Come collegare dei filtri in parallelo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida parliamo di crossover, o equivalentemente, di filtri audio. L'elettronica applicata alla musica, com'è noto ha aperto nuove sorprendenti frontiere. Nel caso dei crossover, il vantaggio è importante e consiste nel ripartire le frequenze che compongono il suono in modo da ottimizzare la resa e proteggere le membrane vibranti che emettono il suono. I crossover possono essere collegati in serie oppure in parallelo ed il loro utilizzo, specie se sono passivi, è connesso sostanzialmente a ragioni di tipo economico. Vediamo come collegare dei filtri in parallelo.

26

Occorrente

  • Fili di rame
  • Due crossover (o filtri)
36

Potrete chiedervi perché è tanto importante modulare le frequenze. Immaginate che il vostro sistema audio debba riprodurre contemporaneamente il suono di uno strumento che vibra ad una frequenza molto alta e quello di un altro strumento che vibra ad un livello molto alto ma con lunghezze d'onda nettamente maggiori. In questo caso tali due segnali genereranno una distorsione di fase, con conseguente netta riduzione della qualità dell'audio riprodotto. Inoltre le vibrazioni necessarie per generare il segnale a lunghezza d'onda maggiore sono nettamente maggiori rispetto a quelle necessarie per riprodurre il segnale a lunghezza d'onda inferiore.

46

Dunque, proprio sulla base di queste esigenze, sono stati introdotti i crossover. Essi riescono ad analizzare e suddividere lo spettro del segnale in ingresso, ovvero quello da riprodurre, in più porzioni. In questo modo riescono a destinare il suono ad altoparlanti differenti, evitando il problema delle sollecitazioni meccaniche inappropriate. I crossover possono avere due o più vie, definendo quindi più canali. Per ciascun canale vi è un filtro. I filtri esistenti sono numerosi: passa alto, passa basso, passa banda eccetera. Filtrando il segnale si materializza il vantaggio fornito da questo apparato. Esistono crossover attivi e passivi. Gli attivi selezionano le frequenze quando il segnale è ancora a basso livello e lo inviano a più amplificatori.

Continua la lettura
56

Inoltre, bisogna valutare come questo aspetto in particolare si inserisce nello schema complessivo di funzionamento dell'impianto, stante l'obiettivo che si vuole raggiungere. Vediamo semplicemente come agire. Dotatevi dei cavi di rame di lunghezza ed attacchi opportuni. Si inizia a collegare il capo alla sorgente del segnale, che potrebbe essere l'amplificatore. Fate attenzione nel collegare i positivi con i positivi ed i negativi con i negativi. Dunque a partire dall'amplificatore colleghiamo il crossover e, successivamente, sfruttando la stessa modalità operativa, si collega subito a valle un altro crossover.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Collegate sempre i positivi con i positivi ed i negativi con i negativi, senza inversioni.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come collegare i pedali della chitarra

La chitarra è uno strumento a corde in grado di produrre melodie davvero stupefacenti. Questo splendido strumento è di diversi tipi a seconda del genere musicale per cui si impiega. Attualmente esistono dei dispositivi che alterano il suono prodotto...
Musica

Come collegare il mixer alla scheda audio

Il mixer cattura i segnali audio prodotti da differenti canali d’ingresso. I suoni possono provenire da più sorgenti, come strumenti musicali, CD o microfoni. Tramite il mixer, è possibile unificare le varie tracce audio in un unico canale d’uscita....
Musica

Errori da evitare nella schermatura della chitarra

Per eliminare i fastidiosi ronzii e rumori della chitarra elettrica, bisogna assolutamente saper effettuare un'ottima ed accurata schermatura, per poter così eliminare, tutte le varie cause che ne possono disturbare il suono. Se vuoi però realizzare...
Musica

Come Predisporre L'Attrezzatura Per Suonare La Chitarra Elettrica

All'interno della presente guida, andremo a parlare di musica. Nello specifico, come avrete già potuto notare attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come Predisporre L'Attrezzatura Per Suonare La Chitarra...
Musica

Come allestire uno studio di registrazione a casa

Per allestire uno studio di registrazione nella propria abitazione, è necessario disporre di un computer con componenti di ottima qualità, avere la passione per la musica e la volontà di imparare a registrare. In questa semplice guida, pertanto, vediamo...
Musica

Come suonare la pianola

La pianola rappresenta uno strumento musicale a tastiera che al giorno d'oggi non è ancora molto conosciuto ed utilizzato. Essa generalmente è simile ad un pianoforte ma molto più semplice da suonare. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato,...
Musica

Come registrare una canzone

Se sei un appassionato di musica e il tuo sogno è quello di registrare una canzone da potere fare ascoltare a amici o parenti, sappi che la cosa è tutt'altro che difficile. Anzi, avendo un semplice pc e utilizzando il programma adatto, è una cosa veramente...
Musica

Come suonare il clarinetto basso

In molte orchestre è presente uno strumento che assomiglia in maniera impressionante al comune sassofono. Ma il suo aspetto è più asciutto, più snello e produce un suono più profondo. Simile per timbro a quello del clarinetto. Infatti, stiamo parlando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.