Come cambiare una corda del violino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Vi si è mai rotta una corda del volino? E l'idea di provare a sostituirla vi è sembrata alquanto impossibile? Il tutto è molto semplice da svolgere tanto che, se effettuata con metodica precisione, risulterà veloce e capace di ridarvi il vostro strumento al meglio. Il violino fa parte della famiglia degli archi. Esso è dotato di quattro corde. Ciò che rende il violino uno strumento di classe, è proprio il suono armonioso e delicato: esso nasce, infatti, dallo sfregamento delle corde, tese su un arco di legno, che vibrano accoppiate con l'aria.
Vediamo come possiamo cambiare una corda rotta del violino con una nuova di zecca.

26

Rimuovere la corda usurata

Nei violini le corde necessitano di essere sostituite quando si rompono, o quando, in seguito all'usura, cominciano a produrre suoni diversi da quelli sperati e voluti.
Come prima ed indispensabile cosa da fare, vi è quella della rimozione della corda rotta. Occorre rilasciare piano piano la tensione, fino a quando la corda non sarà del tutto allentata e predisposta ad essere tolta dal violino. Eliminata la corda, bisognerà regolare la cordiera. Come procedura "base" vi è quella utilizzata dagli studenti dello strumento. Con procedura base s'intende il modello di regolazione con quattro accordatori. Ne esiste anche un secondo tipo, ma è specifico solo per determinati violini e richiede una specifica esperienza musicale.

36

Inserire la corda sostitutiva

Giunti a questo punto bisogna procurarsi una corda sostitutiva. Esistono varie tipologie di corde ma per scegliere quella più adeguata, è consigliabile recarsi dal negoziante di fiducia oppure, per evitare di avere o corde diverse nello stesso strumento o di non essere in grado di montarne una, si può procedere con l'acquisto di un set completo di corde nuove. In alternativa ci si può sempre rivolgere ai liutai, ossia agli artigiani che costruiscono e riparano i violini.
La tecnica manuale per l'inserimento della nuova corda è molto semplice e consiste nell'inserire la stringa arrotolata nell'allocatore sulla destra, per poi spingerla verso l'altro capo dello strumento attraverso il foro del pirolo.

Continua la lettura
46

Giro di prova

Una volta ricominciato ad utilizzare lo strumento, se il suono prodotto non fosse giusto, bisognerà regolare ulteriormente il pirolo.
Essendo le stringhe composte da materiale sintetico, è probabile che, dopo il posizionamento della corda, essa si possa allungare. Basterà utilizzare lo strumento suonando la corda il più volte possibile, per permettere alla stessa di stabilizzarsi ed al set completo di corde di essere in perfetta sintonia.
Seguiti questi facili consigli, l'intera procedura risulterà più semplice del previsto.
Il vostro strumento pronto per essere nuovamente suonato.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come accordare un violino

L'accordatura del violino è senza dubbio una delle prime nozioni basilari da imparare per chi ha intenzione di suonare il violino da dilettante o studiare seriamente questo strumento, magari frequentando il Conservatorio. Gli allievi che si avvicinano...
Musica

Come suonare il Violino

Il violino rappresenta il più classico degli strumenti ad arco, che tutti conoscono. Per impararlo a suonare, prima di tutto dovete armarvi di passione, disciplina ed impegno costante. Non scoraggiatevi se non avete subito ottimi risultati, col tempo...
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Come scegliere un buon violino

Oggi, sempre più ragazzi cominciano fin da bambini ad imparare a suonare uno strumento; in base alle preferenze, quelli che generalmente vengono scelti sono: la chitarra e la batteria perché permettono l'inserimento in una eventuale band. Ma c'è da...
Musica

Come accordare il violino online

Il violino è uno degli strumenti più belli ed affascinanti da suonare. Chi di voi non è mai rimasto incantato davanti ad un concerto di violino classico? Se volete intraprendere il percorso che vi porterà a diventare dei violinisti capaci, la prima...
Musica

Come pulire le corde del violino

Il violino è uno strumento musicale a corda, costruito quasi interamente in legno e, come tutti gli oggetti di questo materiale teme l'umidità, gli sbalzi di temperatura e anche il calore diretto. È sempre utile coprire il violino con una pashmina...
Arti Visive

Come disegnare un violino

Nel campo degli strumenti ad arco, il violino è senza dubbio uno tra i più eleganti ed apprezzati. Esso è caratterizzato da una forma a clessidra e è costituito essenzialmente da quattro corde. Riuscire a disegnare un violino in modo corretto non...
Musica

10 consigli per suonare il violino

Tra gli strumenti musicali più difficoltosi da suonare, ma nello stesso tempo più piacevoli da ascoltare, bisogna assolutamente mettere tra i primi posti il violino. Per chi vuole iniziare a buttarsi nel mondo della musica e a suonare questo strumento,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.