5 monologhi teatrali per un provino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando decidiamo di presentarci per un provino in teatro, oltre la presentazione di noi stessi, ci viene chiesto solitamente di mettere in scena un pezzo a nostra scelta. Il dilemma che solitamente ingombra la nostra mente è scegliere il monologo che possa andare bene. Ed è per questo che vi elenco i 5 monologhi teatrali adatti per un provino.

26

"Amleto" - William Shakespeare

"Essere, non essere. Qui sta il problema..." (Atto III, scena I) Uno dei monologhi più famosi della storia del teatro non può che essere il monologo per eccellenza. Il mio consiglio è quello di preparare il personaggio di Amleto con un'interpretazione legata ad una forte interiorità tra follia e disperazione. Shakespeare ha regalato al mondo intero i versi più splendidi sul dubbio di una vita legata all'esistenza vera e propria o all'oblio nella morte dell'anima.

36

"Caligola" - Albert Camus

"Caligola! Anche tu sei colpevole. Più o meno. Non è così?..." (atto IV, scena finale). Un pezzo molto difficile e particolare il monologo di Caligola prima della sua morte e della congiura contro di lui. L'imperatore, incapace di accettare la dolorosa realtà, decide di sfogare il proprio patimento in una violenza disumana, in una follia senza confini. È stato l'imperatore tra i più brutali dell'Impero romano. Camus scrive la sua opera di maggior successo, verso la fine della seconda guerra mondiale (anni '40), e può essere interpretata come una metafora o un'analogia di uno dei dittatori più letali del '900 (Hitler).

Continua la lettura
46

"Il gabbiano" - Anton Cechov

"Io sono un gabbiano... No, non c'entra. Io sono un'attrice. Ebbene, sì!" (Atto IV, finale) Un monologo di un personaggio femminile è quello che racconta Nina, una ragazza di campagna aspirante attrice ma dalle speranze deluse. Cechov qui concentra l'infelicità in una vita ormai spenta e tenebrosa di questa ragazza che più diventa donna e più i suoi sogni s'infrangono.

56

"Giorni felici" - Samuel Beckett

Non voglio indicare una parte precisa, anche perché questa è un'opera legata esclusivamente a Winnie. Si può definire Giorni felici un quasi-monologo. In scena è sempre lei ad essere sempre presente, il più delle volte si trova da sola altre volte compare il marito, Willie con micro battute balbettate. Winnie è una donna rinchiusa nel suo mondo povero e privo di vitalità, la sua casa, il suo terreno insieme a suo marito rozzo e senza carattere. Un testo che spesso riproduce le dinamiche e i toni del teatro borghese.

66

La tragedia greca

Non poteva mancare la base del teatro: la tragedia greca. Gli autori più importanti e riconosciuti sono Eschilo, Sofocle ed Euripide. Non posso fare un torto a uno di loro, poiché sono tre dei nel gradino più alto dell'Olimpo del teatro. Così vi consiglierò un monologo per ogni autore, per rimanere imparziale. "Orestea" di Eschilo, il monologo di Clittenestra dopo aver ucciso Agammenone: crudele, infida, violenta, adultera e assassina, il prototipo dell’infamia femminile. "Edipo re" - Sofocle, il monologo finale di Edipo dopo essere a conoscenza di tutta la verità, l'incesto con sua madre, i suoi figli che sono anche i suoi fratelli e le sue sorelle: disperato e accecato con le fibbia delle vesti della moglie e madre morta chiede d'essere esiliato, in quanto uomo aborrito dagli dei. Infine "Medea" di Euripide, l'intero dramma è costruito attorno alla vendetta di Medea, che dapprima elimina la rivale (nuova sposa di Giasone), e poi in un impeto di ferocia, uccide i propri figli per infliggere a Giasone l'offesa più atroce, un re senza più una stirpe: il monologo in cui soffermarsi è nel momento in cui Medea perde un po' della sua capacità progettuale e della sua freddezza, in cui affronta gli assalti dell'amore materno contro la decisione già presa di uccidere i suoi stessi figli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

Come prepararsi per un provino in teatro

Molti giovani cercano di costruirsi un futuro nel mondo dello spettacolo, sono appassionati di cinema e teatro, ed amano recitare. Diciamo pure che il mondo dello spettacolo non è un ambiente semplice da frequentare, così come non è facile concretizzare...
Recitazione

Errori da evitare durante un provino di recitazione

Un provino di recitazione è una performance artistica, che viene eseguita davanti ad una giuria o dinanzi ad un regista. L’aspirante esegue un pezzo imparato in precedenza, oppure assegnato poco prima dagli esaminatori. Un provino di recitazione è...
Recitazione

10 consigli per affrontare un provino

Affrontare un'audizione, specie se siete alle prime armi, puó davvero far paura. Per avere successo il talento da solo non basta: occorrono perseveranza, un pizzico di fortuna e tanta, tantissima preparazione. Se il solo pensiero di un provino vi intimorisce,...
Recitazione

10 consigli per aspiranti attori

La strada per il successo, si sa, è lunga e in salita. E diventare un attore affermato e riconosciuto a livello nazionale e internazionale richiede una buona dose di impegno, grandi capacità recitative, presenza scenica e, perché no, anche un pizzico...
Recitazione

Le peggiori gaffe per un attore di teatro

La vita dell'attore potrebbe sembrare, a prima vista, fatta di luci e applausi. Essere attori non è un lavoro semplice e accessibile a tutti. È richiesta una forte vocazione e ovviamente il talento. A differenza di quello televisivo, l'attore teatrale...
Recitazione

Come prepararsi ad un'audizione

L'audizione è una performance artistica che ha come scopo quello di riuscire ad entrare in un complesso artistico. Nell'audizione spirante candidato esegue il suo cavallo di battaglia che ha studiato accuratamente per farlo esaminare da una giuria. Molto...
Recitazione

5 buone ragioni per cominciare a fare teatro

Sulla facciata di un prestigioso teatro siciliano esiste un'incisione che recita una bella massima. Si compone di due parti. Ecco la prima: "L'arte rinnova i popoli e ne rivela la vita." Poi continua con la seconda. "Vano delle scene il diletto ove non...
Recitazione

Le caratteristiche del teatro di narrazione

A partire dalla metà degli anni ottanta del ventesimo secolo inizia a farsi strada, in Italia, una nuova modalità teatrale ispirata ad innovazioni già presenti nell'ambiente teatrale europeo e ai monologhi teatrali di Dario Fo del decennio precedente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.