Come dipingere una natura morta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In campo artistico per natura morta si intende una rappresentazione di oggetti o corpi inanimati che vengono disegnati e poi dipinti con colori originali. Solitamente nella storia dell'arte gli oggetti più diffusi nelle rappresentazioni di natura morta sono la frutta, la verdura, le bottiglie, i tavoli e i pesci. A tale proposito in questa guida spieghiamo come dipingere una natura morta.

25

Occorrente

  • Un soggetto a scelta
  • Tela
  • Pennelli piatti
  • Pennelli tondi
  • Colori ad olio
  • Acquaragia
  • Tavolozza
  • Matita
  • Fogli di carta
  • Vernice finale per quadri
35

Essere capaci di realizzare una bella composizione di oggetti è l'abilità principale; infatti, occorre una buona mano, oltre a molta fantasia, in modo che le combinazioni regalano al dipinto un aspetto più importante, e artisticamente corrette. L'occorrente per dipingere una natura morta è minimo; infatti, per una composizione di oggetti inanimati, è sufficiente una tela (delle dimensioni preferite), dei colori ad olio, una tavolozza, dei pennelli morbidi (tondi e piatti), una matita e dei fogli di carta.

45

Dopo aver terminato di sistemare la composizione, è necessario studiarla attentamente ed iniziare a fare dei disegni a matita su di un foglio per comprenderne le dimensioni e le proporzioni. Si prova e si riprova fino a quando non si è soddisfatti del disegno fatto. Successivamente si passa alla tela su cui va riportato il disegno utilizzando una matita. A questo punto si deve scegliere il colore dello sfondo, quindi bisogna stendere con un pennello uno strato uniforme di colore diluito con acqua, facendo attenzione a non dipingere il disegno. Una volta terminata la realizzazione dello sfondo, si può poi procedere con i colori. Volendo fare un esempio di quanto appena descritto, se stiamo dipingendo una pera, useremo una tonalità sul giallo oppure un ocra come colori base, aggiungendo eventualmente del rosso nel caso in cui vogliamo dare delle piccole sfumature con questa tonalità più corposa e marcata.

Continua la lettura
55

Un altro importante accorgimento riguarda l'uso del polpastrello delle dita che serve molto per fondere al meglio i colori. Inoltre vale la pena sottolineare che utilizzare delle terre per la realizzazione delle ombre, è un'ottima opzione per rendere più realistica l'elaborazione di una natura morta. Per ultimare il nostro dipinto su tela, si può dare anche qualche tocco di bianco in più per realizzare delle zone con una maggiore luminosità, ricordando inoltre che in una natura morta la luce deve convergere il più possibile sulla composizione. Infine la raccomandazione è di usare la vernice finale per quadri che oltre a tenere in posa i colori serve anche a fornire un tocco di lucido in più.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come disegnare una natura morta con il carboncino

La tecnica di disegno con il Carboncino è una delle più antiche, ma è anche particolarmente affascinante. I tratti definiti da contrasti di chiaro - scuro danno profondità alla scena. I soggetti principali delle opere a carboncino sono i ritratti...
Arti Visive

Come dipingere olio su tela

Se abbiamo sempre sognato di riuscire a realizzare un bellissimo dipinto con le nostre mani, ma non conosciamo le varie tecniche necessarie per riuscirci, potremo provare a cercare delle guide su internet che ci insegnino un po' alla volta come fare per...
Arti Visive

Fotografia still life: tecniche e consigli

Il genere Still-Life comunemente chiamato in italiano Natura Morta, è un dipinto dove gran parte dei soggetti sono oggetti inanimati (frutta, sedie, oggetti d'uso quotidiani, animali). A differenza delle altre tecniche fotografiche, la tecnica Still...
Musica

Mia Martini: storia di una voce

Mia Martini, all'anagrafe Domenica Bertè, è stata una delle cantanti con la voce più bella nel panorama della musica italiana. Sorella di Loredana Bertè, anch'essa cantante, è nata a Bagnara Calabra nel 1947 ed morta nel 1995 a Cardano al Campo....
Arti Visive

Come realizzare un dipinto in poco tempo

Ecco qui una bella guida, attraverso cui poter imparare come e cosa dover fare per realizzare un dipinto in poco tempo. Sarà un aiuto del tutto concreto e valido, per tutti coloro i quali amano eseguire dei dipinti, ma magari non si sono mai cimentati...
Arti Visive

Come dipingere un paesaggio autunnale

L'arte dà sempre molte soddisfazioni: creare con le proprie mani un dipinto capace di evocare innumerevoli sensazioni è impagabile. Relativamente ai dipinti le idee per la loro messa in forma sono molteplici: paesaggi, natura morta, celebrazione delle...
Arti Visive

Renoir: le migliori opere

La storia dell'arte è piena di artisti e pittori che hanno contribuito ad arricchire con la loro opera la cultura mondiale. Gli impressionisti con i loro quadri pieni di colori e dalle tonalità sobrie sono riusciti donare all'umanità una visione del...
Arti Visive

Dalì: le opere principali

Salvador Dalì fu uno dei pittori più illustri del XX secolo. La sua poetica si caratterizzava prevalentemente all'interno della corrente artistica del Surrealismo. L'arte surrealista si esplicava come concretizzazione di alcune scoperte del periodo:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.