Come avere la grazia ed il portamento di una ballerina di danza classica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi non sogna di avere la grazia di Alessandra Ferri o di Eleonora Abbagnato, Etoile italiane conosciute in tutto il mondo? Certo gambe lunghe e collo da cigno aiutano, ma con un po' di applicazione ciascuna di noi può migliorare il proprio portamento.
La danza classica è un'arte, più che uno sport, e chi frequenta una scuola attenta alla correttezza delle posizioni e dei movimenti, acquista di conseguenza uno stile ed un portamento molto eleganti.
Ciò che permette di rimanere in una posizione corretta e di avere movimenti eleganti anche quando non si sta danzando è una muscolatura totalmente rinforzata ed allenata, nonché un attenzione continua alla bellezza dei movimenti ed al portamento.
Vediamo dunque come avere la grazia ed il portamento di una ballerina di danza classica.

26

Occorrente

  • Specchio video o lezioni di danza
36

Vediamo innanzitutto le caratteristiche principali che fanno di una ballerina classica un esempio di grazia e stile. Cominciamo dalla posizione delle mani, che vanno tese ed allungate con il pollice avvicinato al palmo, ed i movimenti sono leggeri ed aggraziati.
Il collo va allungato il più possibile, tenendo basse e dritte le spalle. Consideriamo che negli esercizi di riscaldamento della danza classica c'è un esercizio per ogni muscolo, dal collo ai polsi alle caviglie, alle punte dei piedi.

46

Se proprio non ci è possibile prendere lezioni a scuola, possiamo pensare al fai da te con video corsi ed uno specchio grande a casa, in cui poter controllare le proprie posizioni ed i propri movimenti. Consideriamo comunque che la schiena è dritta ed il sedere va tirato "dentro" con i muscoli incordati, e la schiena non va arcuata come a volte si pensa, perché questa posizione crea "lordosi".

Continua la lettura
56

Cominciamo, dunque, dalle posizioni base dei piedi, che vengono definite prima, seconda, terza, quarta e quinta, che ci aiuteranno a muovere in modo più aggraziato i piedi.
La posizione prima vede i piedi ruotati verso l'esterno, uniti solo per i talloni, con le ginocchia tese ed i piedi sulla stessa linea. La seconda è uguale ma i talloni non si toccano, vanno allontanati rimanendo sempre sulla stessa linea. La terza porta un piede avanti, sfalsato per metà piede rispetto all'altro, guardandoli di fronte. La quarta posizione allontana più avanti questo piede, non più sfalsato, e nella quinta, infine, si toccano totalmente, sovrapposti.

66

Vediamo, infine, la posizione di braccia e mani, che ci permetterà, insieme agli altri accorgimenti già nomnati, di acquisire un bellissimo portamento.
Le mani in prima sono di fronte a noi con le braccia leggermente arcuate, come tenessimo un cesto.
In seconda rimangono meno arcuate e si allargano, mantenendo basse le spalle. Ricordiamo sempre la lentezza dei movimenti, che non siano a scatto.
In terza un braccio va in alto, con la mano in alto, in quarta il braccio in basso si riporta avanti, ed in quinta si alza come l'altro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Come avvicinarsi alla danza classica

Chi decide di studiare la danza classica deve sapere che si tratta di un percorso lungo e difficile. Innanzitutto occorre chiarire che non tutti sono portati per danzare. La danza classica presuppone in particolare numerosi requisiti fisici e diverse...
Danza

10 motivi per cui é importante studiare la danza classica

La danza classica è un hobby dai molti pregi, che talvolta può diventare una professione. Le sue origini sono antiche: ufficialmente nasce nel 1661, in Francia. In tale data, il re Luigi XIV istituisce l'Acadèmie Royale de danse. Al suo interno si...
Danza

Come legare le punte in danza classica

Ecco pronto un'articolo molto utile, per tutte le ragazzine e non solo, che amano danzare e che desiderano diventare delle vere e proprie principesse della danza. Nello specifico cercheremo di studiare ed anche memorizzare, come legare al meglio le punte...
Danza

Breve storia della danza classica

Tutti gli amanti della danza, oltre a praticarla, dovrebbero conoscerne la storia. Cercando su qualsiasi motore di ricerca, potremo in pochissimi secondi trovare moltissime informazioni che riguardano tutte le varie tipologie di danza esistenti, e sulla...
Danza

Come scegliere le scarpette per la danza classica

Le bambine quando sono piccole iniziano ad avere quella enorme voglia di mettersi alla prova in delle attività fisiche, svolgendo delle scelte in base alle proprie passioni. C'è chi si immette nello sport come nella pallavolo e chi invece ama la danza....
Danza

Danza classica: il metodo Legat

Il metodo Legat ha incominciato ad essere insegnato all' interno delle scuole di danza classica, vide il suo esordio nell'anno 1923, quando i due coniugi russi Nikolaj Legat e Nadine Nicolaeva si trasferirono a Londra e inaugurarono la loro prima scuola...
Danza

Tecniche di danza classica: l'impostazione

Nella guida che seguirà andremo a occuparci di danza. Più specificatamente, sarà la danza classica il tema di tutti i passi della guida. Nel dettaglio, questa guida sarà improntata su tutto ciò che concerne l'impostazione relativa a tutte le tecniche...
Danza

Le posizioni delle gambe nella danza classica

La danza classica rappresenta una espressione artistica di origini molto antiche. Ancora oggi, risulta essere un tipo di ballo accademico molto ambito ed apprezzato basato su alcuni principi fondamentali che ne fanno una vera e propria forma di espressione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.