5 regole per dipingere un quadro impressionista

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il movimento impressionista nasce nella seconda metà dell'800 e si caratterizza per il particolare uso della luce (nella maggior parte dei casi riflessa su acqua e specchi), nonché per il tipo di pennellata (rapida e vibrata). Per realizzare un quadro che si ispiri a Monet, Manet, ecc. È poi fondamentale "cogliere l'impressione" (da qui il nome del movimento) e la sensazione che un determinato scenario riesce a suggerire al pittore. Diventa quindi necessario attenersi a dei principi base, gli stessi elencati nel proseguimento di questa breve guida intitolata "5 regole per dipingere un quadro impressionista".

26

La scelta del soggetto

Per prima cosa è fondamentale scegliere il soggetto da dipingere ed osservare le sue variazioni in corrispondenza della diversa intensità della luce che, inevitabilmente, si registra nel corso delle varie ore della giornata (vi ricordate di Monet e dello studio preliminare sulla cattedrale di Rouen? Dovrete agire nella stessa maniera). Se potete optate per qualcosa che sia vicino a specchi o a distese d'acqua. Questo studio preliminare vi consentirà di farvi un'idea dei colori dominanti e, di conseguenza, di cogliere attraverso gli stessi "un'impressione" piuttosto che un'altra (chiaramente dipingere un lago all'alba, al tramonto, in piena notte o durante la giornata suggerirà all'osservatore sensazioni diverse).

36

Realizzare il disegno preparatorio

Effettuato questo studio preliminare, sarà possibile passare all'aspetto fattivo. Una volta scelto l'orientamento della tela, iniziate a tracciare le cosiddette linee guida del quadro. Abbiate cura di compiere l'operazione utilizzando un colore abbastanza neutro che potrete poi, in una fase successiva, facilmente mimetizzare. Per ultimare questa fase è fondamentale tracciare il vostro schizzo e osservarlo più volte dalla media/lunga distanza in modo da poterne valutare l'effetto complessivo. In questa fase non dimenticate infine di unire al colore della trementina.

Continua la lettura
46

Scelta della pennellata

Ricordate la lezione dei grandi impressionisti: nei limiti di questo genere di pittura, dovrete sempre dare delle pennellate molto morbide, quasi sfuggenti, quando ritraete le parti naturali del paesaggio: cielo, distese d'acqua, piante et similia avranno sempre contorni evanescenti. Tutto ciò che invece è stato artificialmente posto nel luogo da voi prescelto da mano umana, andrà sempre ritratto con contorni più definiti e seguendo una linea molto più decisa. Una volta considerate queste informazioni, scegliete anche i tipi di segni che vorrete lasciare sulla tela (trattini, hash, ecc.); non abbinatene mai più di due, diversamente il vostro quadro apparirà sgradevolmente confusionario.

56

L'uso dei colori

Quando metterete sulla tavolozza tutti i colori che vi necessitano, ricordate che gli impressionisti erano soliti non fondere e non sfumare le tinte. I loro quadri infatti lasciano che sia l'occhio dell'osservatore a delimitare i confini di ciascun oggetto. Per ottenere questo effetto ricordatevi, è un accorgimento fondamentale per questo tipo di pittura, di accostare i colori secondo le leggi dell'ottica: sappiate che, ad esempio, avvicinando due oggetti di cui uno è blu e l'altro è rosso, specialmente se realizzerete il quadro utilizzando dei trattini colorati, l'occhio umano tenderà a fondere i due colori (almeno in certi punti) e a scorgere il viola (anche se voi non l'avete utilizzato). Questo principio quindi regolerà la resa delle sfumature.

66

Aerazione ed emotività

Altro aspetto tecnico da non sottovalutare: gli impressionisti dipingevano all'aria aperta. Se possibile seguitene l'insegnamento. Diversamente abbiate cura di realizzare il vostro capolavoro in una stanza adeguatamente ventilata soprattutto se, come del resto è auspicabile, utilizzerete dei colori ad olio. In ultimo ricordate sempre che la pittura, per quanto ragionata e derivante dalla buona conoscenza dei principi dell'ottica, è pur sempre qualcosa di istintivo: non trascurate quindi la vostra emotività che, come arte comanda, deve sempre trasparire da un buon quadro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Trucchi per dipingere un quadro in poco tempo

Saper dipingere è un dono che non tutti purtroppo possiedono, ma scommetto che più di qualche persona, almeno una volta nella vita si è improvvisato pittore e artista, magari lo ha fatto per gioco o seriamente e forse non è stato soddisfatto del lavoro...
Arti Visive

Come dipingere un quadro che al sole cambia colore

Se siamo appassionati di pittura, vediamo insieme come dipingere un quadro che al sole cambia colore, ed altre tecniche per riuscire a mettere su tela la nostra fantasia e le nostre emozioni. Ecco una piccola guida per fare un quadro che cambia colore...
Arti Visive

Dipingere un quadro in pochi minuti

L'arte della pittura è un'attività complessa e mistica allo stesso tempo. Servono studio della prospettiva ed infinita immaginazione per portare a termine i capolavori che noi tutti conosciamo. L'ispirazione è la fonte primaria alla base di ogni artista....
Arti Visive

Come dipingere un quadro surrealista

Uno dei principali movimenti letterario ed artistico sviluppatosi negli anni Venti del XX secolo è il surrealismo, che vede il suo termine con la fine della Seconda guerra mondiale. L'assioma fondamentale su cui si basa l'arte surrealista è la rivalutazione...
Arti Visive

Come dipingere un quadro con le foglie

Quanti di voi da bambini non si sono sbizzarriti nel realizzare delle vere e proprie opere d'arte utilizzando le foglie?Esistono davvero parecchi modi per realizzare un quadro con l'utilizzo delle sole foglie. Tra le altre cose, sarebbe un buon sistema...
Arti Visive

Come dipingere la cornice di un quadro

Un quadro non è bello solo per quello che raffigura me è l'insieme della tela e della cornice a renderlo bello. Rovistando nelle cantine e nei sottotetti abbiamo la possibilità di trovarne alcuni che fanno arredamento da sè, altri invece sono segnati...
Arti Visive

Come dipingere un quadro in prospettiva

La pittura è un'arte che nel corso dei secoli ha consentito a tantissimi pittori di esprimere i propri sentimenti, le proprie emozioni e la propria creatività, sfruttando specifiche abilità. Esistono tantissime tecniche differenti di pittura, più...
Arti Visive

Come iniziare a dipingere un quadro

Se intendete cimentarvi nella realizzazione di un quadro, è necessario prima documentarvi su alcune tecniche basilari di disegno e poi di colori, entrambe indispensabili per ottimizzare il risultato a lavoro completato. In riferimento a ciò, nei passi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.