

La coda per acquistare il biglietto per l'ingresso al museo è notoriamente lunga, ed il tempo che perderete in fila alla biglietteria potreste rimpiangerlo a fine giornata, perché potrebbe mancarvi una delle opere che vi eravate prefissati di vedere. Per questo motivo, è altamente consigliato acquistare il biglietto online, attraverso il sito ufficiale, ed accedere direttamente al museo.

511

L'orientamento

Sono presenti oltre 35000 opere al Louvre, è impensabile cercare di districarsi tra le varie gallerie senza il rischio di perdersi (si stima che sostando 30 secondi in ogni sala, servirebbero 100 giorni interi per vedere tutto!). Oltre alla classica mappa con la piantina dei singoli piani, il museo offre un servizio di audio guida, anche acquistabile in loco, e addirittura un'applicazione per smartphone per potersi cimentare in un tour fai da te. Per apprezzare al meglio le opere maggiori e scoprirle nel dettaglio, sono disponibili tour guidati a prezzi abbastanza accessibili.

611

Il programma

A parte la visita quasi obbligatoria alla "Gioconda" di Leonardo da Vinci, è necessario decidere in anticipo quali sono le opere o i settori a cui si vuole dare priorità: come abbiamo già detto, il museo è immenso ed è opportuno fare una selezione in base ai propri gusti. Oltre alla "Monna Lisa", le opere più gettonate sono le statue "Amore e Psiche", la "Nike", la "Venere di Milo", i dipinti "La Libertà Guida il Popolo" e "L'incoronazione di Napoleone", ed i reperti storici come "Il Codice di Hammurabi" ed un vasto settore dedicato all'Antico Egitto. Non manca di certo l'imbarazzo della scelta!

711

La tranquillità

Non fatevi prendere dall'euforia di vedere quante più cose possibile, perché potreste rimpiangere il poco tempo dedicato a qualche opera che avreste voluto assaporare con più tranquillità. Se qualcosa vi emoziona particolarmente vivetela con l'intensità che a parer vostro merita.

811

La sensazione

Questo punto potrebbe sembrare contrastante con il precedente; ed in effetti è così, o meglio, ne è un completamento. Non è il nome o la fama di un'opera che dovete valutare, ma ciò che quell'opera vi trasmette. Se notate che la Gioconda vi delude, non passateci davanti dieci minuti in attesa che qualcosa vi colpisca, ma andate oltre e magari sarà un altro il quadro che per voi vale la visita al Louvre!

911

Il tatto

Il museo mette a disposizione dal 2014 un'intera galleria dove le sculture presenti possono essere non solo guardate, ma addirittura toccate. Di sicuro questa è una maniera di sperimentare l'arte che, oltre a costituire una nuova frontiera per i classici appassionati, apre le porte anche a persone per le quali di solito questo ramo artistico era inaccessibile, ovvero i non vedenti.

1011

La condivisione

Ogni persona ha un proprio gusto e delle proprie esigenze in una visita ad un museo, e non tutte le opere sono apprezzate in egual modo. Tuttavia crediamo che il Louvre, per la vastità e l'universalità delle opere ospitate, sia il luogo ideale per programmare una visita con delle altre persone. Condividere la visione di un capolavoro, come di un tramonto, è più profondo che ammirarlo in solitudine, e anche il confrontarsi su di esso arricchisce in misura maggiore. Ma ci sono dei limiti: se ci si accorge che i gusti non sono solo lontani, ma addirittura opposti, meglio darsi appuntamento all'uscita!

1111

L'esperienza

Alla fine della vostra visita, potreste avere uno stato d'animo combattuto tra la soddisfazione di aver visto delle opere uniche e l'amarezza di averne perso delle altre. Non fate prevalere lo sconforto e concentratevi sull'apprezzare ciò che avete conosciuto e che vi ha arricchito. Ed inoltre, il fatto di non essere riusciti a completare il vostro percorso al Louvre sarà un ottimo pretesto per pianificare un'altra visita alla meravigliosa città di Parigi!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

I quattro musei più belli al mondo

Approfittando delle vacanze, finita la scuola, è piacevole trascorrere una mezza giornata ammirando l'arte in senso lato. Quasi tutte le città, grandi o piccole che siano, conosciute o meno note hanno una pinacoteca o una mostra che il più delle volte...
Arti Visive

Caravaggio: opere e vita

La guida che andremo a impostare si occuperà di arte. Per essere più precisi, come avrete compreso attraverso la lettura del titolo della nostra guida, ora andremo a dedicarci a un personaggio che ha fatto la storia dell'arte: Caravaggio. Andremo a...
Arti Visive

Guida alla Gioconda di Leonardo da Vinci

L'illustre personaggio Leonardo da Vinci nasce ad Anchiano, una frazione di Firenze, il 15 aprile 1452. Figlio di una relazione illegittima, Leonardo da Vinci si è distinto in molte categorie come: ingegneria, pittura, scienza e scultura. Esso è uno...
Arti Visive

Theodore Gericault: le opere principali

Nato in Francia nel 1791, Theodore Gericault è stato uno dei più grandi esponenti dell'arte romantica di inizio XIX secolo. I suoi temi preferiti furono la lotta sociale, l'emarginazione, la sofferenza umana e la sconfitta. È stato forse il più importante...
Arti Visive

Amore e Psiche di Antonio Canova

Antonio Canova iniziò a lavorare il marmo fin dalla più tenera età, apprendendo il mestiere da suo nonno. La bravura del giovane apprendista fece sì che venisse subito notato: nel 1768 Canova si trasferì a Venezia dove realizzò i suoi primi lavori....
Letteratura

I migliori romanzi di Arthur Conan Doyle

Nato in Scozia, e più precisamente ad Edinburgo, il 22 Maggio 1859, Arthur Conan Doyle è stato uno scrittore i cui romanzi, pubblicati ed apprezzati in tutto il mondo, costituiscono insieme a quelli di Edgar Allan Poe i primi tentativi in un due generi...
Mostre e Musei

I musei più belli di Parigi

Parigi è una città bellissima che vale la pena di visitare per tantissimi motivi. Uno di questi è sicuramente la presenza di innumerevoli musei, ognuno con le proprie caratteristiche e con tante importanti opere esposte. Per questo, i musei di Parigi...
Arti Visive

Leonardo da Vinci: le opere più importanti

Leonardo da Vinci (1452-1519) è stato uno delle figure più importanti del Rinascimento italiano ed è considerato uno dei più grandi geni dell'umanità. Leonardo si occupò infatti di scultura, architettura, anatomia, e fu pittore, musicista e inventore....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.