Come cambiare l'accordatura della chitarra

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La chitarra come ogni altro strumento a corda deve essere accordato in modo che le corde una volta suonate risultino in tono l'una con le altre ed eventualmente con altri strumenti che suonano in contemporanea, in parole povere se si riproduce un accordo di La maggiore bisogna essere sicuri che quello che si stia suonando sia veramente un La maggiore. Detto questo, la chitarra, grazie alla sua relativa facilità nell'essere accordata ha visto nel tempo diverse accordature nate con lo scopo di aiutare il chitarrista in determinate performance o addirittura permettergli il raggiungimento di note altrimenti impossibili in un' accordatura standard.
Andiamo a vedere insieme quale tipo di accordatura stiamo cercando e come cambiare le tensioni e i toni delle corde a nostro vantaggio.

26

Occorrente

  • Una chitarra
  • Un accordatore o un buon orecchio
36

Prima di tutto va pensato perché vogliamo cambiare accordatura alla nostra chitarra, esso può essere perché un tipo di accordatura ci può dare un vantaggio tecnico in una performance o perché si intende voler raggiungere certe note o toni altrimenti impossibili, vediamo un po come realizzare le accordature più famose:

Accordatura aperta:
Per accordatura aperta si intende un'accordatura che permette di avere un accordo impostato al capotasto. Mi spiego meglio, il capotasto va visto un po come il sesto dito del chitarrista il quale unico scopo è quello di mantenere un perenne Barré proprio all'inizio del manico, quindi va da sé che modificando il tono di alcune o di tutte le corde è possibile trasportare un accordo sul capotasto.


Praticamente: Dunque immaginate di rendere dall'accordatura standard il LA un SI, il RE un MI ed il SOL un SOL# lasciando invariate le altre corde, ecco che suonando a vuoto otteniamo un perfetto accordo di MI maggiore. Abbiamo ottenuto un esempio di Accordatura Aperta in Mi maggiore (Open E), ovviamente questo esempio è trasportabile con tutti gli altri accordi quindi potete sbizzarrivi e trasportare ogni accordo che volete su capotasto della vostra chitarra, dovete semplicemente accordate le corde della vostra chitarra non più nel solito modo ma con le note dell'accordo che volete sentire quando andrete a suonare le corde a vuoto.
Il vantaggio?
I vantaggi di un accordatura aperta possono essere molteplici, oltre che tali accordature sono vicine all'obbligatorio quando si parla di chitarra Slide esse vengono usata spesso per ottenere giri di chitarra "pieni" dato che in momenti vuoti si può sempre giocare con le corde a vuoto, ovviamente a patto che si sia nella giusta tonalità!

46

Eccoci arrivati hai famosi "Drop", se le accordature aperte possono facilmente essere trovate nel Country e nel Blues, i "Drop" sono sicuramente portati per musica più dura. Ed Infatti si, dall'alternative rock al death metal un po tutte le chitarre dalle grandi distorsioni hanno conosciuto questo tipo di accordature.
Il più famoso è sicuramente il "Drop-D", la parola inglese "Drop" significa "lasciar cadere" un verbo purtroppo assente dalla lingua italiana ma che rende perfettamente il concetto dato che la D che lo segue non significa altro che RE (gli anglosassoni danno nomi differenti alle note musicali). A questo punto cosa potrà mai dire "Lasciar cadere in Re"? Non concede molto spazio ad interpretazioni! Dunque bisogna semplicemente prendere il MI grave ed abbassarlo fino al RE lasciando il resto della chitarra in Standard, se avete un po di orecchio potete orientarvi con il RE sulla quarta corda a vuoto, semplicemente suonare le due corde insieme mentre si gira la chiave (chiave o meccanica è quella cosa che si gira per tendere o allentare le corde della chitarra), quando vi rendete conto di star suonando la stessa nota ma con ottave differenti siete arrivati!

Che vantaggi ci da il Drop-D? Bè come ho detto in precedenza questo tipo di accordatura è sicuramente comune in generi musicali più duri come il Metal, in questo modo il chitarrista guadagna due note basse sul suo manico (il RE# ed il RE) altrimenti irraggiungibili e chi mastica il genere sa quanto i bassi possano essere importanti in questo tipo di musica. Ma questo non è tutto, in una chitarra fortemente distorta che darebbe poco valore ad accordi completi, i chitarristi preferiscono suonare in Power Chord, vi spiego subito dove voglio arrivare:
Allora se abbiamo detto di abbassare l'ultima corda fino al RE questo significa che sul secondo tasto dove prima c'era il FA# ora c'è il MI, Dunque cosa si trova sul secondo tasto della seconda e terza corda? Rispettivamente un SI e un altro MI, Quindi ora un perfetto Power Chord di MI è ottenibile con un solo dito premendo tutte e tre le corde dove prima dovevano essere usate bene tre di dita, bè se ci pensate questa cosa vi apre un mondo.

Continua la lettura
56

Siamo quasi arrivati alla fine, qui parleremo semplicemente di altri tipi di Accordature meno usate perché nate da criteri stilistici particolari ma che comunque vale la pena conoscere:

Altri Drop: Come ho detto in precedenza il Drop-D non è l'unico, ovviamente il MI può essere abbassato ancora di più e questo serve per ottenere una predominanza di note basse sulla prima corda, ovviamente il limite è dettato dalla chitarra a un certo punto la corda sarà troppo molle per suonare bene, in ogni modo esistono chitarre create apposta per reggere drop veramente bassi, personalmente ho visto persone suonare fino al Drop-B (ovvero fino al SI). Altre chitarre invece possiedono più corde aggiungendo ad esempio una corda bassa in più ad una normale 6 corde, di solito un SI.

Double Drop-D: Dubble Drop D è un accordatura che vede abbassato anche il Mi cantino in RE oltre che il MI grave, è una accordatura utile in arpeggi in tonalità di Re ed affini, leggendario quello di The End dei Doors

Standard -1 o +1: Queste tipo di accordature sono ottenibili semplicemente aumentando tutte le corde di un semi tono (Standard +1) o abbassandole sempre di un semitono (Standard -1) a volte si trovano anche +2 o -2 ovvero due semitoni su o giù(dunque un tono), ovviamente la chitarra non vede grandi variazione se non nella tonalità. Sono molto frequenti sopratutto nella musica americana e servono spesso per permettere ad un eventuale voce di esprimersi in tonalità più alte o più basse senza stravolgere del tutto il pezzo. Spesso ho ritrovato brani normalmente eseguiti in standard anche in differenti versioni con un accordatura di questo tipo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se sei capace di accordare ad orecchio puoi facilmente orientarti con le note di un altro strumento o della tua stessa chitarra per cambiare accordatura
  • Accordare ad orecchio può risultare veramente difficile sopratutto se si è alle prime armi quindi è meglio affidarsi ad un accordatore c'è ne sono di diversi anche sotto forma di App per smartphone che oltre all'accordatura Standard hanno anche la possibilità di scegliere tra diverse accordature
  • Se oltre a suonare la chitarra canti prova a divertirti anche usando accordature di tipo Standard -1 o Standard -1, il pezzo sembrerà suonare come sempre ma potresti trovare quella cosa in più che cercavi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come scegliere la prima chitarra da acquistare

La chitarra è uno fra gli strumenti musicali più gettonati, specialmente fra i giovani. Chi ama la musica e vuole imparare a suonare uno strumento, solitamente si avvicina alla chitarra con i primi strimpellii che andranno, con l'esercizio e con la...
Musica

Come accordare la chitarra elettrica

La chitarra, strumento musicale a corde, affascina tutti e specialmente i giovani. I primi approcci musicali si effettuano solitamente proprio con la chitarra. La sensibilità delle corde richiede però una frequente accordatura. Specialmente prima di...
Musica

Come Trasformare La Tua Chitarra In Un Basso

Trasformare la tua chitarra in un basso è possibile! Senza dover ricorrere a modifiche troppo 'importanti', che potrebbero danneggiare il tuo strumento, sarai in grado di costruire il tuo personalissimo basso artigianale. Nei mercatini dell'usato, possiamo...
Musica

Come regolare le ottave di una chitarra con ponte Floyd Rose

La chitarra è uno strumento musicale cordofono, che viene suonato con i polpastrelli, con le unghie o con un plettro. Il suono è generato dalla vibrazione delle corde, che sono tese al di sopra del piano armonico che, a sua volta, poggia sulla cassa...
Musica

Come suonare il guitalele

Il guitalele, strumento musicale ibrido prodotto dalla Yamaha Corporation nel gennaio del 1997, è definito anche guitarlele ed è ottenuto da un mix di chitarra classica e ukulele, strumento a corda tipico delle isole hawaiane. È molto comodo perché...
Musica

Come accordare la chitarra un semitono più alto

Non esiste un'accordatura giusta per la chitarra, spesso i musicisti amano variare per ottenere nuovi suoni e provare nuove posizioni sulla tastiera. Tuttavia, negli anni si è giunti ad un'accordatura "standard", che viene usata come riferimento per...
Musica

Come accordare la chitarra classica

Accordare una chitarra classica è un'operazione che può risultare alquanto noiosa ed antipatica che spesso induce ad abbandonare questo importante strumento prima ancora di cominciare a suonarlo. Eppure questa è l'attività quotidiana di ogni chitarrista,...
Musica

Come migliorare una chitarra economica

Capita a tutti di trovarsi, per caso, a dover avere a che fare con una chitarra economica, di quelle che vengono magari regalate per un compleanno o a Natale. Non molti sanno però, che è possibile migliorare il suono di qualsiasi chitarra economica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.