Come caratterizzare un personaggio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ogni buona storia che si rispetti, che sia resa sotto forma di libro, film, fumetto, serie o altro, necessita sempre di una serie di elementi comuni che ne possano determinare l'eventuale successo: una trama non troppo scontata, un intreccio avvincente, numerosi colpi di scena e dei tempi scenici non troppo lunghi né troppo brevi sono alla base per garantire un risultato, anche amatoriale, che possa essere seguito con interesse dagli spettatori. Alla base di tutto questo però si devono porre i differenti personaggi, ognuno caratterizzato in modo specifico: sono sempre i personaggi, infatti, a determinare l'andazzo di una storia grazie alle loro peculiarità. Possiamo amarli, odiarli, tifare per loro o rispecchiarci alla perfezione in qualcuno di essi e possiamo avere sempre la possibilità, come avremo fatto almeno una volta leggendo un libro o guardando un film o uno spettacolo, di analizzare i loro particolari tratti. Se anche tu vuoi cimentarti nella creazione di un qualunque tipo di storia, ecco una pratica guida su come caratterizzare al meglio i tuoi personaggi.

26

Occorrente

  • Il canovaccio di una storia: dei personaggi di fantasia o ispirati a vicende realmente accadute
36

Il nome

Per quanto banale possa sembrare da dire, così come succede nella vita reale il primo livello di caratterizzazione del personaggio passa dal suo nome proprio: grazie ad esso, infatti, il personaggio viene subito riconosciuto in quanto tale e per il lettore è più facile poterlo identificare. Nonostante il nome possa sembrare un fattore secondario, è in realtà molto importante anche per quanto riguarda la personalità della figura, in quanto anche un nome o una particolare cadenza potrebbero aiutarci da subito a capire con che tipo di personaggio abbiamo a che fare. Un nome non deve mai essere troppo lungo, altrimenti il lettore potrebbe annoiarsi nel doverlo rileggere in continuazione; bisogna inoltre stare attenti a non appioppare nomi troppo banali, già sentiti o troppo ripetitivi tra loro (errore, quest'ultimo, facilmente individuabile in molte storie fantasy). Anche se la storia è basata nel mondo reale un nome acquisisce un'importanza fondamentale: a tal proposito cerca di fare attenzione soprattutto se i nomi sono in inglese. Un esempio: pensa a due nomi, Nigel e Dennis. Per caso il primo ti fa pensare ad un personaggio fisico, scattante ed agile e il secondo a qualcuno di goffo e un po' "sfigato"? Ecco dunque un classico esempio di caratterizzazione dei nomi, fattore a cui si dovrà dedicare non poca attenzione.

46

Fisico e carattere

Quando descriviamo un personaggio, è bene cercare di inserire sin da subito elementi che rimandino al suo aspetto fisico o al carattere: in questo modo infatti sarà sempre più facile per il lettore riuscire a figurarselo come se lo stesse guardando in un film. La caratterizzazione di una figura passa da elementi principali quali i capelli, gli occhi, la corporatura, la voce e tutte quelle caratteristiche che ci permetteranno di farci un'idea sempre più definita. Attenzione anche in questo caso a non sfociare nella banalità: che si tratti di una storia di fantasia o reale, l'idea dell'eroe buono sempre bello, possente e gentile e del cattivo brutto e ripugnante è molto superata. Non potendoci dunque basare solo sull'aspetto fisico per descrivere un personaggio, diventa importante anche parlare del suo carattere: mentre però l'aspetto fisico deve per forza essere descritto, il lettore può arrivare alla personalità di ogni figura anche nel constatare le sue reazioni agli eventi della storia ed il suo modo di interagire con gli altri personaggi. Da questo punto di vista, l'utilizzo del cosiddetto "flashback" può risultare molto utile per farsi un'idea del carattere di qualcuno, dato che permetterà al lettore di indagare nelle sue esperienze pregresse e, magari, di immedesimarsi un po' di più in lui.

Continua la lettura
56

Il personaggio femminile

Leggendo i passi precedenti, probabilmente ti sarà venuto spontaneo pensare a questi suggerimenti in relazione ad un personaggio maschile. Veniamo allora alla figura femminile, che sarà ancora più difficile da rendere: occorrerà infatti prestare molta più attenzione all'aspetto fisico, a ciò che dice e soprattutto che pensa e a come interagisce con gli altri personaggi. L'aspetto psicologico dovrà essere maggiormente analizzato e i vari dettagli che compongono il carattere non dovranno mai essere ridondanti e ripetitivi. La creazione di un perfetto personaggio femminile potrà esserti davvero utile a farti rendere conto se tu sia davvero pronto ad inserire lei e tutti gli altri in un contesto specifico e a dare di fatto il via alla tua storia. Quando sarai pronto, buona fortuna per la tua storia!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dare a ogni personaggio sin da subito dei tratti distintivi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

5 consigli per scrivere un libro fantasy

Il fantasy è un genere letterario molto affascinante. Le ambientazioni fantasiose di queste storie ci permettono di viaggiare con la nostra immaginazione. Leggendo queste pagine possiamo ritrovarci tra i folletti, le fate e gli stregoni. Anche nel cinema...
Letteratura

La leggenda di Robin Hood

Chi non conosce questo incredibile personaggio reso celebre anche da molte opere cinematografiche, non ultima quella di Walt Disney? Meno conosciuta forse è invece la sua leggenda tradizionale inglese e soprattutto le sue basi di realtà. Sì perché...
Letteratura

I 5 migliori libri di Sherlock Holmes

Personaggio letterario nato alla fine dell'Ottocento dalla penna di Arthur Conan Doyle, Sherlock Holmes è ormai considerato l'investigatore privato per eccellenza, senz'altro il più celebre e celebrato della storia del giallo letterario. Erede di August...
Letteratura

"Enrico IV" di Luigi Pirandello: analisi

Enrico IV è una tragedia in tre atti. Scritta nel 1921 e rappresentata per la prima volta il 24 febbraio 1922 al Teatro Manzoni di Milano, può essere considerata uno dei capolavori teatrali di Luigi Pirandello. L'attenta analisi dell'opera riesce a...
Letteratura

I più bei libri di Camilleri

Andrea Camilleri è uno degli scrittori italiani più noti non solo nel nostro Paese, ma anche nel panorama internazionale. Il suo nome si lega soprattutto al personaggio del Commissario Montalbano, che è stato portato al successo anche dalla fiction...
Letteratura

Come scrivere un racconto comico

In questo tutorial vi spiegheremo come scrivere un racconto comico. La scrittura è un qualcosa di bello sicuramente ed anche appassionante al tempo stesso. Quando si scrive, è fondamentale cercare di coinvolgere il maggiormente possibile il lettore,...
Letteratura

Storia: guida biografia di Nehru

Nehru è stato una personalità fondamentale nell'india moderna, infatti, moltissimi interessati di storia orientale sono curiosi riguardo questo personaggio e vogliono saperne di più. Per conoscere la storia o meglio una guida biografia di Nehru, c'è...
Letteratura

Scrittura: come creare dei personaggi interessanti

Un buon romanzo, ma anche un buon racconto, riesce a catturare l'attenzione del lettore e coinvolgerlo dalla prima pagina fino all'ultima, grazie non solo alla trama ma anche alla caratterizzazione dei personaggi principali. Creare dei personaggi interessanti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.