7 dipinti per conoscere Monet

Tramite: O2O 28/06/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

Nato a Parigi nel 1840, Claude Monet è considerato il più grande degli impressionisti ed il fondatore del movimento. Scontroso e solitario per natura, Monet ha fatto della sua pittura "en plair"- all'aria aperta- l'ingresso col quale riusciva a soddisfare un' impellente necessità: mostrare all'esterno l'impressione visiva di un ambiente, nello specifico momento in cui la stava osservando.
Affascinanti e variopinti sono poi i moti del suo animo che l'autore riesce a tirar fuori tramite il suggestivo registro della sua tavolozza e gli interessanti ed innumerevoli giochi di luce, sempre centrali nelle sue opere.
È da questo assunto quindi, che l'artista parte da una ricognizione della realtà vista come luce-colore: dai motivi razionali della sua giovinezza, basati sul dato reale e sulla volontà di voler ricreare le vibrazioni atmosferiche e cromatiche della natura, fino a restituire del reale una trasformazione poetica e trasfigurante, che ha caratterizzato la sua arte negli ultimi anni di vita.
Qui di seguito vi mostriamo 7 dipinti, per conoscere e approfondire l'arte e l'evoluzione di questo straordinario artista del diciannovesimo secolo.

29

La signora in giardino a Sainte Adresse

Questo spettacolare dipinto è uno delle prime opere impressioniste di Monet. Realizzato nel 1857 è attualmente conservato nel Museo dell'Hermitage di San Pietroburgo. L'opera è stata particolarmente apprezzata dalla critica per la resa violenta della luce del mezzogiorno, che è centrale nell'opera ed è in perfetta sintonia con l'abito bianco della dama dipinta di spalle nell'ala sinistra del quadro. Spettacolare è l'equilibrio di tutto il dipinto, che nelle opere di Monet ricopre sicuramente un ruolo centrale.

39

I papaveri

Questo straordinario dipinto fa parte della collezione Musée D'Orsay, probabilmente la più ricca. L'opera mostra uno sterminato campo di Papaveri di Argenteuil, città a nord della Francia dove, pare, il pittore abbia vissuto con la sua famiglia. Uno degli elementi sicuramente di rilievo dell'opera sono le figure lievemente accennate -quasi silouhettes- che sembrano diventare un tutt'uno con lo splendido paesaggio estivo rappresentato nel quadro.

Continua la lettura
49

La gazza

La Gazza rappresenta una straordinaria poesia visiva "en Plair". La protagonista dell'opera è, però, la neve, glaciale ed immobile in una tranquilla mattina d'inverno.
Due i temi centrali del dipinto: il gusto per la solitudine e l'incredibile resistenza nel sopportare i disagi della natura, come la Gazza- raffigurata su una scala a pioli sulla sinistra del quadro- che solitaria e paziente, osserva l'incantata visione della natura che le si para davanti. L'opera è attualmente custodita nel Museo d'Orsay di Parigi.

59

Ninfee

Le ninfee hanno rappresentato una vera e propria ossessione per l'autore lunga 26 anni.
Ispirandosi al laghetto del suo giardino a Giverny infatti, Monet le dipinge in infinite varianti. Il vero capolavoro, però, è sicuramente quello commissionatogli da Georgeus Clemenceau per la decorazione delle due sale ovali dell'Orangerie. Le ninfee del museo Dell'orangerie sono state definite da andrè Masson infatti, la "Cappella sistina dell'impressionismo", in cui l'autore ha saputo coniugare lo stile "en pair" con uno straordinario capolavoro di arte decorativa.

69

Impressione, levar del sole

È stata l'opera che dal 1974 in poi, ha definito il movimento impressionista. Il dipinto è custodito al Museo Marmottan di Parigi e mostra i tratti salienti del movimento: la resa della luce, il colore usato per ricreare incredibili effetti ottici, le numerose pennellate ed i riflessi.
L'opera raffigura una straordinaria vista del porto di Le Havre all'alba. Ogni cosa perde i suoi contorni ed i suoi volumi, tutto appare accennato e avvolto da una dilagante nebbia viola che sembra quasi inghiottire i tratti distinti dell'opera. Soltanto il sole ne appare liberato che rosso e brillante si mantiene alto nel cielo.

79

Ninfee e Ponte Giapponese

Il Ponte giapponese è uno dei quadri più famosi dell'autore ed è stato realizzato durante il suo trasferimento a Giverny, comune francese della Normandia dove l'autore risiederà fino alla sua morte. Attualmente custodito presso il Museo D'orsay di Parigi, il ponte giapponese è una delle sue opere tarde. Protagonista del dipinto è il ponte in stile giapponese che funge da passerella su un piccolo corso d'acqua costellato da splendide e coloratissime ninfee, elemento molto caro all'autore. Sulla superficie del legno si vengono a coniugare i tre diversi riflessi della luce: quella dell'acqua, del sole ed il verde della vegetazione, sintesi ideale di un'immagine reale, artificiale e ideale racchiuso in un incredibile scenario di straordinaria bellezza.

89

Parlamento al tramonto

Tra il 1899 ed il 1901, Monet realizza i cicli pittorici dedicati al fiume Tamigi a Londra, che mostrano in almeno 100 vedute l'affascinante fiume. L'opera mostra il paesaggio londinese completamente immerso in una coltre di nebbia dagli straordinari effetti cromatici mentre in lontananza i palazzi sono vagamente intuibili. Lo spazio non è distinto ma è suddiviso in grandi superficie estese, rese eccezionali dai notevoli intrecci cromatici e dagli interessanti giochi di luce, che hanno fatto di questo artista uno dei principali (se non il principale) esponenti dell'arte impressionista.

99

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guida alle opere di Claude Monet

Claude Monet nacque a Parigi nel 1840. Monet intraprese la carriera di pittore a soli 18 anni. Le opere di Monet hanno grande successo ancora oggi in tutto il mondo. Così giovane, Monet creò quindi una corrente alternativa spesso criticata dagli oppositori....
Arti Visive

Le migliori opere di Monet

Claude Monet è senza dubbio alcuno il padre dell'impressionismo, corrente a lui dedicata e che in lui e nella sua pittura trova la propria più fulgida rappresentazione. Segni distintivi della pittura impressionista sono l'esecuzione dal vero e la natura,...
Arti Visive

Come fotografare dipinti

Molti sapranno che fare una fotografia dei dipinti non è sicuramente un'operazione abbastanza facile da compiere e le difficoltà nascono da svariate fronti, tra cui il vetro che ricopre il dipinto quando vi accingete a fotografare il quadro (magari...
Arti Visive

Come vendere dipinti online

Se sei un grande artista o semplicemente ti piace dipingere e condividere le tue creazioni col mondo intero, ma non sai come fare, una delle strade più brevi che puoi prendere è quella di vendere i tuoi dipinti online. Tuttavia, anche vendere arte è...
Arti Visive

Come pulire i dipinti a olio

State pulendo casa più a fondo ad avete intenzione anche di ridare splendore e luce a tutti i quadri che avete appeso in casa vostra? Ottimo, se avete allora anche dipinti ad olio e, non sapete come poterli pulire in modo accurato senza danneggiarli,...
Arti Visive

Come vendere dipinti

L'arte è da sempre stato un campo dalle vedute molto relative, i gusti del resto sono personali e non tutto ciò che obiettivamente è bello può piacere. In questo settore sono molti quindi i percorsi artistici che possono essere seguiti, ognuno con...
Arti Visive

Arte moderna: storia, stile e maggiori esponenti

La storia dell'arte moderna rappresenta nel complesso, un movimento artistico compreso tra la seconda metà del milleottocento e la seconda metà del millenovecento, frutto di profonde trasformazioni. I precursori di tale movimento, nonché i maggiori...
Arti Visive

Come analizzare un dipinto

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire come poter analizzare un dipinto, nel migliore dei modi ed in maniera semplice e veloce!Cercheremo di eseguire tutto questo, in modo da poter apprezzare e conoscere meglio, i dipinti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.