Breve storia del balletto

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

La danza è una forma d'arte che ha sempre fatto parte della storia umana dai tempi più antichi. Dai rituali dedicati alle divinità fino allo spettacolo di intrattenimento, il ballo ha assunto diverse valenze nel corso dei secoli che si sono declinate a seconda delle epoche e delle culture. Ad essa sono stati attribuiti nel tempo diversi significati ed è stata lo specchio delle società e del loro modo di pensare e intendere la vita. Seguendo le tappe fondamentali di questo percorso, possiamo tracciare una breve storia del balletto e focalizzarne gli aspetti più salienti.

29

Occorrente

  • Manuale di storia della danza
  • Passione per il balletto
39

Preistoria e antichità

Le testimonianze più antiche riguardanti la danza sono immagini che i nostri antenati hanno lasciato su pareti di grotte, rocce ed oggetti con tecniche diverse. Essa aveva soprattutto una valenza sociale, data dal fatto che si danzava in gruppo, e magico-simbolica. Da una parte, si creava attraverso questa espressione una coesione forte tra i membri della società, dall'altra il ritmo e le geometrie create dai movimenti ponevano gli uomini in armonia con il cosmo.Anche presso i Greci e i Romani la danza aveva un valore sacrale. Essa entrava anche nella sfera del teatro e del combattimento, dove assumeva una connotazione più aggressiva e vivace.Nelle città romane, i nobili cominciarono a far istruire i figli nello studio della danza, che aveva come temi le storie degli dei e degli eroi. Nelle campagne il ballo era un'esperienza più corale e legata a riti propiziatori o a festeggiamenti.

49

Medioevo

A partire dai secoli XIII e XIV la danza inizia ad assumere via via una forma più puramente estetica e meno legata alla ritualità: si segna a questo punto la nascita del balletto tra le forme artistiche principali. Le danze avevano strutture ancora molto legate a quelle dei balli contadini, eseguite in cerchio o in fila seguendo semplici schemi. Se inizialmente esistevano sia danze religiose che danze profane, piano piano la Chiesa, ravvisandovi occasioni di peccato e mondanità, iniziò ad allontanare questa forma di espressione che fu in breve tempo relegata alla sfera laica.

Continua la lettura
59

Rinascimento

È in questo periodo che la danza diventa pienamente una forma di espressione artistica: il termine "balletto" (o ballitto) fa la sua comparsa infatti agli inizi del XVI secolo, in sostituzione del più generico "danza". In questo periodo vanno in scena i primi spettacoli danzanti, la cui struttura si sviluppa attorno ad un filo conduttore, ovvero il tema amoroso. Un balletto si dedicava generalmente a una dama di corte e veniva messo in scena a palazzo. Presso le corti era presente un maestro di ballo professionista al servizio dei nobili. Sempre nel '500 il ballo inizia a diffondersi in tutta Europa. In Francia, ad esempio, i primi balletti vengono introdotti nel 1588 da Thoinot Arbeau. Egli mette in scena un corteo danzante che si chiama "Bal des ardents". Nel '500 nascono le prime scuole di ballo e i primi trattati sull'argomento. La prima grande accademia per ballerini nasce in Italia, a Milano, per iniziativa di Pompeo Diobono. Da qui e dalle altre scuole italiane usciranno numerosi ballerini talentuosi che contribuiranno a diffondere l'arte e la tecnica della danza.

69

Il Seicento

In questo periodo storico il balletto conosce i primi fasti, grazie all'affermarsi delle cosiddette danze nobili e al grande interesse per questa arte che hanno mostrato i regnanti dell'epoca. Tra questi spicca il Re Sole, Luigi XIV. A quanto si dice, il Re Sole amava molto il ballo e lo praticò fino ai 30 anni. Successivamente dovette abbandonare per via di alcuni problemi a livello fisico. Non smise tuttavia di promuoverne la diffusione. A tal proposito, si deve al sovrano la fondazione, nel 1661, dell'Accademia Reale di Danza. Il suo scopo era quello di formare i ballerini per le esibizioni. L'attività della scuola fu così proficua e di successo, che nel '700 i ballerini francesi iniziarono ad esibirsi in teatri pubblici. Nello stesso tempo però, il ballo e la danza erano osteggiati dalla chiesa e non mancavano opuscoli contro di essi e contro i danzatori.

79

Il Romanticismo

Durante il Romanticismo, a cavallo tra '700 e '800, fiorisce quella che oggi conosciamo come danza classica. Il Teatro dell'Opéra di Parigi era un esempio pratico del successo che aveva riscosso il balletto all'epoca. Qui nel 1832 nacque il balletto romantico per eccellenza, la Sylphide. La realizzazione di questo balletto si deve a Maria Taglioni, con coreografie del padre, Filippo. In questo periodo, i soggetti mitologici vennero via via sostituiti da nuove tematiche quali il conflitto tra illusione e realtà, tra corpo e anima. Nasceva il ruolo della prima ballerina, attorno alla quale si costruiva lo spettacolo. La protagonista femminile diventa l'essenza stessa del balletto e incarna da una parte l'alto livello tecnico e dall'altra la leggiadria del movimento. In tema di costumi e tecnica, le novità si moltiplicano e per la prima volta la danzatrice utilizza una lunga tunica diafana che sarà l'antenatà del tutù.

89

Il ventesimo secolo

Con l'inizio del XX secolo la tradizione russa, legata al balletto, si diffonde in tutta Europa. Nel 1909 un impresario, Sergei Diaghilev, intuì le potenzialità commerciali di questa attività. Egli divenne fondatore di una compagnia itinerante di danzatori, la quale doveva girare di paese in paese per mettere in scena le proprie opere. Pur mettendo la danza al centro, questi show comprendevano anche musica e arti figurative di vario tipo.
Nelle zone dove non c'era una forte tradizione classica, iniziò invece a svilupparsi la danza moderna. Fondamentale fu l'apporto degli artisti provenienti dagli Stati Uniti, dove dagli anni '30 iniziò a prendere vita questo movimento.Negli Stati Uniti e in Europa nasce, dopo la seconda guerra mondiale, la danza contemporanea, che si concentra principalmente sul corpo. Attualmente, grazie all'avvento di nuove tecnologie, si esplorano diversi percorsi coreografici che vedono l'interazione del ballo con video e musica elettronica.

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguire qualche balletto può aiutarci a capire meglio questa forma d'arte.
  • E' possibile consultare manuali di storia della danza, reperibili in libreria o presso le biblioteche
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Breve storia della danza moderna

Oggi grazie agli spettacoli televisi possiamo ammirare degli show incentrati sulla danza, sia moderna che classica. Naturalmente la danza classica rappresenta la base di tutto, avendo una storia millenaria; ma anche la danza più moderna sembra avere...
Danza

Breve storia della danza jazz

Se siamo degli amanti della danza, per riuscire ad apprezzarla e comprenderla correttamente, dovremo necessariamente conoscere la sua storia. Su internet potremo trovare tantissime guide ed articoli che trattano i vari periodi storici anche nel campo...
Danza

Come inventare un balletto

Molte sono le persone appasionate di danza e spettacoli, che ogni giorno si riversano nei teatri per ammirare le scenografie e le evoluzioni artistiche messe in scena da ballerini professionisti. I balletti sono sempre belli da vedere, ed affascinano...
Danza

Guida al balletto "Notre-Dame de Paris"

Ogni ballerino e ballerina di danza classica sogna di poter diventare un giorno famoso per la sua bravura ed espressività d'arte attraverso le movenze del suo corpo e partecipare così alla realizzazione di un'opera famosa e rinomata. Una di queste opere...
Danza

Come vestirsi per un balletto

Una bravissima ballerina di qualunque genere se non a suo agio durante un'esibizione può compromettere il risultato della sua performance. Per evitare che questo accada e avere sempre il meglio in ogni prestazione ha bisogno di vestirsi in modo adeguato...
Danza

Guida al balletto Onegin

Il balletto è una particolare forma teatrale, in cui si fondono recitazione e danza, nata nel primo Rinascimento, grazie all'opera dei maestri compositori che si trovavano presso le corti signorili dell'Italia o della Francia dell'epoca. È una rappresentazione...
Danza

Idee simpatiche per insegnare il balletto ai bambini

Insegnare è una delle attività più difficili che esistano, ma insegnare ai bambini è ancora più difficile, poiché è complicato fargli amare le materie, trasmetter passione e farli rimanere attenti alle lezioni. Spesso le bambine vengono avvicinate...
Danza

Come mantene le Ginocchia dritte nel balletto

La danza classica può essere considerata a tutti gli effetti una vera e propria arte. Durante l'esibizione, il corpo si muove con molta grazia e altrettanta eleganza, catturando l'attenzione di coloro che ammirano codesti movimenti. Ma per raggiungere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.