Come calcolare il valore di un quadro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sicuramente durante il corso della tua vita ti sarai chiesto il valore di un oggetto, in particolare di un quadro. Quante volte sei rimasto affascinato da un bel quadro di un qualche famoso artista? Quante volte hai pensato di voler acquistare un quadro d'autore per arredare la tua casa ma hai sempre abbandonato l'idea perché non ne conoscevi il costo? Devi sapere che il valore di un quadro è un numero facilmente reperibile, anche se bisogna tener conto di alcune variabili. Ecco, dunque, come calcolare il valore di un quadro.

26

Occorrente

  • Quadro
  • Calcolatrice
36

La prima cosa da fare è prendere in considerazione alcuni fattori che andranno a determinare il valore del quadro. I primi fattori che influenzeranno il prezzo dell'opera sono l'autore e l'epoca in cui questa è stata realizzata. Bisogna, inoltre, considerare la frequenza di partecipazione dell'opera ad eventi e mostre: più il quadro è stato visto in giro più ha valore. Tieni sempre ben a mente che un dipinto fatto con olio su tela, oppure con colori acrilici, ha un valore superiore rispetto agli altri poiché è destinato a durare a lungo nel tempo. Da valutare sono, inoltre, lo stile e la presenza all'interno dell'opera di tratti distintivi dell'autore. Altro fattore importantissimo è la grandezza dell'opera: fino a due metri per due il prezzo sale ma, superate queste dimensioni, questo fattore non ha più influenza. Questo perché subentrano le difficoltà di trasporto dell'opera.

46

La formula. Esiste una vera e propria formula per determinare il valore di un quadro. Il primo valore che ti serve per svolgere il calcolo è il coefficiente di valutazione dell'artista che, normalmente, stabiliscono le gallerie d'arte. Il secondo valore è, invece, la grandezza in centimetri del quadro. La prima cosa da fare è sommare il valore della base del quadro con quello dell'altezza (tutto in centimetri). A questo punto, dovrai moltiplicare il risultato ottenuto per il coefficiente di valutazione dell'artista e, successivamente, per 10. Ad esempio, se il coefficiente è 5 e il quadro è grande 30 cm per 40 cm, il calcolo sarà il seguente: (30+40) x5x10= 3.500$.

Continua la lettura
56

I casi particolari. Naturalmente devi tener presente che questa formula non viene rispettata nelle aste e nei casi in cui l'artista sia estremamente famoso. Nel primo caso, infatti, potrebbe capitarti di pagare molto di più o molto di meno del valore del quadro: tutto dipende da fattori estremamente variabili. Nel secondo caso, invece, ne viene da sé che il quadro costi molto di più, in quanto, il nome dell'artista è il fattore più importante di tutti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non conosci il coefficiente di valutazione di un quadro, rivolgiti ad un esperto del settore oppure stesso ad una galleria d'arte.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino

L'Italia è sicuramente il paese con il più vasto contenuto culturale da poter offrire. Tutto ciò viene espresso attraverso siti antichi, quadri, libri antichi statue, arazzi, e mosaici. Questo grande patrimonio viene solitamente conservato nei Musei....
Mostre e Musei

I principali dipinti di Marc Chagall

Un artista sensibile, a tratti infantile, commovente, che ci riporta ai tempi della tenera età con quel tratto puro e trasparente: stiamo parlando di Marc Chagall, uno degli interpreti più famosi ed ispirati dell'arte contemporanea; tratteggeremo i...
Mostre e Musei

Come visitare il Museo Picasso di Madrid

Con l'arrivo imminente delle vacanze estive e delle belle temperature, i viaggi iniziano a farsi da protagonisti delle nostre giornate e settimane. Sicuramente, le mete più ambite come sempre, sono le capitali europee, grazie alla miriade di bellezze...
Mostre e Musei

Guida al Museo Egizio di Torino

Il Museo Egizio di Torino è uno dei poli museali più noti ed apprezzati in Italia. Situato nel cuore del capoluogo piemontese, ad oggi è secondo solo al Museo del Cairo per valore e quantità di reperti ospitati. In questa breve guida al Museo Egizio...
Mostre e Musei

Come visitare il Museo Dalì a Barcellona

Barcellona è una meta turistica che molti viaggiatori provenienti da ogni angolo del mondo scelgono per le proprie vacanze. Questa splendida metropoli spagnola offre ai suoi visitatori la possibilità di ammirare le opere custodite in più di 55 musei....
Mostre e Musei

l' impressionismo di Edouard Manet

Il principale esponente del movimento impressionista fu sicuramente Edouard Manet (1832-1883), mentre gli interpreti principali furono Claude Monet, Camille Pissarro, Edgar Degas, Paul Cèzanne, Auguste Renoir, Alfred Sisley e Jean Frèdèric Bazille....
Mostre e Musei

Cosa fare se si trova un reperto archeologico

Sembra improbabile imbattersi in un antico artefatto di inestimabile valore storico, ma la verità è che succede a tante persone. Se avete trovato un reperto archeologico e siete preoccupati sul da farsi. Vediamo su questa pratica e semplicissima guida...
Mostre e Musei

Guida alla Galleria Internazionale d'arte Moderna di Venezia

La penisola italiana è un Paese ricco di grandi monumenti architettonici e musei nazionali dove i turisti amanti della cultura e della storia possono ammirare le collezioni più importanti a livello internazionale. Una città ricca di cultura è senza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.