Come disegnare figure in movimento

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Una delle difficoltá più importanti nel campo del disegno artistico è quella di "intrappolare" sul foglio il movimento delle figure. Bisogna, infatti, creare l'illusione o l'impressione che una figura statica si muova. A questo scopo esistono vari metodi e stratagemmi per facilitare il compito, partendo dai modelli in scala fino all'aiuto tecnologico. Andiamo, quindi, a scoprire come disegnare una figura in movimento, utilizzando quattro vie differenti.

25

Modello di legno

Il primo modo, il più tecnico, per creare un effetto di movimento realistico in una figura in due dimensioni si basa su un modellino di legno. Durante gli anni, infatti, è stato sviluppato un modellino di sembianze umane in miniatura, composto di legno duro e snodabile in coincidenza delle giunzioni fisiche come ginocchia, gomiti, ecc.
Il primo passo per diventare esperti prevede di posizionare tale modellino in una decina di posizioni diffrenti e di copiarne le forme su foglio, da tre prospettive differenti: dall'alto, lateralmente e frontalmente.

35

Griglia

La seconda possibilità che illustriamo è quella della griglia di proporzione. Questa griglia, formata da otto linee orizzontali e due verticali, imposta le esatte proporzioni umane, in modo da avere delle linee guida su cui basarsi.
La misura di base da cui partire è quella della testa: una volta appurata la si riduce alle proporzioni del folglio e si disegnano otto linee orizzontali distanziandole proprio con questa metratura.
Allo stesso modo si possono tracciare due linee verticali a distanza doppia della precedente. All'interno di questa griglia sarà facile creare una bozza della figura scelta.

Continua la lettura
45

Metodo grafico

La terza via, la più seguita, è quella del cosiddetto metodo grafico: si parte da una linea guida per arrivare ad illustrare un concetto. Fondamentalmente esistono due tipi di linee guida e sono quelle d'azione e quelle cinetiche. Le line d'azione sono delle linee che seguono la spina dorsale del corpo da disegnare durante il suo movimento. Attraverso questo genere di linee è così possibile avere un'idea generale della posizione da disegnare. Le linee cinetiche, invece, sono molto utilizzate nei fumetti e prevedono il tratteggio di piccole curve attorno agli arti in movimento, così da far sembrare che la figura non sia ferma.

55

Ripetizioni

L'ultimo modello proposto è una tecnica molto utilizzata nel disegno fumettistico, poco in quello artistico o stilistico. Esso consiste nel disegnare la parte di corpo che si muove più volte a distanze ravvicinate. Ad esempio per disegnare un pugile sul ring sarà comodo inquadrarlo frontalmente disegnando più di due braccia che sferrano pugni, così da dare l'idea di velocità e di movimento

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come fotografare un soggetto in movimento

Scattare delle belle fotografie è un modo per mantenere vividi molti ricordi di momenti belli della nostra vita. Scattare una fotografia professionale però non è affatto semplice. I soggetti più difficili da immortalare, all'interno di una fotografia,...
Arti Visive

Come disegnare mani e piedi

Il disegno è un'attività che può definirsi come una passione personale che sviluppa, con l'apprendimento, una vera e propria arte. Ci sono alcune parti, specialmente quando si disegna un corpo umano, che sono davvero difficili da riprodurre nella maniera...
Arti Visive

Come disegnare una ballerina

L'arte del disegnare rappresenta sicuramente un passatempo che appassiona tantissime persone al giorno d'oggi. Per alcune di esse si tratta di un vero e proprio lavoro che permette di sviluppare il proprio talento e la propria creatività. Tuttavia non...
Arti Visive

Come disegnare un falco

Cari artisti, disegnare è un'arte e richiede estro, passione e tecnica. Per quanto il soggetto da ritrarre possa essere complicato e mettervi alla prova, vi sono alcune regole basilari che vi aiuteranno per strutturarlo meglio: dovrete ricorrere a delle...
Arti Visive

Come disegnare una lepre

Conservare i ricordi dei propri figli è uno dei gesti più naturali di ogni mamma, in quanto segnano le diverse tappe della crescita di un bambino. Uno dei primi modi con i quali i piccoli iniziano ad esprimersi e a comunicare è rappresentato dall'atto...
Arti Visive

Come disegnare un pallone da calcio

Il calcio è l'interesse principale della maggior parte degli italiani. Molto spesso diventa una vera e propria passione e in alcuni casi una professione. Ognuno tifa la propria squadra di calcio del cuore seguendo le partite da casa o andando allo stadio....
Arti Visive

Come disegnare un bruco

Disegnare un bruco è molto facile poiché l'animale, nell'aspetto, è simile ad un verme e la sua sagoma ricorda vagamente quella di una collana di perle. In questa guida vi mostreremo come fare, quali materiali usare per donargli colore e a quali trucchetti...
Arti Visive

10 modi per imparare a disegnare

Disegnare è un metodo che si può imparare facilmente. Infatti, non esistono regole che impartiscono l'impossibilità di provare a farlo. Ovviamente, molti hanno già questa predisposizione fin da piccoli. Quindi, imparano naturalmente da soli. Ma, non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.