5 favole di Esopo da leggere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Esopo è passato alla storia come uno dei più grandi scrittori di favole, vissuto nel sesto secolo. Ancora oggi le sue storie sono conosciutissime e famosissime. Le poche notizie in merito alla sua vita, si hanno grazie ad autori vissuti nel settimo secolo. Grazie a loro sappiamo che Esopo fu uno schiavo, si oppose con forza alla tirannia, fu un uomo dall'aspetto non bello e che morì a causa di una pestilenza. Esopo però è ricordato come il creatore della favola, come vero e proprio genere letterario. Egli scrisse una raccolta di 358 storie, i cui personaggi sono animali e la cui trama ha lo scopo di trasmettere una morale. Ecco qui proposte, le cinque favole da leggere assolutamente.

26

La cicala e la formica

La storia racconta di una formica che lavorava intensamente per mettere da parte delle provviste per l'inverno. Al contrario la cicala passava il suo tempo a cantare senza curarsi di nulla. Giunto l'inverno la formica riuscì a sfamarsi, la cicala non avendo accumulato nulla, rimase con la bocca asciutta.

36

La lepre e la tartaruga

La lepre forte e sicura della sua rapidità, si vantava di ciò con tutti gli animali e lanciava loro sfide. Un giorno la sfida venne raccolta da una tartaruga. Iniziata la corsa, la lepre corse forte e non vedendo la tartaruga dietro di sè, decise di riposarsi sotto un'albero. Il tempo passò, la tartaruga lo superò, ma anche se la lepre si svegliò e corse, la tartaruga vinse la gara nonostante la sua lentezza.

Continua la lettura
46

La volpe e l'uva

Questa è una delle favole più rinomate di Esopo.
Narra di come una volpe affamata, vide un grappolo d'uva, posto in alto ad una vite. Cercando di arrivare al grappolo e non riuscendo nell'impresa pronunciò; '' non voglio coglierla è acerba!''. Con questo Esopo vuole trasmettere il messaggio di come chi non riesce in un obiettivo, sminuisce l'obiettivo stesso senza ammettere i propri limiti.

56

Il cervo e il leone

La storia racconta di un cervo che dopo essersi specchiato in un lago, trovò difetti fisici. Amava le sue lunga corna ma non le sue esili gambe. All'improvviso sentì un rumore, era un leone. Il cervo corse, grazie alle sue esili gambe che gli davano rapidità. Ma, poi, le stesse corna che lui amava gli furono fatali. Lo bloccarono dando al leone la possibilità di ucciderlo.

66

Il leone e il topo

In questa favola si racconta di un leone che ''rapisce'' un topolino per mangiarlo. Il topino chiede però di essere risparmiato e di voler diventare amico del suo stesso predatore. Il leone, lasciò il topolino, ma a sua volta venne preso da un'uomo che lo legò ad un grande albero. Grazie però all'amico topo che mordicchiò la corda, il leone riuscì a liberarsi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Gianni Rodari: poesie e racconti per bambini

La letteratura italiana si sa, ha una storia millenaria e vanta nomi del calibro di Dante, Boccaccio, Petrarca.. Manzoni, Svevo, Leopardi.. Una lista di nomi che tutti conoscono e di cui tutti hanno letto almeno qualcosa. Tutti nomi che hanno creato la...
Letteratura

Come scrivere un libro di favole per bambini

Un viaggio verso la fantasia, cercando di realizzare solamente un contenuto che possa essere semplice, che qualsiasi lettore, piccolo o grande che sia, possa riuscire a conoscere e ad ammirare. In questa semplicissima e pratica guida vedremo dei piccoli...
Letteratura

Charles Perrault: vita e opere

Magari per molti il nome di "Charles Perrault" non significa nulla, non ci si ricorda di averlo studiato a scuola tra i libri di testo insieme al Leopardi, al Manzoni, o ad Ugo Foscolo, tanto per citarne alcuni, ne di averlo letto tra i nomi dei filosofi...
Letteratura

Opere letterarie di Massimo Gramellini

Massimo Gramellini è un celebre giornalista e scrittore italiano. Di origine torinese, ha collaborato per molti anni con il celebre giornale La Stampa e, dal gennaio del 2017 è vicedirettore ed editorialista del Corriere della Sera. In questa guida,...
Letteratura

5 libri per la festa della mamma

Quando si avvicina la festa della mamma, ognuno di noi inizia a pensare ad un regalo originale per la propria. Se però in tanti anni abbiamo già messo in pratica ogni idea, non ci rimane che rivolgerci ai libri. Infatti non c'è regalo più gradito...
Letteratura

Richard Bach: vita e opere

Se almeno una volta nella vita ti è capitato di leggere il meraviglioso romanzo dal titolo "Il gabbiano Jonathan Livingston", di certo avrai voglia di sapere di più sul suo autore, lo scrittore statunitense Richard Bach, e di conoscere la sua vita e...
Recitazione

Grace Kelly: filmografia

Grace Kelly resterà sempre una delle più acclamate e brillanti stelle del cinema di Hollywood. Americana di nascita, dopo una carriera decennale nel mondo cinematografico, vive una delle più belle favole d'amore, quella col principe Ranieri di Monaco....
Arti Visive

Come disegnare un leone

Il leone è uno degli animali più affascinanti e spaventosi che popola aree remote e selvagge del nostro pianeta. In questa guida breve ma esaustiva guida troverete tutti i consigli e i passaggi essenziali su come disegnare un leone in maniera realistica,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.