Come ascoltare la musica classica

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ascoltare buona musica significa mettersi in contatto con una forma d’arte formidabile. Oggi la musica è sempre con noi, dovunque andiamo: radio, lettori mp3, smartphone, tablet. Qualunque brano è accessibile in un attimo collegandosi alla rete. Insomma, la musica è lì, alla portata di tutti noi. La musica classica però è sempre meno trasmessa dalle radio o dalla televisione, mentre abbonda l'offerta di generi più popolari e commerciali. Poco male, perché se il nostro obiettivo e scoprire la musica classica non ci resta che iniziare a farlo. Come? Proveremo qui di seguito a dare qualche consiglio utile a chi desidera avvicinarsi al meraviglioso mondo della musica classica.

26

Cosa si intende per musica classica

È innegabile: la buona musica nutre l’anima. E la musica classica è buona musica. Ma cosa si intende per musica classica? Con l'espressione musica classica ci si riferisce alla musica colta del passato, dall'XI al XX secolo. In particolare, nel 1700 e nel 1800 imperò il genere “tonale”, inteso come sistema musicale che utilizza la tonalità e i relativi centri di attrazione tonale, in particolare il quinto grado di una scala, detto dominante, ed il primo detto “tonica”.

36

Nessuna preparazione, ma un ascolto attivo

Ascoltare musica classica non necessita di particolari preparazioni teoriche o specifiche. Tuttavia è importante considerare che l’ascolto di questa musica non dovrebbe essere superficiale come avviene per molta musica commerciale, fatta per essere fruita velocemente ed altrettanto velocemente dimenticata. Non è così per la musica classica. I grandi capolavori del passato sono eterni e tutta l’umanità ricorderà sempre compositori come Mozart. Se sapremo ascoltare questa musica con trasporto e passione, avremo in cambio emozioni uniche.

Continua la lettura
46

Dove trovare la musica classica

Se siamo neofiti della musica classica, possiamo avvicinarci a questo mondo senza spendere soldi. Non dovremo comprare dischi: per iniziare ci basterà ascoltare le stazioni radio dedicate, spesso dotate di ottimi programmi che ci potranno aiutare nell’ascolto. Oggi poi la tecnologia ci vinene ulteriormente in soccorso: Youtube, Spotify, i canali radio sul web. La rete è un enorme archivio di brani di musica classica gratuitamente fruibili da tutti. Il modo migliore per un primo approccio a costo zero. Quando poi la musica classica farà parte di noi, allora l'ideale è assistere a un concerto dal vivo: un'esperienza unica e indimenticabile.

56

L'ascolto consapevole

Quando ascoltiamo la musica cerchiamo di apprezzarne anche l’aspetto “timbrico”. Una composizione orchestrale, ad esempio, utilizza differenti sonorità; riconosciamole, apprezziamo la voce suadente degli archi o quella maestosa dei fiati. Mettiamoci, in poche parole, in una sorta di ascolto “consapevole”.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Guida alla musica classica italiana

La musica classica è lo stile che si sviluppa in un periodo ampissimo, che va dal 1200 fino ai primi anni del 1900. L'aggettivo "classica" sta ad indicare la considerazione che si ha di questo stile, che è stato preso nel corso degli anni come modello...
Musica

Come avvicinarsi all'ascolto della musica classica

Quando si parla di musica classica, non si intende solo il periodo che va' dal 1700 al 1800. Sicuramente è il periodo più celebre della storia. Ha visto nascere dei grandi compositori che con le opere, hanno illuminato quegli anni. Ma questo genere,...
Musica

5 benefici della musica classica

Attraverso l'utilizzo della musicoterapia, tutte le persone possono beneficiare della musica per migliorare la qualità della propria vita. Ovviamente deve essere applicata da un musicoterapeuta qualificato, che provvederà a mettere in atto dei processi...
Musica

Breve storia della musica classica

La musica classica è generalmente intesa come la madre di tutti i generi musicali, quella che più di ogni altra racchiude in sé l'idea dell'armonia e della perfezione che rendono alcuni degli esponenti di questo genere semplicemente inarrivabili, come...
Musica

Musica classica: le opere di Mozart

Wolfgang Amadeus Mozart è senza dubbio uno dei più grandi musicisti mai esistiti. Nato a Salisburgo il 27 gennaio 1756 e morto a Vienna il 5 Dicembre 1791, si riconosce universalmente come uno dei più importanti e proficui compositori di musica classica....
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Musica classica: le opere di Beethoven

Ludwig van Beethoven (Bonn, 1770 - Vienna, 1827) è stato uno dei più importanti geni musicali di tutti i tempi. A quasi duecento anni dalla sua scomparsa non vi è persona, per quanto poco dotata culturalmente, che non abbia udito qualcuna delle sue...
Musica

Principali differenze tra la chitarra classica e la chitarra acustica

Chi ama la musica non può fare a meno di avere almeno uno strumento musicale e saperlo suonare abbastanza bene. La chitarra è sicuramente tra i più classici degli strumenti, che è conosciuto in tutto il mondo per il suo suono particolare e per la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.