Come costruire una scala maggiore (Musica)

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Questa guida spiegherà come creare una scala maggiore partendo da qualsiasi nota in maniera semplice ed intuitiva. Non è necessaria alcuna particolare conoscenza della musica, ma tuttavia, bisogna che impariate a riconoscere la cognizione delle famose dodici note, ma soprattutto il loro ordine su una scala. A tutti voi che desiderate costruire, ma soprattutto suonare una scala maggiore, e necessario che continuiate a leggere e a prestare attenzione a ciò che verrà scritto su questa guida.

26

Dovrai decidere quale scala maggiore vorrai realizzare e da quale nota vorresti, poi, cominciare. Non è molto importante la scelta di questa. Anche se ci sono scale maggiori con molte più alterazioni rispetto ad altre scale maggiori che possono avere, al contrario, meno alterazioni, quindi scale molto più semplici o molto più complesse, la procedura di costruzione non cambia e, quindi, resta uguale per tutti i tipi di scale.

36

Una scala maggiore è composta da ben sette note. Quando sceglierai la scala da realizzare, avrai già la tua prima nota della scala! Quindi, se hai, ad esempio, deciso di creare, la scala di Re maggiore, la tua prima nota sarà, di conseguenza, Re. Te ne rimarranno ancora altre sei note ma, intuire quale sarà l'ordine delle stesse sarà semplicissimo.

Continua la lettura
46

Ora è necessario scrivere su qualsiasi foglio di carta la prima nota della scala scelta, quindi scrivere i restanti sei nomi delle note, nel loro ordine, e, infine, finisci scrivendo, nuovamente, la nota che hai scelto per prima. Ciò sta a significare che se hai, per esempio, scelto la scala di Re, scriverai, di conseguenza, la seguente scala: Re Mi Fa Sol La Si Do Re.

56

Ora bisognerà capire le alterazioni che avrà la tua scala. Per farlo occorre inserire le alterazioni per "aggiustare" la scala, in modo tale che rispetti ad una regola: la tua scala dovrebbe essere formata così: Tono, tono, semitono, tono, tono, tono, semitono. Il semitono riguarda la minima distanza tra due note. Il tono, invece, non è altro che il doppio della distanza (distanza tra due note).

66

Dovrai fare in modo che la tua scala rispetterà questa specie di regola! Questo è il metodo che viene applicato alla scala di Re: Re e Mi si distaccano di un tono, quindi li lasciamo così, ma tra Mi e Fa ci sarà solamente un semitono, mentre, per seguire la regola ci dovrebbe essere un tono! Quindi trasformeremo il Fa con "Fa#"; in questo modo si distanzia da Mi un tono! Tra Fa# e Sol# c'è un tono quindi va bene così, tra Sol e La c'è un tono, così come tra La e Si; e andrà bene in questa maniera. Tra Si e Do dovrebbe esserci un solo tono, quindi correggeremo il Do con un Do#. Infine tra Do# e Re ci sarà un semitono.
Avremo, così, realizzato la scala di Re! Re-Mi-Fa#-Sol-La-Si-Do#-Re.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come accordare una chitarra di un semitono più basso

In questa guida, vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter fare per accordare, nella maniera migliore, una chitarra di un semitono più basso. Le motivazioni per cui, spesso, le corde della chitarra vengono accordate un semitono sotto,...
Musica

Come costruire gli accordi sulle note di una scala

All'interno della seguente guida ci andremo a concentrare su come costruire gli accordi sulle note di una scala. La guida sarà divisa in tre differenti passi, in modo tale da concentrare lo sviluppo delle argomentazioni per gradi, facilitando la comprensione...
Musica

Come accordare la chitarra un semitono più alto

Non esiste un'accordatura giusta per la chitarra, spesso i musicisti amano variare per ottenere nuovi suoni e provare nuove posizioni sulla tastiera. Tuttavia, negli anni si è giunti ad un'accordatura "standard", che viene usata come riferimento per...
Musica

Come costruire la scala pentatonica minore

Una scala pentatonica (o pentafonica) è una scala musicale composta da cinque note. La sua etimologia deriva dal greco dove penta (πέντα) vuol dire cinque e tonica, proveniente da tonos (τόνος) che a sua volta deriva dal verbo teinō (τείνω),...
Musica

Come armonizzare la scala maggiore

Tra tutte le scale musicali, la 'maggiore' è la più nota, la più usata e soprattutto quella che risulta semplice da spiegare. Si tratta della classica scala Do - Re - Mi - Fa - Sol - La - Si - Do, composta nel modo che segue: passaggio di tono - tono...
Musica

Come eseguire una scala minore armonica

Spesso quando si parla di musica si sente pronunciare la parola scala. Il numero di scale è ampio per conoscerle tutte. Sono una successione di suoni che se studiate bene e con la giusta volontà danno benefici fin da subito. Per eseguire una scala minore...
Musica

Il linguaggio musicale: gli intervalli

Un mondo senza musica sarebbe triste e vuoto, così come lo sarebbe se non ci fosse l'arte e la sua bellezza. Infatti, la musica è essenzialmente arte. È un'arte che crea suoni che allietano la nostra vita. La musica, inoltre, serve a tantissime cose:...
Musica

Come suonare una canzone con gli accordi su una tastiera

I brani sono facilmente reperibili su internet o in qualsiasi negozio di strumenti e spartiti musicali; ma. Più difficile è trovare l'accompagnamento dello stesso su una tastiera o un pianoforte. Ebbene, questa guida affronterà proprio tale insegnamento:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.