Come creare una dissolvenza incrociata

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La dissolvenza rappresenta uno dei segni d'interpunzione del linguaggio cinematografico ed è utile per realizzare uno stacco indicante la fase conclusiva di una determinata scena e l'inizio di quella successiva, in maniera completamente fluida e senza nessuna pausa.
Attraverso la seguente dettagliata e pratica guida che verrà esposta nei passaggi successivi, quindi, vi spiegherò esaustivamente come bisogna creare una dissolvenza incrociata, mediante l'utilizzo di uno dei software di video editing che è presente sulla quasi totalità del Personal Computer (PC) di ultima generazione, ovvero "Windows Movie Maker".

27

Occorrente

  • Personal Computer (PC)
  • Windows Movie Maker
  • File video
37

Qualora "Windows Movie Maker" non dovesse essere presente sul vostro computer, avrete l'opportunità di scaricarlo gratuitamente dal link "windows.microsoft.com/it-it/windows/get-movie-maker-download" (essendo un software con licenza freeware, messo a disposizione dalla "Microsoft Windows").
Dopo averlo installato, dovrete aprirlo e selezionare la cartella di sistema contenente i file video, cliccando prima sulla voce "File" e poi su "Importa nelle raccolte..." (nel menù a tendina che comparirà): alternativamente, potrete ricorrere ai tasti rapidi e premere contemporaneamente "ctrl" e "I".
Quando si aprirà la finestra di dialogo, bisognerà innanzitutto scegliere il percorso e la cartella di sistema dove sono situati i documenti da caricare, e successivamente fare click sulla voce "Importa".

47

Adesso che i documenti sono stati introdotti correttamente nelle raccolte, essi possono essere finalmente adoperati.
Le operazioni iniziali che dovrete compiere sono quelle di selezionare il file video che desiderate mostrare per primo (tramite il tasto sinistro del mouse) e trascinarlo all'interno della timeline, nella riga "Video".
Attraverso il medesimo procedimento, occorrerà inserire anche la seconda porzione del videoclip, facendo molta attenzione a collocarlo dopo il filmato introdotto inizialmente, sempre nella stessa riga.

Continua la lettura
57

Dopodichè, la dissolvenza incrociata può essere inserita e, per fare ciò, dovrete cliccare sul tasto "Strumenti" (nella barra delle applicazioni), premere su "Transizioni video" (nel menù a tendina che comparirà) e ricercare tra le numerose tipologie di transizione quella dove c'è scritto "Dissolvenza": facendo click per due volte sulla seguente icona, l'effetto andrà a sistemarsi automaticamente nella riga "Transizione" della timeline, proprio nel punto di giuntura dei due file.

67

Adesso che il videoclip con la dissolvenza incrociata è pronto, bisognerà soltanto convertirlo, allo scopo di poterlo aprire con qualunque applicazione. Le operazioni che dovrete compiere per fare ciò sono quelle di cliccare prima sulla voce "File" e poi su "Salva filmato...", lasciare l'impostazione già definita su "Risorse del computer" (nella nuova finestra di dialogo che si aprirà), premere sul tasto "Avanti", scegliere sia il nome del file video che la cartella di destinazione (che generalmente è "Video"), fare nuovamente click su "Avanti" e aspettare alcuni minuti.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di salvare il video, guardate attentamente l'anteprima, servendovi del lettore presente nel software: in questa maniera, potrete correggere gli eventuali errori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Come ballare il Tuca Tuca

Il ballo fu lanciato da Raffaella Carrà nel corso della sesta puntata di Canzonissima 1971 (per la regia di Gino Landi, anche coreografo del programma), andata in onda sabato 13 novembre. La Carrà eseguì il brano con il celebre balletto ideato da Don...
Danza

Le cinque posizioni più importanti della danza classica

Il balletto classico è un tradizionale stile di danza che sottolinea la tecnica accademica sviluppata nel corso dei secoli dall'esistenza del balletto. Il balletto moderno invece, è un tipo di danza del XX secolo, che presenta un aspetto crescente di...
Recitazione

I passi base della danza jazz

La danza jazz è un misto di diverse tipologie di danza che la rendono difficile da caratterizzare in modo univoco. Certo è che le origini risalgono alle comunità afro-americane, come la musica con cui ne condivide il nome. Proprio a causa della pluralità...
Arti Visive

Come creare una animazione in stop motion

Creare un'animazione in stop motion è una cosa molto divertente e simpatica da fare: il risultato stupirebbe davvero chiunque. Questa tecnica di animazione si effettua per mezzo di scatti fotografici consecutivi: essa quindi non nasce come un video,...
Letteratura

Come realizzare un book trailer

Realizzare un book trailer (o booktrailer) non è la cosa più semplice del mondo; in genere ci si affida a dei professionisti del settore in modo da ottenere un buon prodotto ed un ottimo risultato, ma volendo si può procedere anche in maniera autonoma....
Musica

Come realizzare un videoclip musicale

Dopo un lungo lavoro di studio, con la registrazione del brano, arrangiamenti, ritocchi ai vari suoni, mixaggi, mastering e quanto altro richiesto per "costruire" una canzone, il video clip musicale è la rampa di lancio del brano stesso.Il videoclip...
Letteratura

Come creare uno storyboard

La guida in questione, come facilmente avrete compreso dal suo titolo, sarà dedicata alla funzione dello storyboard. Nello specifico, andremo a spiegarvi Come creare uno storyboard.La funzione dello “storyboard” è quella di visualizzare le fasi...
Arti Visive

Come fare un quadro in stile pop art

La pop art è una corrente artistica che nasce negli anni '50 in Gran Bretagna. Le immagini in stile pop art, colorate, divertenti e ironiche, mantengono il proprio fascino inalterato nel tempo e sono sempre di moda. La caratteristica principale che le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.