Breve storia dell'arte greca

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L’arte greca è sicuramente una passaggio molto importante nella storia dell’arte. Insieme all'arte romana, questi due unite sono conosciute solitamente con il nome di arte classica. L’arte greca ricopre un periodo della storia abbastanza lungo, ed inoltre contiene al suo interno molte delle innovazioni artistiche che hanno dato svolte di grande importanza del campo a livello mondiale. Vediamo dunque una breve storia di quest’arte.

26

L’arte greca, formalmente è chiamata come l’arte perfetta, è un’arte che si può davvero definire così, in particolare dal periodo del Neoclassicismo in poi. Poiché per i Greci in questo periodo la ricerca della perfezione estetica voleva dire tutto, e questo inciderà particolarmente nella scrittura, ma anche nella pittura e architettura. In ogni caso è comunque importante dare una data a questo periodo storico. Generalmente l’arte greca viene divisa in quattro periodi storici principali, l'uno seguito dall'altro.

36

La ricerca dell’esser bello e il particolare interesse all'estetica, i Greci hanno contribuito particolarmente alla produzione artistica di questo periodo sotto ogni sua forma. Nell'ambito della scrittura solitamente si dava grande spazio all'anatomia umana. La figura dell’uomo veniva rappresentata come un eroe, dai tratti fermi e vigorosi, in posizione che ne esaltava ogni tratto. Con il passare del tempo molte più figure entrarono a far parte della scultura greca, come altre figure umane (in particolare i bambini) ed anche animali.

Continua la lettura
46

Nell'arte greca la pittura è sicuramente la sezione più sconosciuta. Infatti a differenza di quello che si potrebbe pensare, anche questa sezione era una certamente una forma artistica a cui i Greci dedicavano particolare attenzione. Anche se veniva pratica in due modi diversi, su muro e su tavola, sfortunatamente è andata comunque persa quasi del tutta. Infatti sono rimasti pochissimi esemplari, tra cui uno dei più noti è senz'altro “La tomba del truffatore”, opera del 480 a. C.

56

Per i Greci, la sezione che ha indubbiamente che ha fatto parte di un ruolo importante è l’architettura. Infatti vi si trovato soprattutto molti importanti luoghi sacri, cioè i templi, che venivano costruiti per le divinità. Fino all’anno del 700 a. C. Dopo la tendenza del dorico robusto, subentra successivamente lo stile ionico, con linee che si possono definire più morbide. Quest’ultimo si colloca intorno al 550 a. C. Ed un templio attinente a questo stile e senz’altro il Templio di Artemide e Efeso (prima della ricostruzione intorno all’anno 300 a. C).

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Breve storia dell'arte italiana

L'arte italiana è caratterizzata da mutamenti, che passano attraverso i vari secoli. Chiaramente, ogni epoca presenta un proprio stile, e le varie testimonianze sono giunte fino a noi. In questa guida tracceremo una breve storia di quella che è stata...
Arti Visive

Breve storia dell'arte moderna

L'arte moderna rappresenta un insieme di idee in evoluzione tra un certo numero di pittori, scultori, scrittori ed artisti che, sia individualmente che collettivamente, hanno cercato dei nuovi approcci nel creare arte. Anche se l'arte moderna è iniziata,...
Arti Visive

La scultura nell'arte greca

La civiltà greca, fu una delle civiltà più fiorenti nel campo delle arti e la produzione artistica di questo popolo è una delle più ricche e meglio conservate in assoluto. Molte opere sono infatti arrivate pressochè intatte fino ai nostri giorni,...
Arti Visive

Arte Nouveau: storia, stile e maggiori esponenti

L'Arte "Nouveau" si colloca in un periodo che va dalla fine del XIX secolo ai primi del Novecento. Questo movimento artistico si diffonde in Europa, partendo da Belgio e Francia. All'Art Nouveau di ricollegano le arti figurative e quelle applicate, e...
Arti Visive

Arte classica: storia, stile e maggiori esponenti

L' arte classica è una corrente che da sempre ha affascinato molti, simbolo di artisti che hanno espresso al meglio il proprio talento attraverso scultura, dipinti, architettura... Si delinea una corrente di tipo naturalistico/realistico, l'obbiettivo...
Arti Visive

Arte povera: storia, stile e maggiori esponenti

L'arte è una disciplina molto importante, perché ci permette di conoscere e comprendere alla perfezione tutte le opere realizzare dai vari artisti negli anni, collocandoli in particolari correnti artistiche che ci consentono di comprendere in maniera...
Arti Visive

L'arte giapponese Ukiyo-e storia e protagonisti

Ukiyo-e letteralmente significa “immagine del mondo fluttuante”, da “uki” fluttuante, “yo” mondo ed “e” immagine. Con questo termine si identifica un genere di stampe giapponesi impresse su carta con matrici in legno, realizzate fra il...
Arti Visive

Arte concettuale: storia, stile e maggiori esponenti

Con il termine Arte concettuale s'intende uno stile in cui il concetto espresso risulti maggiormente importante rispetto all'estetica dell'opera medesima. Specificatamente, questo movimento nacque e si sviluppò negli Stati Uniti d'America (USA) intorno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.