Breve storia della musica jazz

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Jazz è un particolare genere musicale nato negli Stati Uniti, nello stato della Louisiana, nel corso del XIX secolo, la cui caratteristica peculiare è l’improvvisazione. Il jazz si differenzia in particolare per la grande libertà di espressione degli strumenti solisti, per il ritmo basato essenzialmente sul sincopato e per l’uso del vibrato. Fin dall’inizio ha subito notevoli influenze, sia dal blues che dalla musica leggera, modificandosi e mescolandosi nel corso del tempo anche con i generi musicali più moderni, non solo americani. Con questa guida, andiamo a conoscere la breve storia della musica jazz.

26

Origine del jazz

L’origine del jazz è molto antica e si colloca negli Stati Uniti. Già a partire dal XVII secolo sbarcarono nella colonia inglese della Virginia i primi schiavi di colore provenienti dal continente africano, i quali venivano impiegati nelle sterminate piantagioni di tabacco, riso, zucchero e cotone. Fu durante questo periodo che nacquero i primi canti con cui gli schiavi erano soliti accompagnare il loro duro lavoro. Si trattava prevalentemente di cori collettivi e cadenzati, i cosiddetti “work songs”, la cui cadenza ritmica coincideva con quella dello sforzo fisico. La successiva evoluzione di questi cori furono gli “spirituals”, considerati i veri e propri antenati del jazz, che consistevano in canti collettivi a sfondo religioso (i testi erano tratti dalla Bibbia) e che nacquero in seguito alla progressiva opera di conversione religiosa degli schiavi, effettuata per mano di missionari cristiani.

36

Luogo di diffusione

Il jazz vero e proprio cominciò a diffondersi a New Orleans, la più grande città degli stati del Sud, a partire dal 1920. La particolarità di questa città, importantissimo porto sul Golfo del Messico situato alla foce del fiume Mississipi, era di costituire un punto di confluenza tra culture ed etnie diverse. Qui operavano le prime Brass Band, impiegate nei battelli che risalivano il fiume. Già 10 anni dopo si affermarono i primi complessi e vennero registrati i primi dischi di musica jazz.

Continua la lettura
46

Maggiori esponenti

La consacrazione di questo genere musicale la si deve a musicisti come: Louis Armstrong, il trombettista più famoso di tutti i tempi, Duke Ellington, Jo Jones e Bessie Smith. Dopo gli anni '40 però, finì il momento d'oro del jazz vero e proprio e cominciò a prendere piede lo stile del bepop. I pionieri di questo stile furono: Charlie Parker, sassofonista morto prematuramente a causa della sua vita sregolata, Miles Davis, trombettista, e il virtuosissimo John Coltrane, anch'egli sassofonista. Sempre negli anni ’60 cominciano a formarsi artisti jazz il cui stile è riconducibile ancora oggi ad un'originalità che non può essere schematizzata: è il caso del pianista Chick Corea, del chitarrista Pat Metheny, artisti ancora in attività, e la cui presenza nel panorama internazionale dimostra la modernità dello stile jazz e delle sue originalità.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il jazz è simile al blues, poiché anch'essi è nato dagli schiavi americani deportati negli USA.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Breve storia della musica pop

La pop music, ovvero quella che conosciamo sotto il nome di musica pop, è un genere che risale agli anni '50. Si tratta sostanzialmente di una derivazione del rock 'n roll, ovvero di un macro genere musicale contemporaneo che comprende alcuni sottogeneri...
Musica

Breve storia della musica hip hop

Attualmente l'hip hop è un fenomeno musicale e culturale molto diffuso in tutto il mondo. Di origine molto recente, prese le mosse a New York grazie all'attività di un famoso dj degli anni Settanta. Attualmente questa cultura influenza non solo l'ambito...
Musica

Breve storia della musica lirica

La musica lirica è una forma d'arte di origini molto antiche attraverso la quale, i cantanti e musicisti eseguono le loro opere basandosi su storie drammatiche, combinando testo e partitura musicale. Ancora oggi, tale espressione musicale, riscontra...
Musica

Breve storia della musica elettronica

La musica ha fin dall'antichita' suscitato un certo fascino in ogni persona, ed ogni epoca ha generato un certo tipo di musica e genere. Ormai sono talmente tanti i tipi di musica che ognuno puo' ritenersi soddisfatto in qualche modo. Ma oltre a sentire...
Musica

Breve storia della musica folk

Il mondo della musica ha sempre suscitato un notevole interesse e nel corso degli anni della storia umana, essa ha subito numerosi cambiamenti adottando tecniche sempre più originali e nuove. La musica, nasce dalla necessità di espressione popolare...
Musica

Come ascoltare la musica jazz

Se state leggendo questa guida è perché, probabilmente, avete avuto modo di ascoltare qualche brano che vi ha fatto appassionare di un genere musicale ricco di storia ed emozioni: il jazz. Chi il jazz lo ha ascoltato solo attraverso qualche spot pubblicitario,...
Musica

Breve storia della musica blues

Il blues risulta essere precisamente un genere musicale che ha radici profonde nella storia afro-americana. Il genere, infatti, ha avuto origine nelle piantagioni del Sud nel 19° secolo dove gli schiavi hanno lavorato duramente nei campi di cotone e...
Musica

Breve storia della musica leggera

Il termine musica leggera si riferisce a tutta quella produzione musicale di consumo, realizzata per poter essere divulgata e diffusa tra le grandi masse popolari. In particolare, con i suoi generi e sottogeneri, la musica leggera italiana viene considerata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.