Classicismo: storia, stile e maggiori esponenti

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Nell'articolo di oggi vi vogliamo vi racconteremo la storia, stile e maggiori esponenti del Classicismo. Il Classicismo è una corrente storico-artistica che richiama concetti e teorie del mondo greco, antico e latino. Successivamente quella che venne definita "l'epoca buia" del Medioevo, è esistita una entusiasmante e nuova scoperta per tutto quello che riguardava il mondo antico. Durante il rinascimento italiano furono riproposte le opere degli artisti e scrittori classici, come modelli esemplari da seguire e come ideatori del canone di bellezza assoluto.
In campo architettonico ed artistico fu caratterizzato da manifestazioni evidenti, che volevano richiamare il linguaggio formale, considerando “ideale” il mondo classico.
Le caratteristiche di questo stile classico furono armonia, equilibrio e proporzione che divennero veramente una guida seguita dagli esponenti maggiori della corrente artistica. Grazie al Rinascimento italiano, nelle arti figurative, ci fu una riscoperta e un nuovo interesse della storia antica, ma fu soltanto nel XVII secolo che si verificò una tendenza verso un Classicismo idealistico, dovuto alla reazione di alcuni artisti nei confronti prima del manierismo, e poi in contrapposizione al barocco ed al realismo del Caravaggio.
La tendenza classicista proseguirà sia in italia che in Europa discontinuamente, fino a quando nacque, nel Diciottesimo secolo, quello che poi si definirà Neoclassicismo. Buona lettura!

25

Occorrente

  • Per approfondimenti in materia si consiglia di consultare un buon manuale di storia dell'arte moderna
35

Vi spieghiamo la concezione artistica chiamata manierista

La cultura italiana era ancora governata da una concezione artistica che era chiamata manierista, alla fine del Cinquecento, accentuando i valori simbolici e formali dell'arte classica rinascimentale.
Il manierismo subì critiche varie, soprattutto per l'eccesso della continua ricerca di allegorie, per la troppa libertà iconografica e per le interpretazioni che potevano fuorviare spesso oppure essere incomprese. Annibale Carracci diede vita ad un grande rinnovamento figurativo, opponendosi al manierismo per una ricerca della verità delle cose, che per lui risiedeva nell'imitazione della natura.
Un altro artista, in modo parallelo, si mosse contro il manierismo, dettando le sue scelte unicamente sulla ricerca del vero e della natura: Caravaggio.
La differenza sostanziale con la scuola di pensiero di Carracci fu che Caravaggio escluse l'antico come fonte del vero indiscutibile, facendo in modo da caratterizzare la sua arte con una cruda visione della realtà, creando in tal modo scandalo tra i sostenitori del bello inteso come "antico".
Annibale Caracci unì invece allo studio diretto della natura anche quello dell'arte antica, facendo continui riferimenti a Raffaello, nel suo periodo classicista.

45

La natura diventava qualcosa di reale da idealizzare con i canoni classici

Annibale Carracci fu il primo che sperimentò la riuscita del paesaggio idealizzato, sfociando quindi nelle opere meravigliose dei francesi Nicolas Poussin e Claude Lorraine. La natura diventava qualcosa di reale da idealizzare con i canoni classici. Nell'ambito di questa estetica classicista si sviluppa anche la pittura di paesaggio "ideale".

Continua la lettura
55

Vi spieghiamo la differenza sostanziale tra la ripresa dell'antico nel rinascimento e quella del Seicento

La differenza sostanziale tra la ripresa dell'antico nel rinascimento e quella del Seicento è che il rapporto tra Rinascimento e classicità aveva profonde radici, che non erano legate solo all'esteriorità, invece il classico ideale seicentesco era mosso solo dalla ricerca di un modello di perfezione che sarà da imitare, trovato nell'arte classica appunto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Linearismo: storia, stile e maggiori esponenti

Il Linearismo è uno stile artistico, sviluppatosi in Italia agli inizi del 1400. Trae il nome dall'importanza attribuita alla linea rispetto al colore. Nelle arti pittoriche, si sottolinea la netta dominanza della forma. Questo va a scapito della profondità,...
Arti Visive

Arte Nouveau: storia, stile e maggiori esponenti

L'Arte "Nouveau" si colloca tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 in Europa. Essa si riferisce alle arti figurative, ma anche a quelle applicate e all'architettura. In poco tempo si diffonde in vari paesi, assumendo simili caratteristiche e connotati,...
Arti Visive

Anacronismo: storia, stile e maggiori esponenti

Se pronunciamo la parola anacronismo facciamo riferimento a una descrizione o riferimento di determinati fatti o personaggi, in un tempo che non appartiene alla loro natura. Questa parola trae origine dal vocabolo greco "ἀνά" che significa "contro"...
Arti Visive

Art Decò: storia, stile e maggiori esponenti

L'Art Deco' trova il suo nome solo a partire dal 1960 anche se le sue radici affondano nel più remoto 1925, quando a Parigi si tenne l' Exposition Internationale des Arts Decoratifs et Industriels Modernes, ossia un'esposizione che guardava soprattutto...
Arti Visive

Arte moderna: storia, stile e maggiori esponenti

La storia dell'arte moderna rappresenta nel complesso, un movimento artistico compreso tra la seconda metà del milleottocento e la seconda metà del millenovecento, frutto di profonde trasformazioni. I precursori di tale movimento, nonché i maggiori...
Arti Visive

Arte povera: storia, stile e maggiori esponenti

L'arte è una disciplina molto importante, perché ci permette di conoscere e comprendere alla perfezione tutte le opere realizzare dai vari artisti negli anni, collocandoli in particolari correnti artistiche che ci consentono di comprendere in maniera...
Arti Visive

Dadaismo: storia, stile e maggiori esponenti

Tra il 1916 e il 1923 a Zurigo, città della Svizzera, si sviluppa il Dadaismo, un modo di vedere e concepire l'arte, soprattutto quella visiva ma che influenzò anche altri ambiti artistici. Se siete interessati a sapere qualcosa in più sul Dadaismo,...
Arti Visive

Simbolismo: storia, stile e maggiori esponenti

Nel corso degli anni si sono susseguiti moltissimi movimenti culturali che hanno caratterizzato le opere di opere di moltissimi artisti che vi hanno preso parte. Se siamo degli amanti della storia della cultura e ci piacerebbe riuscire a conoscere tutti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.