Come armonizzare la scala maggiore

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra tutte le scale musicali, la 'maggiore' è la più nota, la più usata e soprattutto quella che risulta semplice da spiegare.
Si tratta della classica scala Do - Re - Mi - Fa - Sol - La - Si - Do, composta nel modo che segue: passaggio di tono - tono - semitono - tono - tono - tono - semitono.
Una scala maggiore la si può usare a partire da qualsiasi nota, costruendola per intervalli come appena descritto.
Quindi come si fa quindi armonizzare la scala maggiore? C'è un metodo semplice per farlo? Vediamo insieme andando ad analizzare degli esempi precisi. Scopriamo dunque come armonizzare la Scala Maggiore.

26

L'armonizzazione della scala maggiore

L'armonizzazione della scala maggiore si sviluppa per triadi, per accordi composti da tre note, che procedono fra di loro per intervalli di terza.
Ciò significa che un'armonizzazione di questo tipo segue lo schema composto da nota - terza - quinta (la quinta è la terza della terza, per capirci).
In base alla nota (il punto della scala maggiore in cui ci troviamo), l'intervallo di terza può essere maggiore o minore, come andremo a vedere.
Un esempio concreto è il seguente: partiamo dal Do e vediamo come si compone l'armonizzazione su ogni singola nota della scala maggiore.

36

Le triadi

Do - Mi - Sol: nota, terza maggiore - terza minore.
Re - Fa - La: nota, terza minore - terza maggiore.
Mi - Sol - Si: nota, terza minore - terza maggiore.
Fa - La - Do: nota, terza maggiore - terza minore.
Sol - Si - Re: nota, terza maggiore - terza minore.
La - Do - Mi: nota, terza minore - terza maggiore.
Sì - Re - Fa: nota, terza minore - terza minore.
Do - Mi - Sol: nota, terza maggiore - terza minore.

Continua la lettura
46

Accordi maggiori, minori e diminuiti

In questo modo abbiamo costruito una serie di accordi, uno per ciascuna nota della scala maggiore. Gli accordi possono essere maggiori, minori, diminuiti. Ma cosa vuol dire? Un accordo è definito maggiore per un intervallo di terza maggiore seguito da uno di terza minore. Per gli accordi minori avviene il contrario. Quello diminuito è formato da due terze minori. Infine dovrebbe esserci l'accordo eccedente, che non si produce nell'armonizzazione della casa del Do maggiore ma in altre scale sì.

56

Seguire la scala

Nel nostro caso nel dettaglio, si tratta di sequenza in: Do maggiore - Re minore - Mi minore - Fa maggiore - Sol maggiore - La minore - Si maggiore - Do maggiore.
Iniziare e finire con la stessaa nota (qui il Do) può sembrare una ripetizione, ma così non è! La scala maggiore è fatta di otto note e si conclude precisamente sull'ottava superiore della nota di partenza. Quindi, rispetto al primo Do, il Do in ottava posizione sulla scala maggiore è quello che si trova precisamente un'ottava sopra di esso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come costruire una scala maggiore (Musica)

Suonare è la passione di moltissime persone, amanti della musica e che vorrebbero imparare ad utilizzare qualche strumento, magari per entrare in qualche band, oppure in qualche orchestra. Qualunque sia lo scopo dell'imparare a suonare, nessuno è esente...
Musica

Come Suonare La scala Maggiore con la Chitarra

La scala maggiore è uno degli elementi principali della musica in quanto consente di suonare e ripetere un enorme numero di canzoni. In particolar modo, imparare la scala maggiore è di fondamentale importanza per coloro che vogliono iniziare a studiare...
Musica

Come armonizzare un corale

Il corale è una forma musicale cantata dai cori liturgici. La sua melodia è abbastanza semplice, quindi si può eseguire con estrema facilità. In origine, questa tipologia di canto, era destinata per sola esecuzione a cappella. Con il passare del tempo,...
Musica

Come creare, nella musica, una scala minore

Per arrivare a comprendere, nella musica, il modo in cui creare una scala minore, bisogna avere una certa padronanza anche della scala maggiore. Ma vediamo un po' qual è la differenza tra le due. In parole semplici, potremmo dire che la differenza melodica...
Musica

Come suonare la scala pentatonica

Qualunque musicista, sia che sia alle prime armi o sia un virtuoso, conosce bene l'importanza delle scale per riuscire a padroneggiare il proprio strumento musicale. Tra tutte le tipologie di scale spicca soprattutto nella musica moderna la scala pentatonica....
Musica

Come suonare una scala araba

Una scala musicale è una sequenza di suoni che vengono ordinati in funzione della loro frequenza o in base alla loro altezza. Se siamo degli amanti della musica e vogliamo imparare a suonare le varie scale, potremo ricercare su internet fra le moltissime...
Musica

Come costruire gli accordi sulle note di una scala

All'interno della seguente guida ci andremo a concentrare su come costruire gli accordi sulle note di una scala. La guida sarà divisa in tre differenti passi, in modo tale da concentrare lo sviluppo delle argomentazioni per gradi, facilitando la comprensione...
Musica

Come costruire la scala pentatonica minore

Una scala pentatonica (o pentafonica) è una scala musicale composta da cinque note. La sua etimologia deriva dal greco dove penta (πέντα) vuol dire cinque e tonica, proveniente da tonos (τόνος) che a sua volta deriva dal verbo teinō (τείνω),...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.