Canto: come eseguire il riscaldamento vocale

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Chi è nel mondo della musica sia come speaker che come cantante, saprà sicuramente quanto è importante scaldare sempre la voce, prima di mettersi a cantare qualsiasi canzone in pubblico o in uno studio di registrazione. È sempre meglio evitare di cantare o di parlare continuamente quando la voce non è abbastanza calda, perché si rischia di danneggiare le corde vocali e di non emettere dei suoni perfetti. È molto importante sempre predisporre la propria voce ad uno sforzo, ed è per questo, che è necessario sempre scaldare le corde vocali prima di emettere qualsiasi nota musicale.  

27

Occorrente

  • Pazienza
  • Tempo
  • Calma
  • Rilassamento
37

Stare dritti con la schiena

Per riscaldare la voce prima di ogni cosa, è fondamentale stare sempre dritti con la schiena e mantenere una postura corretta che potrà permettervi di emanare qualsiasi nota musicale in maniera davvero perfetta. Stare con la schiena dritta, vi permetterà di emettere suoni limpidi, di respirare profondamente e di poter dare il fiato giusto a qualsiasi nota. Cercate quindi di stare sempre dritti ed evitate di stare seduti o con la pancia piegata, mentre dovrete riscaldare le corde vocali.

47

Eseguire scale e gorgheggi

Per continuare il riscaldamento vocale, è essenziale anche eseguire varie scale musicali che potrete fare sforzando minimamente le corde vocali. Potete partire dalle note basse fino ad arrivare alle note alte senza però urlare. Dovrete eseguire le scale sempre a voce bassa, mantenendo la linea delle note sempre costante, senza mai emettere suoni striduli che potrebbero rovinarvi la voce e le corde vocali. Il riscaldamento con le scale è indispensabile per faticare meno con la voce. Potete esercitarvi più volte con scale differenti, fino ad aumentare il volume della voce poco per volta e mai di colpo. Potete anche eseguire dei gorgheggi, in modo tale da esercitarvi sia con le labbra, che con la lingua, emettendo dei suoni leggeri e soprattutto vibrati che alleggeriscono la tensione delle corde vocali.

Continua la lettura
57

Eseguire suoni nasali

Per finire, potete anche riscaldare le corde vocali emettendo anche dei suoni nasali mantenendo la bocca chiusa. I suoni nasali servono a fare il minimo sforzo con le corde vocali, ma allo stesso tempo, sono in grado di farvi scaldare la voce senza fare sforzi eccessivi. Dovrete necessariamente rilassare la mascella ed eseguire i suoni nasali più volte per essere pronti a cantare senza causare danni alla vostra bella voce squillante.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non sforzate mai le corde vocali.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come aumentare l'estensione vocale

Per estensione vocale è da intendersi, l'intervallo massimo raggiungibile con la propria voce, partendo dalla nota più bassa fino ad arrivare a quella più acuta. Appunto, molto spesso, si usa questa estensione per dare più vigore e più incisione...
Musica

Come improvvisare con la voce nel canto

Cantare e fare musica sono forme d'arte che risalgono a moltissimo tempo fa. La bravura di un cantante però non sta solo nel saper usare il cuore quando intona una melodia, ha bisogno di esercitarsi per migliorare la tecnica e quando necessario improvvisare...
Musica

Il fraseggio nel canto

Il fraseggio nel canto riveste un ruolo di fondamentale importanza. Esso, si ottiene avvalendosi di una tecnica corretta e molto esercizio. Tale tecnica, prende il nome di "vocale del legato", che consente di ottenere, una buona interpretazione del brano,...
Musica

La respirazione nel canto lirico

Il canto è una delle forme espressive più belle ed istintive dell’uomo, utilizzato sin dagli albori della storia umana come strumento universale di comunicazione e di manifestazione artistica. Attraverso l’utilizzo melodico della propria voce si...
Musica

10 esercizi vocali di canto

Si ritiene spesso che il canto sia un talento, un dono che non è stato concesso a tutti: pensare così sarebbe come dire che l'esercizio e l'impegno non servano a nulla, se non sono accompagnati da una predisposizione naturale. Certo, è vero che alcuni...
Musica

Tecniche di canto lirico

Per chi è appassionato di musica lirica ed ama cimentarsi in questa particolare arte del canto lirico, sa che bisogna studiare ed esercitarsi molto. Chi segue delle lezioni di preparazioni di canto lirico, sa benissimo che deve conoscere ed applicare...
Musica

Cos'è il canto gregoriano

Il canto gregoriano è un canto liturgico che nasce a partire dal VIII secolo in Occidente durante la rinascita carolingia. È un genere musicale vocale (senza accompagnamento strumentale), monodico in lingua latina. È nato il seguito alla volontà del...
Musica

Come utilizzare il vibrato nel canto

Nel canto il vibrato è una tecnica che viene utilizzata per rendere più espressivo il brano e conferirgli maggiore interpretazione. Si tratta di un meccanismo tramite il quale, mentre vengono emesse le note, la voce fluttua. Infatti il vibrato, secondo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.