Come dipingere quadri etnici

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

L’Africa è da sempre luogo in grado di ispirare e fornire molte forme artistiche. Sebbene molto variegata le diverse arti africano hanno come fattore comune la religione, lo spiritualismo e la fede locale. Questi principi sono quelli che ispirano molti dei quadri etnici tipici di questa cultura. I colori usati sono per lo più accessi e caldi per cui rosso e giallo. Le immagini rappresentano sono generalmente ancestrali o si riferiscono a divinità, ma in alcuni casi si ritrovano anche maschere. Tra gli esponenti più importanti che spesso sono anche fonte di ispirazione si ritrovano i famosi Derain o Maurice de Vlaminck. Nella guida che segue illustreremo come dipingere quadri etnici nel pieno rispetto dello stile africano ed ispirandosi ai grandi menzionati.

24

Consigli dagli anziani

Chiedete invece ai vecchi della vostra famiglia e del vostro paese, fate delle indagini sfruttando il web o magari la biblioteca comunale, sulle origini della società in cui vivete, e scoprirete le vostre origini, le capirete, forse, e saprete così individuare quegli elementi che caratterizzano le persone, la lingua e le cose che vivono intorno a voi, così da poterli sintetizzare, e usare secondo capacità e mezzi personali nelle proprie rappresentazioni pittoriche.

34

Tecnica e materiali

È oltremodo importante e non secondario, il discorso sulla tecnica e i materiali con cui si realizzerà il possibile quadro etnico. Infatti utilizzare uno smalto acrilico per rappresentare un soggetto vissuto in un tempo passato, vuol dire tradire il soggetto stesso, facendogli perdere l'autenticità agli occhi di chi lo guarda. È opportuno quindi, capire, e riprodurre, nei limiti del possibile, le condizioni materiali con cui quel dato soggetto si sarebbe rappresentato nel contesto spazio-temporale in cui il soggetto è vissuto. Solo seguendo questi processi, che richiedono tanta passione e devozione, potrete dire, e sempre con le dovute cautele, di aver dipinto un quadro etnico.

Continua la lettura
44

Maggiori dettagli

Solo dopo una precisa e attenta analisi, si possono individuare i crismi, non stereotipati (come è accaduto nell'arte Africana, spesso divenuta, impropriamente, sinonimo di etnica), di una precisa forma espressiva, che riconducono quell'espressione, ad un preciso periodo storico vissuto da un altrettanto preciso popolo. Tali crismi, una volta capiti e sintetizzati, possono essere usati, con beneficio di inventario, per la riproduzione decontestualizzata di una realtà etnica. Questo in ogni caso, ameno ché le analisi non riguardino la propria etnia di appartenenza, risulterebbe un'imitazione, un falso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come dipingere quadri astratti

L'arte della pittura è una dote naturale che non si apprende attraverso la frequentazione di scuole o corsi specifici. Chi possiede questa dote è in grado di realizzare dei dipinti con le proprie mani, ottenendo così dei pezzi unici, originali e personalizzati....
Arti Visive

5 errori da evitare nella pulizia dei quadri a olio

Se dei bellissimi quadri ad olio adornano le pareti della vostra casa avrete sicuramente già riscontrato il problema della pulizia degli stessi. Infatti i quadri ad olio, essendo dipinti su tele abbastanza spesse ed essendo composti da una base oleosa,...
Arti Visive

Come vendere i propri quadri

Al giorno d'oggi gli artisti sono molto avvantaggiati rispetto al passato. Difatti per vendere i propri quadri dispongono di numerosi canali, da quelli più tradizionali che prevedono il contatto diretto con i possibili acquirenti e l'esposizione delle...
Arti Visive

La pazzia nei quadri di Vincent van Gogh

Un artista dallo spirito tormentato e dall'animo fragile, questo è Vincent Van Gogh. Un post impressionista che ha segnato, con le sue vicende personali ed il suo talento artistico, una lunga pagina della storia dell'arte. Vissuto quasi in povertà,...
Arti Visive

Come recensire una mostra di quadri

Recensire deriva dal latino "riflettere" ed è l'atto di cimentarsi nella produzione di un testo valutativo e interpretativo riguardo un'opera. L'obiettivo dell'esame critico è quello di fornire un'analisi contenutistica ed estetica che sia realistica...
Arti Visive

Come Insegnare Ai Bambini I Puntini E Le Linee Osservando I Quadri Di Joan Mirò

Attraverso la sperimentazione di diversi strumenti di disegno su superfici di varia natura e tipologia, possiamo favorire nei bambini, dai 3 ai 6 anni, la capacità di produrre segni, seguire tracciati, orientarsi nel foglio e coordinare i propri movimenti...
Arti Visive

I 10 quadri più misteriosi al mondo

Da sempre le opere d'arte vengono analizzate e studiate da professionisti, in quanto esse sono ricche di fascini e misteri. Dietro a un'opera si nascondono infatti, storie, racconti e veri e propri intrighi, e ancora oggi su alcune di esse non si è riuscito...
Arti Visive

Come organizzare una mostra di quadri

Organizzare una mostra di quadri può rivelarsi un'impresa davvero ardua, se consideriamo come sia difficile e quanto sia lungo il percorso da intraprendere affinché l'evento abbia il successo e la visibilità desiderati. Si tratta di un'occasione davvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.