Carlo Levi: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Carlo Levi è una delle personalità più importanti e famose del Novecento. Scrittore e pittore, egli si ricorda oggi soprattutto per il suo romanzo Cristo si è fermato a Eboli". In questa breve guida, illustreremo i tratti salienti della vita di un grande uomo e presenteremo alcune delle opere principali.

25

Carlo Levi nasce a Torino il 29 novembre del 1902, da una ricca famiglia ebraica. Fin dall'infanzia egli coltiva oltre alla passione per la scrittura, anche quella per la pittura per cui sarà anche ricordato in seguito. Agli albori della gioventù, decide di iscriversi alla facoltà di medicina di Torino. In questo periodo, anche grazie allo zio Carlo Treves, egli è inserito in un ambiente intellettuale multiculturale, nel quale conosce, tra gli altri, Cesare Pavese, Antonio Gramsci, Luigi Einaudi.

35

Levi fu attivissimo dal punto di vista politico. Già giovanissimo egli collabora con la rivista "La rivoluzione liberale", ma è nel 1931 che la sua fede politica si concretizza, con la sua iscrizione al movimento antifascista "Giustizia e libertà". Nel 1934, per sospetta attività antifascista, Levi viene arrestato e confinato nel paese lucano di Grassano e in seguito ad Aliano. A questa esperienza si ispira "Cristo si è fermato a Eboli" di cui parleremo in seguito.

Continua la lettura
45

Dopo il grande riscontro dell'opera, Levi continuò la sua attività di giornalista collaborando con "Italia libera" e "La Stampa". Nel 1954 prende parte al gruppo Neorealista e pubblica diverse opere, tra cui è doveroso citare: "Le parole sono come pietre" e "Il futuro ha un cuore antico". Durante gli anni '60, Levi ha intenzione di prendere parte alla politica in maniera più concreta e, spinto da alcuni esponenti del partito comunista, si presenta in qualità di senatore, venendo eletto per due legislature. Dopo un lungo periodo di inattività artistica, Carlo Levi muore nel Gennaio del 1975.

55

"Cristo si è fermato a Eboli" è sicuramente l'opera più importante e significativa dell'intera produzione artistica di Carlo Levi. Il romanzo, frutto delle esperienze maturate dall'autore durante il suo confino in Basilicata, tratta "la scoperta di una diversa civiltà". La città di Eboli, alla quale Levi fa riferimento nel titolo è una cittadina della bassa campania dove terminano le strade e le ferrovie. Pertanto, superato quel punto, le popolazioni contadine che abitano le terre desolate della Lucania, non appartengono ai canoni di civiltà, ma ad una storia diversa, ad una realtà difficile. L'opera è costituita da un'omogenea amalgama di stili che includono sia un forte carattere memerialistico sia una inclinazione diaristica sia da un genere di carattere saggistico sociologico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Giuda alla fondazione Minucci di Vittorio Veneto

La Fondazione Minucci è stata istituita nella città di Vittorio Veneto nella provincia di Treviso, su lascito testamentario di Giacomo Camillo De Carlo, eclettico protagonista del Novecento, patriota, agente segreto, viveur, grande viaggiatore, medaglia...
Letteratura

L'Adelchi di Manzoni: guida

L'Adelchi di Manzoni è una tragedia in cinque atti ed endecasillabi del 1822. Ambientata nell'Alto Medioevo, narra la fine del regno longobardo. Nel quadro storico di riferimento Manzoni colloca fatti e personaggi, superando la cronaca. Come per tutte...
Letteratura

Guida al Risorgimento italiano

Parlare del Risorgimento Italiano significa abbracciare un arco di tempo che ha interessato l'Italia di fine 1800: parliamo di un periodo in cui, prima dei moti rivoluzionari l'Italia era divisa in tanti Stati dominati da diversi imperi. Se vogliamo parlare...
Letteratura

Manzoni: vita e opere

Alessandro Manzoni, poeta, scrittore e drammaturgo di fama mondiale, nacque a Milano il 7 marzo del 1785 e si spense nella città meneghina il 22 maggio del 1873. È noto principalmente per la stesura de "I promessi sposi", riconosciuto quale assoluto...
Mostre e Musei

Torino: cosa visitare

Torino è una delle città più belle della nostra penisola. Chi non ci è mai stao, deve assolutamente visitarla. Chi invece ha già visitato questa splendida città, non vedrà l'ora di visitare nuovamente Torino. Città ricca di cultura, anche underground,...
Mostre e Musei

Come e perché visitare il museo egizio di Torino

I Musei sono un ottimo luogo dove passare un fine settimana, alla scoperta e ricerca di nuove cose da sapere, esperienze da fare, dove aumentare la propria cultura. Ogni città che si rispetti possiede almeno uno o due museo piuttosto prestigiosi, all'interno...
Recitazione

Guida ai teatri di Napoli

Napoli è una città che ha un patrimonio storico, artistico e culturale enorme, conosciuto ed ammirato in tutto il mondo; motivo per cui sono sempre numerosi i turisti provenienti da tutto il mondo ogni anno che accorrono nel capoluogo campano. Per quanto...
Musica

Donizetti e le sue opere maggiori

Gaetano Donizetti è uno dei più importanti compositori della storia della musica italiana. Nato a Bergamo nel 1797, è diventato famoso prevalentemente come autore di opere liriche, musica da camera e musica sacra. Uomo di temperamento e dalla vita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.