Come ballare la carola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il ballo è, da sempre, ritenuto una forma artistica, un'arte fra le più complesse che emoziona, e regala sentimenti sia a chi lo guarda sia a chi lo pratica. È presente in tutte le culture e persiste nel tempo, tanto che è stata celebrata anche in famosi quadri: " La classe di danza " di Degas, ad es. Questo tipo di arte spesso non era tollerata dalla Chiesa che riteneva che danzare fosse una pratica peccaminosa per l'esibizione e l'uso che si faceva del proprio corpo. Si può ballare e danzare da soli o in gruppo. Nella guida che segue impareremo come ballare la carola, un'antica danza di gruppo medievale tra le più diffuse e caratteristiche sia nelle feste di corte che in quelle popolari.

26

Carola come celebrazione religiosa

Nel medioevo quasi ogni manifestazione umana veniva ricondotta alla religione, anche il ballo, quindi, a patto che le espressioni del corpo fossero discrete e eleganti. La danza che più è caratterizzata da queste qualità è sicuramente la carola. Praticata per festeggiare tanti eventi come l'arrivo delle belle stagioni, è diventata a poco a poco una forma di celebrazione religiosa.

36

La Carola nel medioevo

Per compiere questo tipo di ballo i danzatori della carola, divisi in due gruppi, dovevano disporsi in cerchio, tenendosi per mano, attorno ad un centro, solitamente un menestrello o anche un albero, e battere ritmicamente le mani mentre i piedi tenevano il tempo. La musica che accompagnava i loro movimenti era ripetitiva e melodica, e anche i passi compiuti dai ballerini avevano queste caratteristiche. Si facevano tre passi alternati e altrettanti movimenti ondeggianti che si eseguivano quando fermi al proprio posto. Questo ballo assume talmente tanta importanza che anche Dante lo cita nella Divina Commedia in un canto del Paradiso e Boccaccio la cita nel Decamerone.

Continua la lettura
46

La carola come rappresentazione

Però come tutte le cose, la carola ha subito dei cambiamenti col tempo, in quanto è passata da un rituale collettivo a un misto tra danza e rappresentazione teatrale. Invece che un albero o un giullare, al centro del cerchio c'erano due figure che interpretavano una determinata scena religiosa. Pur nascendo, quindi, come tradizione laica, diventa la danza di ordine religioso, la più praticata in occasione delle feste natalizie. Ancora oggi in tanti paesi italiani esistono gruppi, composti da volontari che amano questo genere di ballo "in girotondo" e che ogni anno organizzano feste di tematica medievale in cui ballerini in costume fanno rivivere le sensazioni ed emozioni di questa antica danza.

56

La carola oggi

Come ballare la carola oggi?
Formate il gruppo. Disponetevi in cerchio. Tenetevi per mano, Seguite il ritmo della musica che vi viene proposta. Spostatevi verso il centro. Battete le mani. Ritornate nella posizione iniziale. Nel link al video di youtube presente in questa pagina trovate una delle "moderne" versioni di questo antico ballo accompagnato da una melodia da menestrello.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Come ballare la virelai

Il sottofondo musicale richiama la melodia medievale francese, simile alla ballata ed al rondeau. La virelai rappresenta una tipologia di danza con torsione medievale, in uso tra il 1200 ed il 1400. Si tratta di un ballo particolare e caratteristico che...
Danza

Come ballare la tarantella pugliese

In tante regioni d'Italia ci sono dei tradizionali balli del luogo i quali hanno musiche, costumi e passi specifici, dando vita a quello che viene definito ballo folclorico regionale. In Puglia è possibile trovare la conosciutissima "pizzica", chiamata...
Danza

Come iniziare a praticare tip tap

Ballare è per chi piace un qualcosa di molto bello e di divertente. Tra i vari stili di ballo esistenti, ce ne sono alcuni molto belli ed eleganti che spesso vengono trascurati, ad esempio il ballo del tip tap. In questa guida infatti vedremo come iniziare...
Musica

Come ballare la techno

La Techno o Tecktonik altro non è che il nome con il quale si è comunemente diffusa tra i giovani l'Electro Dance. Una danza visivamente molto coreografica ballata principalmente su musiche House o Electro House. Molte delle movenze di questo ballo...
Danza

10 consigli per migliorare il tuo modo di ballare la salsa

La salsa, è tra i balli latini, sicuramente uno dei più belli da vedere e soprattutto da farsi. Com'è noto, è un ballo di coppia, ballato su vari generi musicali e nonostante il ballo sia unico, si sviluppa in vari stili, differenti per le numerose...
Danza

10 consigli per ballare bene in discoteca

Molto spesso si rinuncia a lasciarsi andare sulle piste della discoteca perché convinti di non saper ballare. Ecco, dunque, che si rifiutano gli inviti degli amici con le scuse più banali. Ma quanto bisogna essere bravi per divertirsi in maniera spassionata...
Danza

Come ballare la tarantella calabrese

La tarantella calabrese è una particolare danza che ha origini antichissime. Essa risale a rituali anche abbastanza complessi del tarantismo, un fenomeno convulsivo che porta a movimenti molto particolari, tipici di questa danza. Questo fenomeno isterico...
Danza

Come ballare kizomba

La Kizomba consiste in una musica popolare di origine africana, e nello specifico angolana. In definitiva, si tratta di una danza nata attorno verso la fine degli anni settanta e gli inizi degli anni ottanta. Inoltre rappresenta un ballo di coppia particolarmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.