Caratteristiche dell'arte mesopotamica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le enormi civiltà dell’Egitto e della Mesopotamia (terra dei fiumi) si svilupparono 5.000 anni fa: esse avevano in comune la presenza di grossi fiumi, che servivano come mezzo di comunicazione e grazie alle proprie piene rendevano molto fertili le terre. Precisamente, i fiumi più rilevanti presenti sono il Nilo (situato in Egitto), il Tigri e l’Eufrate (entrambi collocati in Mesopotamia). Nella seguente pratica e dettagliata guida proposta nei passaggi successivi, vi spiegherò le caratteristiche dell’arte Mesopotamica!!!

25

I rapporti tra i popoli della Mesopotamia e gli egiziani

Gli egiziani e i popoli della Mesopotamia riuscirono ad organizzarsi socialmente ed economicamente, acquisendo enormi capacità di produzione: inoltre, queste due civiltà condividevano anche l’organizzazione sociale e politica, per cui il potere era centralizzato ed impersonato dal Re e dal faraone. Le città sorte inizialmente si trovavano sulle rive dei fiumi e venivano chiamate "cittadine fluviali", come Ninive, Ur e Babilonia. Successivamente, grazie alla commercializzazione dei prodotti agricoli nel Medio Oriente, sorsero le città commerciali. Gli elementi sempre presenti della civiltà Mesopotamica furono: il potere posseduto dal sovrano fece quasi sempre legare la produzione artistica al rito religioso; la cultura e l’economia venivano amministrate da ciascuna cittadina.

35

La città

La città rappresentava l’immagine dell'universo, possedeva una forma circolare, era custodita da mura e il proprio interno era suddiviso da assi viari che venivano disposti secondo i punti cardinali. Nel centro di tali cittadine, verso la fine del III millennio, furono costruite delle torri sacre (ziqqurat) e le più importanti furono quelle di Eridu, Uruk, Babilonia e Ur: con il tempo, esse si evolverono, perché originariamente i templi avevano un vasto cortile interno utilizzato come magazzino per le scorte alimentari. Ogni ziqqurat aveva una forma quadrangolare con la struttura a terrazze sovrapposte, d'altezza variabile e man mano più piccole.

Continua la lettura
45

I palazzi

Oltre al tempio, anche il palazzo persiano di Persepoli predominava la città ed esso: era arricchito da scalinate, portici, ampie sale con colonne e corridoi; appariva pressoché inaccessibile, poiché possedeva un muro massiccio di cinta, rafforzato dalle torri; raggiunsero il loro massimo splendore durante l'era degli Assiri, specialmente grazie all'abbondanza delle decorazioni; utilizzò la colonna per la prima volta in Oriente.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Le mostre archeologiche più belle d'Italia

Le mostre archeologiche prevedono degli itinerari che portano indietro nel tempo per rivivere la storia di quei luoghi che hanno testimoniato la nascita della cultura tradizionale. Visitare gli itinerari archeologici non è solo sintomo di desiderio di...
Arti Visive

Arte nella Civiltà Egizia

Nei libri di storia quando si parla della Civiltà Egizia non si può non trattare argomentazioni che riguardano le loro costruzioni e pitture. D'altra parte sono proprio quelle che oggi ci hanno fornito tutte le informazioni necessarie per comprendere...
Arti Visive

L'arte degli Assiri

Il nome vi ricorderà sicuramente i sussidiari delle scuole medie: gli Assiri. Su questa popolazione, attiva dal 1100 al 600 circa avanti Cristo in Mesopotamia, non c'è molto da aggiungere, rispetto a quanto già studiato. Ma come era L'arte degli Assiri?...
Arti Visive

Guida all'arte egizia

L'arte egizia ha origini antichissime, difatti le testimonianze pervenute risalgono al 2850 a. C., età definita dagli studiosi come "Periodo del Regno Antico". A differenza di altre civiltà anche contemporanee, gli egizi usavano l'arte per scopi celebrativi...
Letteratura

Storia: biografia di Francis Drake

The Golden Age, venne chiamata l'epoca della Regina Elisabetta, la regina vergine che dedicò la sua vita al popolo inglese, alla sua terra. Un'epoca, in cui l'Inghilterra possedeva il trono delle potenze europee, una terra che possedeva ricchezze e...
Arti Visive

breve storia dell'arte romana

Dal 753 A. C. al 476 D. C. C'è stata la civiltà romana, essa ha avuto dell'espressioni artistiche grazie a ciò che sottraeva ai territori conquistati, come ad esempio le statue. Guardando questo fattore da un altro punto di vista però essi erano simboli...
Arti Visive

L'arte celtica

Ogni qualvolta si parla di arte, è abbastanza semplice ricordare quelle più conosciute e più famose. Però sono esistiti diversi popoli che hanno diffuso, se anche per poco tempo, una nuova arte. Mi riferisco in questo caso all'arte Celtica che si...
Arti Visive

Breve storia dell'arte italiana

L'arte italiana è caratterizzata da mutamenti, che passano attraverso i vari secoli. Chiaramente, ogni epoca presenta un proprio stile, e le varie testimonianze sono giunte fino a noi. In questa guida tracceremo una breve storia di quella che è stata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.