Come analizzare Il Castello di Kafka

Tramite: O2O 01/12/2017
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Questa è una breve guida alla comprensione dell'opera Il Castello di Kafka.
Il Castello di Franz Kafka è uno dei tre romanzi dell'autore praghese, pubblicato postumo nel 1926.
L'opera, come gran parte della produzione dello scrittore, appartiene al filone "esistenzialista", corrente di pensiero e filosofica che mira ad analizzare i vari stadi dell'essere. Nel caso di Kafka, l'esistenzialismo sprofonda in nichilismo riducendo la vera essenza dell'essere in nulla: l'uomo di Kafka non ha obiettivi, non ha gioie, e le sue situazioni sono sempre senza via d'uscita (da qui il neologismo "kafkiano").
Ne " Il Castello " il protagonista, un agrimensore, ha premura di avere convegno con gli spettabili del castello per poter esercitare la sua professione ma questo benvenuto non avverrà mai, e il finale dell'opera (ricordiamo incompiuta), rappresenterebbe il protagonista (chiamato solo K.) sul letto di morte.

26

Il Castello

" Era sera tarda quando K. Arrivò. Il paese era sprofondato nella neve. Il colle non si vedeva, nebbia e tenebre lo circondavano, non il più debole chiarore rilevava il Castello."
Il Castello per Kafka è l'obiettivo a cui l'uomo aspira ma invano: l'Infinito, l'Assoluto, un'entità dispotica, tirannica, inanimata.
Il Castello è abitato da segretari e politici di vario tipo, la gente del villaggio è assoggettata al Castello e tutti eseguono gli ordini nonostante nessuno vi sia mai stato. Anche coloro i quali abitano l'interno del Castello sono inarrivabili, per l'autore quasi semidei, e nemmeno gli abitanti del contado li hanno mai visti personalmente.

36

Gli abitanti del contado

Nonostante sia stata accordata a K. La licenza di esercitare la professione di agrimensore, il protagonista trova due difficoltà: la prima è l'ostilità degli abitanti del villaggio, i quali mancano di affettività e di lealtà; la seconda è la lentezza degli apparati burocratici del Castello stesso. K. Per poter ovviare alle avversità decide di chiedere udienza a Klamm, un abitante del Castello che tutti quanti temono, anche solo pronunciarne il nome. K. Per poter arrivare più vicino a Klamm ne seduce l'amante, Frieda, sperando questa relazione porti beneficio.

Continua la lettura
46

La fine incompiuta del romanzo.

K. Intraprende il lavoro di bidello in una scuola elementare grazie alla relazione con Frieda, e qui dovrebbe attendere l'incontro chiarificatore con Klamm, ma la donna lo lascia. K. Allora chiede un incontro con il segretario personale di Klamm il quale accetta, ma solamente per comunicargli che Frieda deve far ritorno all'Albergo dei Signori, il luogo dove lavorava prima che K. La seducesse. Il romanzo si interrompe qui con la morte dell'autore.

56

La poetica de " Il Castello "

Cosa rappresenta il castello? È l'eterna lotta contro il potere, contro lo stato, contro la divinità, contro ciò che trascende l'uomo, ed è una lotta a perdere: il protagonista kafkiano è un protagonista che vive situazioni assurde, insormontabili, che lotta strenuamente, per poi cadere vinto. Il Castello è l'assenza di comunicazione, è l'essenza di logos, la solitudine stessa dell'autore, la mancanza di nous, l'annichilimento dell'essere che sprofonda nel non essere parmenideo: la vita umana piena di affanni, ristrettezze, di fallimenti, con la morte come conclusione, e nessun beneficio neanche postumo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • nozioni di filosofia ontologica
  • contestualizzazione dell'autore nel periodo storico
  • conoscenza della biografia dell'autore
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Come analizzare Enrico IV di Luigi Pirandello

Enrico IV è una tragedia in tre atti. Scritta nel 1921 e rappresentata per la prima volta il 24 febbraio 1922 al Teatro Manzoni di Milano, può essere considerata uno dei capolavori teatrali di Luigi Pirandello. Se si analizza con attenzione l’opera...
Letteratura

Come analizzare Venuto al mondo di Margaret Mazzantini

Margaret Mazzantini è un'autrice che non ha bisogno di tanti aggettivi per poter essere presentata. Ma senza ombra di dubbio su di lei è bene sapere che ha uno stile di scrittura molto delicato, utilizza dei termini molto semplici ma li propone in...
Letteratura

I romanzi più importanti della letteratura tedesca

Questo articolo è dedicato a tutti i lettori amante della letteratura classica, in particolar modo quella tedesca. In queste righe vi parlerò infatti dei romanzi più importanti della letteratura tedesca.I titoli, che molti di voi conosceranno (o quantomeno...
Letteratura

5 libri da leggere in inverno

Un libro è sempre un bel libro, a qualsiasi età lo si legga ed in qualsiasi situazione ci si trovi. Ma non è forse altrettanto vero che l’atmosfera ce lo fa gustare in maniera più intensa? Leggere di verdi praterie proietta subito di fronte a noi...
Letteratura

I principali autori della letteratura giapponese contemporanea

Ben pochi lettori conoscono la splendida letteratura nipponica del dopoguerra: peccato, perché oramai moltissime opere sono tradotte anche in italiano e meritano la vostra attenzione. Gli scrittori giapponesi che non sono noti per le gesta di samurai...
Letteratura

I classici da leggere almeno una volta nella vita

Leggere è uno dei passatempi migliori che ci siano. Con un libro in mano si può sognare, si possono visitare paesi lontani e con l'immaginazione ci si emoziona. La lettura è un hobby che tutti dovrebbero coltivare. La cultura è la base sulla quale...
Letteratura

Come scrivere un racconto breve

Innanzitutto, una precisazione. Per convenzione si definisce racconto breve un testo narrativo lungo al massimo 5 cartelle editoriali, cioè qualcosa come diecimila caratteri. Secondo questo tipo di definizione, anche i racconti flash alla Barthelme,...
Letteratura

Il romanzo gotico

Sviluppatosi nella seconda metà del XVIII secolo, il romanzo gotico rappresenta una corrente letteraria i cui temi principali erano il romanticismo, molto in voga in quel periodo anche nelle altre forme d'arte, e l'orrore. Il termine gotico deriva, non...