Chitarra: come regolare il bias

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sappiamo che per ottimizzare la qualità del suono di una elettrica, abbiamo la possibilità di aggiungere un bias. Si tratta di un amplificatore di segnale con delle valvole, che consente delle ottime performance a livello di fedeltà audio. Quando le valvole sono difettose, vanno sostituite dopo un accurato controllo. Ma per ottimizzare il suono, potrebbe bastare anche una semplice regolazione. A tale proposito, vediamo dunque come regolare il bias della chitarra.

27

Occorrente

  • oscilloscopio
  • voltometro
  • resistenza
37

generatore di segnale

Per ottenere il risultato sperato, è necessario possedere alcuni strumenti fondamentali per il settaggio, il test delle valvole e del segnale di uscita dell'amplificatore. Nello specifico ci occorre un generatore di segnale. Un oscilloscopio di tipo analogico o digitale (preferibile), un voltometro e una resistenza che serve per creare un minimo di carico, e ci consente di leggere un valore seppur infinitesimale. Quest'ultima, è infatti un ottimo mezzo per testare il corretto funzionamento dell'amplificatore a valore zero.

47

valvole

La prima operazione da fare, è dunque rimuovere le varie valvole in modo che sulla griglia del bias, possiamo misurare la tensione effettiva. In genere, il puntale per ottenere una lettura adeguata, corrisponde al piedino di sostegno numero 4. La rileviamo utilizzando un normale voltometro ad ago magnetico. A questo punto, sulla griglia individuiamo un potenziometro che con un cacciavite adeguato, regoliamo su un valore prossimo allo zero. Dopo installiamo di nuovo le valvole, ottenendo il bias in una condizione definita "alta". Questa prova a valvole fredde (avendole asportate), non dovrebbe generare distorsioni che notavamo prima dell'intervento di regolazione. Adesso tocca ad un oscilloscopio. Impostiamo una frequenza di circa 2000Hz. Che collegato ad una resistenza all'uscita, ci consente di regolare il volume. Ad un valore che si aggira intorno al 70% del totale disponibile.

Continua la lettura
57

regolazione

Il segnale sullo strumento, ci appare come un grafico e quindi con dei parametri ben precisi. A questo punto, prendiamo lo schema elettrico annesso al manuale di istruzioni della chitarra, e alla pagina dei valori di default, rileviamo quelli specifici per la regolazione del bias. Questi ultimi, li confrontiamo ed eventualmente li regoliamo in modo graduale. Fin quando l'arco o la sinusoide che indica l'effetto anomalo di distorsione del segnale, non scompare del tutto. Se abbiamo difficoltà, sul web ci sono molti video che potranno aiutarvi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non siamo esperti, fatelo fare ad uno che sa dove mettere le mani
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Chitarra: come regolare il truss rod

Sei un amante della chitarra? Ti sei da poco appassionato all'affascinante mondo della musica? Se la chitarra è o vuoi che sia il tuo strumento hai fatto un'ottima scelta. La chitarra infatti, può regalare bellissime emozioni. Muovere i primi passi,...
Musica

Come regolare gli effetti per chitarra

La chitarra rappresenta sicuramente uno degli strumenti musicali più apprezzati ed utilizzati. Tuttavia essa non è molto facile da suonare e necessita senza dubbio di un'ottima preparazione. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e...
Musica

Come Regolare Le Frequenze Medie Sull'Equalizzatore Dell'Amplificatore Per Chitarra

Per un chitarrista professionista o amatoriale che suona in una band o fra le mura di casa propria, l'equalizzazione della chitarra elettrica svolge un ruolo di primo piano. È un fatto fondamentale oltre che davvero molto importante. Al momento della...
Musica

Come regolare l’intonazione di una chitarra acustica

Per i profani della musica, non esiste una grande differenza tra chitarra acustica e chitarra classica, tanto che solitamente i due aggettivi vengono considerati equivalenti. In realtà, la prima denominazione non fa riferimento ad un singolo dispositivo...
Musica

Chitarra: come regolare il ponte

Il ponte sella della chitarra è il pezzo più importante dello strumento quando si tratta di alzare o abbassare l'azione, ovvero la distanza tra le corde e la tastiera. La maggior parte delle chitarre moderne hanno il ponte incorporato, il quale può...
Musica

Come regolare le ottave di una chitarra con ponte Floyd Rose

La chitarra è uno strumento musicale cordofono, che viene suonato con i polpastrelli, con le unghie o con un plettro. Il suono è generato dalla vibrazione delle corde, che sono tese al di sopra del piano armonico che, a sua volta, poggia sulla cassa...
Musica

Principali differenze tra la chitarra classica e la chitarra acustica

Chi ama la musica non può fare a meno di avere almeno uno strumento musicale e saperlo suonare abbastanza bene. La chitarra è sicuramente tra i più classici degli strumenti, che è conosciuto in tutto il mondo per il suo suono particolare e per la...
Musica

Effetti per chitarra elettrica: l'overdrive

Se hai cominciato da poco tempo a suonare una chitarra elettrica e vuoi fare un po' di pratica, oppure se vuoi cominciare a scuola per la prima volta a questo bellissimo e grintoso strumento, ecco una semplice ed efficace guida che ti agevolerà a comprendere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.