Come catalogare un archivio storico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Catalogare un archivio storico richiede tempo, attenzione e dedizione. Il lavoro consiste nell'inserire in un sistema coerente e armonico i dati e le informazioni relative ad ogni singola opera. Il fine è rendere ogni elemento della collezione facilmente reperibile ed individuabile in base ad indici predefiniti, i primo dei quali è la datazione. Nel contempo un buon lavoro di catalogazione fornisce oltre alla schedatura nominale del materiale una serie di informazioni immediatamente fruibili, che siano in grado di fornire a chi effettua una ricerca, le indicazioni relative al contenuto e all'autore. Qui di seguito vedremo come catalogare un archivio storico in maniera corretta.

25

Organizzare i materiali

Innanzitutto organizzate i materiali del vostro archivio storico in modo che da poter tracciare la storia secondo un legame naturale che li unisca in un percorso definito.
Sia in un archivio vivo (cioè riferito ad un ente ancora in attività) e in uno ormai morto, seguite la regola fondamentale del rispetto delle carte. Quindi ordinate percorrendo la storia dell'istituzione. Procedete "per serie", ossia accomunate i documenti per le finalità. In caso di pratiche, contabilità determinate o altre tipologie di carteggi, le serie indicano un frammento dell'identità dell'istituzione cui appartengono.

35

Schedare ogni elemento

Considerate ogni singola unità archivistica nell'ordine in cui la trovate, probabilmente potrebbe già essere presente un ordine cronologico nel caos apparente del vostro archivio. Schedate ogni elemento. In tal modo potrete poi ordinare per serie. Successivamente, solo se necessario, spostate fisicamente i singoli documenti. La scheda è l'elemento cardine della vostra catalogazione. Rappresenta la parte descrittiva dell'inventario e in essa dovete riportare tutti gli elementi necessari alla definizione del singolo pezzo d'archivio. In ogni scheda inserite almeno 6 indicazioni: titolo, data, descrizione sintetica, consistenza, numerazione e segnatura. Per quanto riguarda i primi tre elementi sottolineate che l'archivista può desumere il titolo, qualora non fosse presente.

Continua la lettura
45

Elaborare la scheda mediante software

In commercio trovate molti software che permettono di elaborare schede specifiche per le differenti tipologie documentali. Potete usare il sistema per gli archivi di stato, disponibile anche in forma semplificata.
State per accingervi a compiere un lungo lavoro soprattutto se avete tanti numeri. Da ciò avrete però grandi soddisfazioni. Qualsiasi ricerca decidiate di fare successivamente, sarà certamente più rapida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Cosa fare se si trova un reperto archeologico

Sembra improbabile imbattersi in un antico artefatto di inestimabile valore storico, ma la verità è che succede a tante persone. Se avete trovato un reperto archeologico e siete preoccupati sul da farsi. Vediamo su questa pratica e semplicissima guida...
Mostre e Musei

Come e perché visitare il museo egizio di Torino

I Musei sono un ottimo luogo dove passare un fine settimana, alla scoperta e ricerca di nuove cose da sapere, esperienze da fare, dove aumentare la propria cultura. Ogni città che si rispetti possiede almeno uno o due museo piuttosto prestigiosi, all'interno...
Mostre e Musei

5 musei europei gratuiti

Per gli appassionati d'arte e di musei, questa guida sarà sicuramente interessante, perché vi daremo alcune informazioni utili per poter visitare dei musei gratuiti all'interno del territorio degli Stati Europei. Nello specifico, vi daremo cinque possibili...
Mostre e Musei

I 5 migliori musei in Italia

Una visita al museo rappresenta un momento perfetto di crescita culturale e di svago, a cui nessuno dovrebbe rinunciare. Sul suolo italiano sorgono 4976 musei (dati Istat 2015): un numero cospicuo e rappresentativo di un'offerta ampia, in grado di venire...
Mostre e Musei

i 10 migliori musei della Puglia

La Puglia è una regione meravigliosa. Essa si caratterizza per il suo territorio, per tradizioni e per i siti meravigliosi che la circondano. In ogni luogo di questa terra vengono conservati nei suoi Musei, reperti che raccontano i popoli passati. Quindi,...
Mostre e Musei

Come organizzare una mostra d'arte

L'arte è il settore per eccellenza che permette di organizzare e mettere in piedi eventi e mostre di vario tipo. Quello artistico, infatti, è un ambito in continua evoluzione: nulla al pari dell'arte è in grado di far rivivere capolavori secolari o,...
Mostre e Musei

I principali musei di arte contemporanea in Italia

L'Italia è il paese con il maggior numero di opere d'arte dichiarate dall'Unesco Patrimonio Mondiale dell'Umanità; siti archeologici, città storiche, opere antiche e moderne disseminate in tutta la penisola a testimoniare un passato e un presente di...
Mostre e Musei

Le 10 Barbie più famose della storia

Con il suo sorriso perenne, le sue gambe incredibilmente lunghe e la sua passione per i vestiti, la Barbie è sicuramente la bambola più famosa nel mondo. Più di un miliardo di Barbie sono state vendute dal 1959, anno in cui la pin up di plastica, alta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.