5 cose da fare per pubblicare un libro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In molti coltivano la passione per la scrittura creativa per diversi anni, la portano con sé come un' attività relegata al tempo libero prima di dedicarsi seriamente ad un progetto narrativo. Altri, ad un certo punto della propria vita, scelgono di raccontarsi attraverso la stesura di una storia, per esempio in seguito ad un'esperienza coinvolgente o a uno studio rivelatore.
La scrittura, intesa sia come divulgazione scientifica, opera d'arte, che mezzo propagandistico o espressione di emozioni, infonde nell'animo di chi se ne serve un grande senso di compiutezza e soddisfazione. Così, mentre si trascorrono intere nottate tra fogli e penne e i protagonisti di un racconto si materializzano tra le pagine, si inizia ad accarezzare l'idea della pubblicazione.
Di certo, chiunque abbia espresso il desiderio di scrivere un libro ad amici e parenti, si sarà sentito dire almeno una volta che il percorso è complicato, che "uno su mille ce la fa". Pochi, però, sanno realmente come orientarsi nell'intricata foresta degli scrittori emergenti! Ecco, dunque, 5 cose da fare per pubblicare un libro.

26

Revisionare il proprio lavoro

Se non siete nuovi nell'ambiente della scrittura creativa, se avete seguito un corso o avete letto letto un libro a riguardo, sapere sicuramente che occorre sottoporre il testo a diverse revisioni e correzioni. Potete scegliere di correggere periodicamente oppure farlo alla fine: quest'ultima opzione è consigliabile in quanto, all'inizio della stesura, è opportuno che prevalga lo spirito libero della fantasia. Una volta conclusa la vostra storia, lasciate il campo alla razionalità e organizzate il vostro lavoro di revisione.
Pianificate le diverse correzioni in base agli errori che intendete cercare, in modo da non lasciarvi sfuggire nulla; destinate, ad esempio, una prima correzione alla sintassi, eliminate i periodi troppo lunghi e quelli troppo stringati, per poi dedicarvi ad aggiustare la punteggiatura, la grammatica ed il lessico.
Il perfezionamento del vostro testo è un passaggio da non trascurare assolutamente, in quanto una storia che si fatica a leggere difficilmente invoglia le case editrici a valutarla positivamente.

36

Cercare la casa editrice giusta

Per avere una possibilità in più di vedere il proprio libro pubblicato, è consigliabile, prima di inviarlo alla cieca, informarsi a fondo sulle case editrici esistenti: si ottiene una panoramica soddisfacente già effettuando un'accurata ricerca on-line!
Innanzitutto, bisogna tener conto che non tutti gli editori sono interessati alla pubblicazione di qualsiasi genere di lavoro, anzi, molti di questi sono piuttosto settorializzati. Ecco, quindi, che la ricerca diventa necessaria, poiché se, ad esempio, decidete di somministrare il vostro libro di poesie ad una casa editrice che si occupa solo di saggistica, non riceverete alcuna risposta. Altro aspetto di cui tener conto, nella scelta dell'editore, è quello delle esigenze personali circa l'eventuale pubblicazione: cercate informazioni sulle spese, le condizioni e i formati di pubblicazione.
Ecco un link che elenca le case editrici in ordine alfabetico http://www.liberliber.it/online/servizi/link-utili/case-editrici/
.

Continua la lettura
46

Rispettare le indicazioni dell'editore

Se avete già trovato la casa editrice le cui pubblicazioni sono affini al vostro libro, non vi resta altro che ricercare sul sito internet della stessa le indicazioni riguardanti l'invio degli inediti.
È bene seguire alla lettera queste variegate richieste, al fine di non penalizzare prematuramente il vostro scritto. Prima di tutto, fate bene attenzione al formato richiesto per l'invio: alcuni editori richiedono il testo cartaceo da inviare presso uno specifico indirizzo, in una o più copie, altri preferiscono il formato digitale. Nel primo caso sarebbe opportuno tenere uniti i fogli con una rilegatura a spirale, in modo da evitare smarrimenti e appuntare ovunque il proprio nome.
Diverse case editrici richiedono esplicitamente una sinossi del vostro inedito ed il curriculum, ma è comunque consigliabile inviarli ugualmente, purché la sinossi sia scritta in modo chiaro e sintetico!
Se rispettate le indicazioni e non esagerate, né trascurate la compilazioni di eventuali allegati, sicuramente assicurerete il vostro manoscritto sulla giusta strada.

56

Armarsi di pazienza

I tempi che occorrono alla valutazione di un inedito sono variabili e, spesso, piuttosto lunghi: in genere una casa editrice si riserva dai sei a diciotto mesi di tempo per questo lavoro.
È bene che sappiate che, qualora il vostro lavoro non dovesse essere scelto dall'editore, difficilmente riceverete una risposta. Questo modus operandi può risultare piuttosto fastidioso, ma è necessario, poiché non sarebbe possibile per una casa editrice dare delucidazioni adeguate agli innumerevoli autori che inviano i loro manoscritti.
È consigliabile evitare di sollecitare l'editore con lettere ed e-mail, poiché in questo modo non si farebbe altro che rallentarne il lavoro e, in più, difficilmente si riceverebbe un riscontro. Per ingannare l'attesa, che per alcuni può diventare estenuante, potete effettuare ulteriori ricerche sul mondo del libro: saperne di più fa sempre bene, potreste trovare nuovi ed utili suggerimenti per il vostro cammino da aspiranti scrittori!

66

Non rifiutare eventuali modifiche

Se l'editore gradisce il vostro lavoro, potete dire di essere quasi al lieto fine del vostro percorso. In un ambiente in cui passare inosservati è la norma, attirare l'attenzione di una casa editrice è un segnale chiaro: la vostra storia è vincente!
Tuttavia, raramente gli inediti sono pubblicabili così come vengono scritti dall'autore: a volte necessitano di una correzione formale, altre si decide di ricorrere a tagli o aggiunte. Questo procedimento può risultare, in un primo momento, molto invasivo e spiacevole per l'autore, poiché non è mai facile accettare che il frutto della propria fantasia sia cambiato e trasformato in prodotto.
Se intendete pubblicare il vostro libro occorre che siate realisti: l'editoria è un mercato che ha come merce il libro, il quale necessita di risultare accattivante. Perché un romanzo, un racconto o una poesia si venda, dunque, deve in qualche modo rispecchiare le attese e i gusti del lettore medio. Inoltre non sempre il processo di editing interviene a snaturare il libro, anzi, il più delle volte lo migliora rendendolo più scorrevole.
Se proprio non accettate che il vostro libro sia modificato per la pubblicazione, non disperate: esistono, infatti, tanti altri canali comunicativi che potrete sfruttare per lanciare il vostro scritto, come la pubblicazione autonoma!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Come pubblicare racconti per bambini

Oggi esistono diversi editori specializzati in racconti e valutano volentieri dell'opere. Ancora oggi queste opere sono molto richieste, soprattutto se riguardano l'ambito dell'editoria destinata ai minori. Molto di più se hanno ottimi contenuti educativi...
Letteratura

Come pubblicare una raccolta di poesie

Pubblicare una raccolta di poesie non è cosa molto facile, però se questo è uno dei vostri sogni, con perseveranza potrete riuscire nell'intento. La cosa importante è credere nelle capacità che ognuno ha, e se avrete fiducia, la lettura del vostro...
Letteratura

Come autopubblicare un libro a costo zero

La letteratura è una passione che, fortunatamente, coinvolge ancora tantissime persone. La lettura può essere un piacere impareggiabile, capace di far sognare. Un libro è come una finestra su un altro mondo e sulle esperienze altrui. Non da meno è...
Letteratura

Come organizzare la presentazione del libro di un esordiente

Pubblicare un libro è il sogno di molte persone che sarebbero molto felici di vedere la propria fatica sugli scaffali di una libreria. Se sei un esordiente e hai appena pubblicato il tuo primo libro oppure un tuo amico lo ha fatto e vorresti dargli una...
Letteratura

Consigli per cominciare a scrivere un libro

Scrivere un libro può sembrare facile, ma in realtà è molto più complicato di come si pensi. Un requisito molto fondamentale infatti, è il grande impegno che esso richiede, e che non tutti sono disposti ad assumersi. Nella seguente guida troverete...
Letteratura

Come farsi pubblicare un fumetto

Alcuni tra gli appassionati del mondo dei fumetti e dei manga, spesso amano anche cimentarsi loro stessi nella scrittura e nella rappresentazione di fumetti. Se appartieni a questi e vorresti che venisse pubblicato uno dei tuoi lavori, non devi fare altro...
Letteratura

Come scrivere un libro giallo

Scrivere un libro è sempre una grande avventura e per chi è abbastanza bravo nell'arte di tradurre in parole i concetti può diventare un passatempo straordinario. A volte uno scritto può essere riconosciuto e letto da molti se lo si fa pubblicare....
Letteratura

5 consigli per scrivere un libro fantasy

Il fantasy è un genere letterario molto affascinante. Le ambientazioni fantasiose di queste storie ci permettono di viaggiare con la nostra immaginazione. Leggendo queste pagine possiamo ritrovarci tra i folletti, le fate e gli stregoni. Anche nel cinema...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.