5 benefici della musica classica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Attraverso l'utilizzo della musicoterapia, tutte le persone possono beneficiare della musica per migliorare la qualità della propria vita. Ovviamente deve essere applicata da un musicoterapeuta qualificato, che provvederà a mettere in atto dei processi terapeutici, atti a favorire il benessere, non solo fisico, ma anche mentale ed emozionale.
La tipologia di musica usata per intervenire a livello terapeutico è quella classica. Da Bach a Beethoven, il potere delle loro composizioni porta a benefici certificati scientificamente. Se ne possono trarre diversi, per questo, con questa lista, vi illustriamo i 5 benefici della musica classica.

26

Antidolorifica

Per combattere il dolore, alle terapie tradizionali, può essere associata anche la musicoterapia. Infatti, secondo diversi studi, pare che l'utilizzo della musica classica aiuti ad alleviare la tensione e l'ansia, riducendo in maniera notevole lo stress psico - emotivo.
Tutto questo porta anche a una diminuzione dell'uso degli antidolorifici, medicinali con grosse controindicazioni, soprattutto per colore che soffrono d'ipertensione.

36

Antistress

Le perfette combinazioni di note e suoni della musica classica, trasformano quest'ultima in un ottimo strumento per combattere lo stress. Infatti, l'ascolto di queste armonie diminuisce, in maniera abbastanza evidente, la produzione del cortisolo. Questo ormone viene prodotto, in situazioni di stress, dalle ghiandole surrenali, provocando stanchezza, gastrite e addirittura depressione.

Continua la lettura
46

Rilassante

La musica classica viene utilizzata anche per dormire, soprattutto per far conciliare il sonno ai neonati. Le melodie di questa tipologia, infatti, tranquillizzano e calmano il bambino, trasmettendo al piccolo un senso di sicurezza. Vengono, molto spesso, ascoltate anche dalle donne in gravidanza, in questo modo riescono a stabilire un contatto ancora più speciale con il proprio bambino.

56

Ipotensiva

La musica classica diventa uno strumento utile per tutti coloro che soffrono d'ipertensione. Infatti, secondo alcuni studi, aiuta a diminuire il battito cardiaco. Ciò avviene soprattutto con l'ascolto delle composizioni di Mozart e Strauss. Ovviamente, per i casi più gravi, bisogna sempre affidarsi al proprio medico e seguire anche una terapia adeguata.

66

Produttiva

La musica classica è produttiva, nel senso che grazie al suo ascolto, si può aumentare la propria produttività. Questo avviene grazie all'impiego del giusto ritmo nelle proprie attività. Secondo alcuni studi, infatti, oltre a stimolare l'intelligenza, aiuta anche coloro colpiti da ictus, ad avere un percorso riabilitativo più agevole.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come ascoltare la musica classica

Ascoltare buona musica significa mettersi in contatto con una forma d’arte formidabile. Oggi la musica è sempre con noi, dovunque andiamo: radio, lettori mp3, smartphone, tablet. Qualunque brano è accessibile in un attimo collegandosi alla rete. Insomma,...
Musica

Guida alla musica classica italiana

La musica classica è lo stile che si sviluppa in un periodo ampissimo, che va dal 1200 fino ai primi anni del 1900. L'aggettivo "classica" sta ad indicare la considerazione che si ha di questo stile, che è stato preso nel corso degli anni come modello...
Musica

Come avvicinarsi all'ascolto della musica classica

Quando si parla di musica classica, non si intende solo il periodo che va' dal 1700 al 1800. Sicuramente è il periodo più celebre della storia. Ha visto nascere dei grandi compositori che con le opere, hanno illuminato quegli anni. Ma questo genere,...
Musica

Musica classica: le opere di Mozart

Mozart è senza dubbio uno dei più grandi musicisti mai esistiti. La sua morte precoce, avvenuta per cause sconosciute a trentacinque anni di età, non ha impedito al suo genio di manifestarsi in una quantità smisurata di opere musicali: ben 626 secondo...
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Musica classica: le opere di Beethoven

Ludwig van Beethoven (Bonn, 1770 - Vienna, 1827) è stato uno dei più importanti geni musicali di tutti i tempi. A quasi duecento anni dalla sua scomparsa non vi è persona, per quanto poco dotata culturalmente, che non abbia udito qualcuna delle sue...
Musica

Principali differenze tra la chitarra classica e la chitarra acustica

Chi ama la musica non può fare a meno di avere almeno uno strumento musicale e saperlo suonare abbastanza bene. La chitarra è sicuramente tra i più classici degli strumenti, che è conosciuto in tutto il mondo per il suo suono particolare e per la...
Musica

Come cambiare il set di corde alla chitarra classica o acustica

Il bello di possedere un chitarra, classica o acustica, è che puoi portarla sempre con te, in vacanza, al mare, in montagna... Come tutte le cose però richiede una certa manutenzione ed una cura costante, se non controlli periodicamente lo stato delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.