Come dipingere un temporale

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se amiamo il disegno e la pittura sappiamo benissimo che è abbastanza difficile dipingere il cielo, ovvero un vero e proprio incubo per molti pittori anche esperti. Tuttavia è importante sottolineare che per evitare errori banali, e subire critiche al momento della presentazione del quadro, bisogna seguire delle linee guida specifiche, che sono molto utili per renderlo più reale. Nei passi successivi, troviamo in merito alcuni consigli su come dipingere un cielo con la presenza di un temporale.

25

Occorrente

  • Matita
  • Foglio da disegno, legno o tela
  • Tavolozza dei colori
35

Indipendentemente se abbiamo optato per del legno, carta da disegno o tela, la prima cosa da fare è disegnare una linea nella parte bassa, in modo da creare la demarcazione tra il cielo e la terra, ovvero l'orizzonte. La linea deve essere molto sottile, poiché alla fine bisogna cancellarla senza che ne rimanga traccia. Premesso ciò, possiamo dedicarci alla parte bassa decidendo se aggiungere il mare con le onde, un prato, una campagna o semplicemente delle case. La parte alta, ovvero quella che ci interessa maggiormente e che deve rappresentare il temporale, va invece curata seguendo le linee guida che ci apprestiamo a descrivere nei passi successivi.

45

Il cielo nuvoloso e minaccioso di pioggia torrenziale, deve innanzitutto non essere celeste bensì con delle sfumature di grigio molto accentuate, che a stento o del tutto ci fanno vedere il suddetto colore chiaro tipico del cielo sereno. Un metodo per massimizzare il risultato, è di sbriciolare su un tavolo una punta di matita, e poi sporchiamo il polpastrello delle dita in modo da creare le sfumature poc'anzi citate, e che alla fine sembreranno nuvole piccole e grigiastre ed anche nuvoloni neri, entrambe tipiche proprio di un temporale tendente a tempesta. A questo punto, non ci resta che definire al meglio i contorni tra cielo e terra, creare l'effetto pioggia, e ovviamente dare al cielo l'immagine giusta e tipica di un temporale in atto.

Continua la lettura
55

Per disegnare la pioggia con la matita tracciamo delle linee verticali spezzettandole a metà, e alternando le varie altezze in riferimento alle altre che disegniamo sempre in verticale. Ottenuta la pioggia, non ci resta che prendere la tavolozza dei colori e cominciare a giocare con essi, creando dei chiaroscuri che devono rappresentare il pallido sole sovrastato dalla pioggia battente, oppure la luminosità della luna se il temporale lo vogliamo evidenziare con l'effetto notte. Soltanto in questo modo lo stacco tra terra e cielo sarà evidente, e il temporale risulterà ben disegnato, e non a rischio di critiche da parte di chi visionerà il dipinto una volta completato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come dipingere fiori ad olio

Per dipingere i fiori su tela si devono seguire alcune regole, che riguardano soprattutto i colori e gli spazi. Tutto ciò non dipende dalla difficoltà del soggetto che vogliamo rappresentare, ma sono semplicemente le regole base che faranno da radice...
Arti Visive

Come dipingere un pesaggio

Il paesaggio è uno dei temi classici e più interessanti da dipingere: non si tratta di un’impresa difficile, tuttavia conoscere trucchi sarà di enorme aiuto per ottenere grati risultati. Dipingere un paesaggio mette l’artista di fronte a due sfide:...
Arti Visive

Come dipingere a olio una natura morta

Tra i dipinti più belli nell'arte compare spesso la natura morta. Molti furono i pittori ad occuparsene nel tempo. Questo nome curioso viene preso dalla rappresentazioni di una composizioni di oggetti, fiori, frutta o altre cose inanimate. Il termine...
Arti Visive

Come dipingere un paesaggio sulla stoffa

La pittura su stoffa è un fenomeno degli ultimi decenni. Alla sua diffusione hanno contribuito anche le riviste del settore. In verità, dipingere sulla stoffa è piuttosto semplice. È infatti una tecnica attuabile con molta creatività ed un minimo...
Arti Visive

5 consigli per dipingere con i colori ad olio

Dipingere ad olio è un'arte antica e particolare. Utilizzata nel tempo da artisti di grande calibro, anche oggi viene parecchio apprezzata. La tecnica prevede la mescolanza di colori in polvere e olio di lino che funge da legante. Per dipingere ad olio...
Arti Visive

Come dipingere con effetto marmo

L'idea di creare una superficie diversa dalle altre può contribuire a renderla originale. Le tecniche sono varie e si distinguono per la loro caratteristica. Infatti, è possibile cogliere aspetti particolari del dipinto realizzando un effetto unico...
Arti Visive

Trucchi per dipingere un quadro in poco tempo

Saper dipingere è un dono che non tutti purtroppo possiedono, ma scommetto che più di qualche persona, almeno una volta nella vita si è improvvisato pittore e artista, magari lo ha fatto per gioco o seriamente e forse non è stato soddisfatto del lavoro...
Arti Visive

10 modi per disegnare e dipingere più in fretta

Se avete scelto il disegno e la pittura come vostro hobby, non potevate fare di meglio: disegnare e dipingere sono attività molto rilassanti, che possono anche diventare un lavoro se avete il giusto talento. Non sempre però si ha tutto il tempo che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.