5 meraviglie poco conosciute di Venezia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Non appena il turista mette piede a Venezia, che sia la prima volta o meno, prova un senso immediato di stupore. La bellezza di questa città di merletto che galleggia sull'acqua affascina chiunque. L'assenza dei rumori tipici delle grandi città e i suoni ovattati aumentano lo sbigottimento. Una volta superato il primo impatto, in genere, la mancanza di tempo e la voglia di vedere le meraviglie che Venezia regala spingono immediatamente il visitatore verso le mete più conosciute. Il turista si spinge quindi verso la stupenda Piazza San Marco, con le Procuratie, il Palazzo Ducale e la spettacolare Basilica di San Marco. Procede poi verso il Ponte dei Sospiri, visita le Gallerie dell'Accademia, passeggia sullo splendido Ponte di Rialto. Raramente, però riesce a scoprire le mete poco conosciute di Venezia. Vediamo ora 5 di queste meraviglie, che Venezia generosamente ci regala.

26

Edicole votive

Una delle 5 meraviglie poco conosciute di Venezia sono le edicole votive. Le edicole sono strutture di piccole dimensioni, costruite in modo da proteggere e valorizzare il loro contenuto. In questa città sono numerosissime, piccoli gioielli incastonati nei palazzi. Ci appaiono all'improvviso, svoltando un angolo o imboccando un buio "sottoportego". Sono teneri segni di devozione, sia dei patrizi veneziani, sia delle persone più povere, che le facevano edificare come ringraziamento per una guarigione o per uno scampato pericolo. Alcune sono veri capolavori, di artisti locali di fama, altre sono molto più modeste ma ugualmente deliziose. Un'edicola molto particolare e molto apprezzata si trova in Calle della Pietà. Rappresenta una Madonna con bambino ed è copia antica dell'opera dello scultore fiorentino Antonio Gamberelli, detto il Rossellino, attivo a metà del 400.

36

Chiesa di San Pantalon

Un'altra delle 5 meraviglie poco conosciute di Venezia è la Chiesa di San Pantalon. Essa è situata nei pressi del famoso Campo Santa Margherita, nel Sestiere di Dorsoduro. La chiesa si affaccia su Campo San Pantalon e si mostra, in realtà, piuttosto poco appariscente. Ma è al suo interno che custodisce stupende opere, pittoriche e non. La particolarità di questa chiesa è che possiede il dipinto su tela più grande del mondo. Infatti, quella che ad uno sguardo superficiale sembra una volta affrescata come molte altre, in realtà è un'enorme tela di 443 metri quadrati applicata all'intonaco della volta. Dipinta tra la fine del 1600 e l'inizio del 1700 da Gian Antonio Fumiani, rappresenta il martirio di San Pantalon (San Pantaleone). La leggenda vuole che, dopo averla dipinta, l'artista sia morto cadendo da un'impalcatura. In questa chiesa si possono ammirare anche opere di Paolo Veronese, Pietro Longhi, Antonio Vivarini e Giovanni d'Alemagna.

Continua la lettura
46

Scala Contarini del Bovolo

Nel Sestiere di San Marco, a breve distanza dalla piazza, si trova la terza delle 5 meraviglie poco conosciute di Venezia. Si tratta della Scala Contarini del Bovolo. È sorella minore della più nota Torre di Pisa, ma è ugualmente bellissima. Si tratta di una torre cilindrica, alta 26 metri e del diametro di circa 5 metri, in mattoni e pietra d'Istria. Al suo interno si trova una scala a chiocciola (bovolo in dialetto veneziano) di 80 gradini che salgono in senso antiorario. Alla sommità, si accede ad un belvedere che fornisce una delle più suggestive vedute di Venezia. È visitabile su prenotazione. Gli orari di apertura sono dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13.30 e dalle 14 alle 18. La visita dura 30 minuti e il biglietto, al momento, costa 7 euro.

56

Il Ghetto

Tra le 5 meraviglie meno conosciute di Venezia non può mancare il Ghetto ebraico. Il Ghetto si trova nel Sestiere di Cannaregio, ed è il luogo dove la Repubblica Veneta obbligava a dimorare gli ebrei veneziani all'inizio del '500. Si tratta del ghetto ebraico più antico d'Europa. Oltre a negozi e ristoranti di rigorosa tradizione israelita, in questo luogo sono presenti 5 sinagoghe, di varie epoche e quasi tutte visitabili. Inoltre è possibile visitare il Museo Ebraico di Venezia, ricco di testimonianze storico-artistiche della vita degli Ebrei a Venezia.

66

Cimitero di San Michele in Isola

L'ultima delle 5 meraviglie poco conosciute di Venezia è il Cimitero Monumentale di San Michele in Isola. L'isola di San Michele si trova a nord della laguna, tra Venezia e Murano. Si raggiunge comodamente con il vaporetto, partendo dalle Fondamenta Nuove. In questo modo ci si può godere comodamente il viaggio in battello, contemplando le bellezze della laguna. L'insediamento religioso in quest'isola risale al X secolo, quando la pieve qui presente fu assegnata ai monaci Camaldolesi. Solo dal 1837, però, divenne sede di sepoltura come cimitero di Venezia. Fu possibile solo dopo l'interramento del canale che divideva le due isole di cui si compone: San Michele e San Cristoforo della Pace. Il Cimitero Monumentale è circondato da mura di terracotta ed ornato da antichi cipressi. Molto suggestivo il chiostro dell'antica abazia camaldolese, dove la statua di San Michele che sconfigge il drago accoglie i visitatori. In questo luogo si trovano, inoltre, le bellissime tombe di artisti famosi, come Igor Stravinskij, Ezra Pound, Luigi Nono, Emilio Vedova. L'orario estivo è dalle 7.30 alle 18, quello invernale dalle 7.30 alle 16.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida al Museo Guggenheim di Venezia

La Peggy Guggenheim Collection di Venezia è un museo situato nel Canal Grande, con sede a Palazzo Venier dei Leoni e facente parte della Salomon R. Guggenheim Foundation. Una visita al museo è non può di certo mancare a tutti gli appassionati di arte:...
Mostre e Musei

Come visitare il Palazzo Ducale a Venezia

Se ci piace molto viaggiare e conoscere la cultura e le varie opere presenti nel Mondo e stiamo pensando di organizzare un nuovo viaggio, per prima cosa dovremo reperire delle informazioni che riguardano la nostra destinazione e che ci consentiranno di...
Letteratura

Shakespeare: "Il mercante di Venezia"

Avvolto da un alone di mistero, William Shakespeare resta uno dei più grandi autori di sempre. Non solo per i pezzi di teatro che ci ha lasciato, ma anche per la cura nell'indagare le passioni umane e la profondità delle riflessioni globali sulla vita,...
Arti Visive

Guida alle opere di Canaletto

In questo articolo vorrei darvi una guida alle opere di Canaletto.Giovanni Antonio Canal è conosciuto in tutto il mondo con il nome di Canaletto. Canaletto era nato a Venezia il 18 ottobre del 1697 ed era morto sempre a Venezia il 19 aprile del 1768....
Arti Visive

Canaletto: vita e opere

Molti pittori hanno il diritto di essere ricordati per ciò che hanno fatto durante la loro vita e, soprattutto, per le loro opere. Esse, infatti, rappresentano tutto ciò che di buono hanno compiuto e che, tuttora, abbiamo la fortuna di poter ammirare...
Letteratura

Foscolo: vita e opere

Ugo Foscolo a differenza dei suoi predecessori abbandona da un certo punto di vista la corrente illuminista per affacciarsi al mondo neoclassico tipico dell'inizio del 1800. Uno dei più grandi poeti e scrittori italiani di quell'epoca, Foscolo caratterizza...
Mostre e Musei

Guida al Guggenheim Museum di New York

Sparsi per le sue strade di New York si possono trovare edifici di straordinaria bellezza e innovazione tecnologica degli inizi del secolo scorso, che hanno segnato la storia della città e dell'architettura moderna nel suo insieme. Tra questi edifici...
Letteratura

Emilio Salgari: le opere più importanti

Emilio Salgari è uno dei più famosi autori italiani di romanzi d'avventura. Nato a Verona nel 1863 da una famiglia di commercianti, studiò nautica a Venezia. Presto decise di abbandonare gli studi per dedicarsi anima e corpo al percorso da giornalista....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.