Breakdance: come iniziare

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La breakdance è una tipologia di danza nata in America, precisamente nei Bronx di New York. Si tratta di un ballo molto divertente, ma allo stesso tempo pericoloso ed impegnativo se non si eseguono le tecniche nel modo giusto. Questo tipo di ballo permette di esprimere arte e talento, nonché le proprie abilità fisiche. La breakdance, col trascorrere del tempo, ha riscosso un enorme successo e pian piano si è diffusa a livello internazionale. Attualmente, infatti, questa danza è diventata ormai una vera e propria disciplina sportiva. Coloro che desiderano approcciarsi a questa pratica devono innanzitutto imparare alcune tecniche basilari e fondamentali. Di seguito vediamo insieme quindi come iniziare a ballare la breakdance.

27

Occorrente

  • Superficie liscia
  • Equilibrio
  • Sforzo fisico
  • Scarpe comode
37

Inizialmente questa disciplina potrebbe apparire piuttosto complessa, ma basterà la giusta pratica e costanza per riuscire a muoversi in modo corretto. Per ballare la breakdance è fondamentale eseguire i movimenti su una superficie scivolosa. Si consiglia dunque di prediligere le superfici in legno o in piastrelle. Attenzione anche alle scarpe, poiché questo sport richiede un grosso sforzo fisico. Assicuratevi quindi di indossare delle scarpe comode.

47

A questo punto è necessario occuparsi della musica, la quale è fondamentale per svolgere questa attività sportiva. Generalmente si consiglia di selezionare dei brani che trasmettano carica ed energia. Adesso giunge il momento più difficile, ovvero quello di approcciarsi con le tecniche di base. Il termine "teached" indica ad esempio dei movimenti di 4 o 6 passi che il ballerino esegue sul pavimento. Dunque, quando un artista esegue delle manovre chiamate "teached" significa che queste sono piuttosto complesse. Per iniziare a praticare la breakdance si consiglia di imparare il "toprock", ovvero dei movimenti in piedi, prima di esercitarsi con quelli che vanno eseguiti in basso sul pavimento.

Continua la lettura
57

Si consiglia inoltre di praticare le azioni da eseguire sulle punte dei piedi per poi passare a dei semplici rimbalzi. In questo modo potrete sperimentare la vostra abilità. A questo punto iniziate ad incrociare le gambe e passatene una davanti all'altra per fare leva sul vostro equilibrio. Effettuate dei piccoli salti e portate le gambe in posizione di riposo. Quando incrociate le gambe, è fondamentale cercare di non spostare tutto il peso corporeo sui piedi. Continuate di tanto in tanto ad effettuare dei piccoli salti dalla posizione di riposo e iniziate a farvi guidare dal ritmo della musica. Una volta che vi lasciate trasportare dal ritmo, iniziate pian piano ad effettuare i movimenti sempre più velocemente. Cercate di fare molta pratica ed eseguite più volte questi movimenti basilari del toprock. Una volta che vi sentite padroni del vostro corpo, iniziate ad usare anche le mani e le braccia per favorire l'equilibrio. Ad esempio, quando effettuate dei passi in avanti, lasciate che le braccia si muovano dietro oppure lasciatele oscillare. A questo punto, è possibile sperimentare i movimenti più complessi, ovvero quelli da eseguire in basso sul pavimento. Basterà assumere la posizione di flessione e portare in avanti la gamba destra, davanti al piede sinistro. Adesso potrete iniziare a gestire l'equilibrio del peso corporeo e del bordo esterno del piede destro. Si consiglia inoltre, di esercitarsi sempre di fronte ad uno specchio per assicurarsi di eseguire le tecniche in modo corretto. Non è necessario esagerare sin da subito: sperimentate le mosse nuove soltanto quando avrete acquisito del tutto la consapevolezza e la sicurezza delle vostre abilità.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di prendere confidenza con i movimenti e ripetete gli stessi passaggi più volte
  • Fate pratica davanti ad uno specchio

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Come iniziare a ballare la break dance

La breakdance è una forma di ballo nata sulla strada intorno agli anni 70' nel Bronx, a New York. Per quanto possa apparire un arte dedicata all'intrattenimento, in realtà il b-boy (il ragazzo che balla la break), è un guerriero che aderisce ad un...
Danza

Hip hop: gli scatti

Quando la musica Hip Hop si è sviluppata verso la fine degli anni '70, molte persone non ne erano ancora a conoscenza. È stata creata nei quartieri più poveri di New York ad opera di adolescenti afro-americani e latini, di cui una parte di questi è...
Danza

Come fare il Moonwalk di Micheal Jackson

Siete amanti del ballo e volete imparare alcuni passi per far rimanere a bocca aperta i vostri amici e amiche? Allora perché non vi mettete alla prova con uno dei passi di danza più famosi al mondo? Leggete questa mia pratica e semplicissima guida su:...
Danza

Storia della danza hip pop

Il mondo della danza è molto vasto e pieno di contaminazioni. Al giorno d'oggi è possibile individuare tantissimi stili oltre alla tradizionale danza classica: abbiamo infatti la danza moderna, la danza contemporanea, la danza latina, e da alcuni decenni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.