Come creare una animazione in stop motion

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Creare un'animazione in stop motion è una cosa molto divertente e simpatica da fare: il risultato stupirebbe davvero chiunque. Questa tecnica di animazione si effettua per mezzo di scatti fotografici consecutivi: essa quindi non nasce come un video, diviene un video durante la fase di montaggio, perché prima è solo un insieme di scatti fotografici che permettono di ottenere degli effetti davvero speciali, come per esempio far muovere pupazzi, far sparire oggetti dalla scena, ecc. Fino ad ora con questo particolare metodo d'animazione sono stati creati diversi film anche famosi e molto apprezzati dal grande pubblico. Con questa guida vediamo quindi come creare un'animazione in stop motion.

27

Occorrente

  • Fotocamera
  • Windows Movie Maker
37

Innanzitutto, devi avere dei personaggi. Può essere un pupazzo, dei lego, oggetti in creta, ciò che preferisci o che ti occorre. In secondo luogo, ti occorre un set; puoi disegnarlo su uno sfondo, per un risultato più semplice, oppure puoi costruirlo, per esempio con la creta o la pasta di sale, piuttosto che con cartoncino o con le costruzioni. Adesso devi posizionare una buona macchinetta fotografica dinnanzi al set, e quindi fotografarlo; fai molta attenzione che nella foto siano ricompresi i personaggi che ti servono e che siano bene inquadrati sullo sfondo. Infatti la macchina non dovrà mai muoversi, solo i personaggi dovranno farlo.

47

Poni una particolare attenzione alla fonte di luce: puoi usare la luce naturale, oppure una lampada, o ancora una torcia. Se non ti trovi bene con la luce naturale, chiudi le persiane della stanza e accendi una luce artificiale. Fai una foto al set con il tuo personaggio: quindi muovi la figura di pochissimo, e scatta ancora una foto. Puoi muovere il personaggio come preferisci, per esempio se lo fai camminare sposta appena appena sia il braccio che la gamba e così per ogni movimento. Ripeti la sequenza fino a che l'azione sarà completa.

Continua la lettura
57

Adesso trasferisci le immagini che hai salvato sulla fotocamera sul tuo computer; ora non ti resta che creare un filmato con tutte le singole foto scattate. Se usi Windows Movie Maker, importa le foto nel programma, e poi clicca su Strumenti e quindi su Opzioni. Sull'opzione "avanzate" modifica la durata di ogni immagine in 0,03 secondi. Prima di creare il filmato, controlla che tutte le immagini si trovino nell'ordine corretto, poi caricale una ad una nello story board. A questo punto, se vuoi, puoi aggiungere i titoli di testa e di coda, o la musica di sottofondo. Poi clicca su Termina il Film e goditi la visione!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come Realizzare Un Cartone Animato Su Un Quaderno

Un cartone animato si basa prevalentemente sulla resistenza delle immagini stesse sulla retina dell'occhio. Il movimento delle immagini costituiscono il cartone. Questa semplice ed esauriente guida parte da questo tipo di principio ed ha lo scopo di insegnarti...
Arti Visive

Le migliori grapic novel di tutti i tempi

Il termine "graphic novel" serve ad indicare un genere narrativo molto peculiare, in quanto si può definire in parte romanzo e in parte fumetto. Si tratta infatti di tavole illustrate con un'evoluzione narrativa che li rende simili a "romanzi per immagini"....
Arti Visive

Come utilizzare Adobe Premiere

I programmi della Adobe forniscono una gamma di prodotti di qualità eccelsa per i creativi di tutto il mondo. Oltre ai famosissimi editor fotografici come Photoshop e Lightroom e ai programmi di animazione come Animate, la Adobe fornisce ai suoi fruitori...
Arti Visive

10 imperdibili film ambientati a Parigi

Esistono luoghi intrisi di magia e sentimento i quali vicoli si fanno narratori di storie, dalle più tragiche alle più sentimentali, dalle più misteriose alle più razionali. Se si dovessero elencare i nomi di tali scenari sicuramente Parigi meriterebbe...
Arti Visive

Come disegnare un viso triste

Il volto è tra le parti del nostro corpo che non riusciamo ad osservare senza l'utilizzo di uno specchio eppure, rispetto alle altre, è quella che più ci affascina quando incontriamo qualcuno ed è la prima cosa che andiamo a disegnare pensando ad...
Arti Visive

Come fare un disegno astratto

Imparare a disegnare non è facile, e ci vogliono anni di studio ed esercizio per ottenere gli effetti desiderati attraverso le diverse tecniche. Anche se il disegno realistico potrebbe sembrare quello più difficile, l'arte astratta lo è di più. Questo...
Arti Visive

La pazzia nei quadri di Vincent van Gogh

Un artista dallo spirito tormentato e dall'animo fragile, questo è Vincent Van Gogh. Un post impressionista che ha segnato, con le sue vicende personali ed il suo talento artistico, una lunga pagina della storia dell'arte. Vissuto quasi in povertà,...
Arti Visive

Espressionismo: storia, stile e maggiori esponenti

La storia dell'Espressionismo comincia contemporaneamente in Germania e in Francia, agli inizi del '900. Questo movimento basa le sue opere su contenuti sociali e sulle sensazioni legate ad eventi drammatici Gli artisti espressionisti tendono ad esasperare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.