A Silvia di Giacomo Leopardi: analisi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Tra le numerosissime poesie scritte da Giacomo Leopardi, nato nel 1798 a Recanati e morto nel 1837, "A Silvia" rappresenta, oltre all'opera probabilmente più conosciuta della sua produzione, anche uno dei vertici della sua scrittura. "A Silvia" tratta il tema dell'adolescenza, indicandone anche elementi come il disinganno, ed è stata oggetto di numerosissime interpretazioni, continuando ad affascinare sia gli studenti che gli amanti della poesia. Nella presente guida verrà proposta, a tal proposito, un'analisi della poesia Silvia di Giacomo Leopardi che cerchi di essere il più fedele possibile al pensiero dell'autore.

24

Per iniziare l'analisi occorre indicare che "A Silvia" presenta una forma metrica che caratterizza gran parte delle poesie leopardiane, ossia la "canzone libera", espressa in 6 strofe di diversa lunghezza, con ben 27 versi che non terminano in rima. La struttura impiegata in questa poesia da Leopardi è simmetrica. Il nome Silvia rappresenterebbe uno pseudonimo; in realtà, la ragazza alla quale il poeta ha voluto dedicare i versi è Teresa Fattorini, la figlia del cocchiere che lavorava in casa di Leopardi, morta in tenera età a causa della tubercolosi.

34

Nel componimento "A Silvia" sono utilizzati quegli elementi che lo stesso Leopardi riteneva estremamente poetici, come il senso di indefinito e la vaghezza, espressi nell'assenza di descrizioni; la stessa figura di Silvia presenta pochi dettagli fisici e il paesaggio circostante è rarefatto e descritto attraverso l'utilizzo di aggettivi evocativi. Da sottolineare l'importanza assunta dai tempi verbali, con l'uso dell'imperfetto nelle strofe relative al ricordo degli anni giovanili e quello del presente quando si parla della consapevolezza del dolore. Inoltre, nelle strofe dedicate al ricordo la sintassi impiegata da Leopardi è molto limpida mentre in quelle dove a dominare è la riflessione diventa decisamente più tesa e ricca di immagini retoriche.

Continua la lettura
44

Nella poesia "A Silvia", comunque, la ragazza rappresenta un simbolo, quello della giovinezza e di tutte le passioni che caratterizzano quel momento della vita come l'amore, la possibilità di fantasticare e le lunghe attese. Ad accomunare Silvia a Leopardi non è l'amore, ma la condizione comune fatta di sogni e di speranze che molto presto finiranno per essere delusi. La morte che colpisce Silvia rappresenta la fine di ogni speranza giovanile di Leopardi, che maledice la natura per non aver saputo mantenere ciò che aveva promesso. Nonostante la poesia termini offrendo l'immagine della morte, è ricca di elementi che inneggiano alla vita, come se il poeta non voglia rassegnarsi al dolore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Come fare l'analisi di un testo poetico

Che si tratti di scuole medie o di esame di maturità, l'analisi del testo può rappresentare uno scoglio importante da affrontare. Il tutto peggiora se il testo da analizzare è una poesia con un linguaggio un po' antiquato. Consultando questa semplicissima...
Letteratura

Come trasformare una poesia in prosa

Per comprendere il testo di una poesia, a volte gli insegnanti propongono ai propri alunni di trasformarlo in prosa. Questa, pur mantenendo uno stile limpido ed elegante, è disconnessa da qualsiasi regola metrica particolare. Non contiene versi, non...
Letteratura

Gianni Rodari: poesie e racconti per bambini

La letteratura italiana si sa, ha una storia millenaria e vanta nomi del calibro di Dante, Boccaccio, Petrarca.. Manzoni, Svevo, Leopardi.. Una lista di nomi che tutti conoscono e di cui tutti hanno letto almeno qualcosa. Tutti nomi che hanno creato la...
Letteratura

Come distinguere il tipo di verso di una poesia

Se hai intenzione di diventare poeta, hai bisogno di una poesia da scrivere. Di cosa sono fatte le poesie? Di emozioni, ma ancor prima di versi. Ogni singola poesia va vestita con il tipo di verso adatto a lei. Il poeta, per vestire bene la sua opera,...
Arti Visive

Futurismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il futurismo rappresenta uno dei movimenti più importanti e influenti dell'Italia del XIX secolo. Il fenomeno del futurismo non deve essere visto solo come un movimento letterario, ma come qualcosa di più grande che andò a modificare le più comuni...
Letteratura

Come contare le sillabe di una poesia

La poesia è una delle tipologie di arte più alte e importanti. La poesia si divide in diverse tipologie a seconda del contenuto e della forma del testo. In particolare, la forma di una poesia dipende dal numero di sillabe in essa. Da questo numero dipende...
Letteratura

Charles Perrault: vita e opere

Magari per molti il nome di "Charles Perrault" non significa nulla, non ci si ricorda di averlo studiato a scuola tra i libri di testo insieme al Leopardi, al Manzoni, o ad Ugo Foscolo, tanto per citarne alcuni, ne di averlo letto tra i nomi dei filosofi...
Arti Visive

Il paesaggio nella storia dell'arte

Il paesaggio nella storia dell'arte ha avuto continui sviluppi nel corso della storia. Esso ha esercitato un grande fascino sugli artisti da sempre. Bisogna però dire che nei suoi primi sviluppi esercitava ben poca influenza, essendo considerato un elemento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.