Come disegnare le scarpe

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra gli accessori più importanti per completare l'abbigliamento sia maschile che femminile, ci sono innanzi tutto le scarpe. Che siano da giorno, sportive o da sera, con il tacco o meno, completano l'abbigliamento dando un tocco originale alla persona che le indossa. Ogni Scarpa va studiata su misura, seguendo le tendenze. Fornendo ed assecondando i gusti e i momenti in cui viene calzata. Per questo motivo ci sono equipes intere di stilisti e ricercatori, che unendo fantasia e ricerca realizzano modelli sempre nuovi. Occupandosi dello stile e la tendezza del momento. Ma non sottovalutando il confort e la bellezza della scarpa da realizzare. Partendo così. Da un' idea, dopo avere realizzato lo stampo ed il disegno si passa alla creazione vera e propria. Ma nonostante tutto, non è affatto facile carpire all'arte grafica la capacità di disegnare i vari modelli e rappresentare i gusti propri o più consoni ad ogni occasione. Ecco che nella seguente guida vi indico come disegnare le scarpe.

26

Occorrente

  • Foglio
  • Matita
36

Il disegno

Importantissimo è quindi il disegno che altro non è se non la rappresentazione artistica dello stile finale della calzatura. Prima di tutto si inizia disegnando la tomaia, cioè la parte superiore della scarpa. La sua forma calcherà quella del piede stesso e delle sue misure ed in un ovale, più o meno ampio verranno messi i particolari, le cuciture i vari lacci o chiusure, le aperture e tutto ciò che può servire da abbellimento. Tutto questo rispettando le misure delle varie taglie e ricordando che poi attraverso il disegno si dovrà realizzare il calco vero e proprio.

46

Il puntale

Quando, viene disegnato il puntale della scarpa, arrotondato e meno, a seconda dello stile della calzature. Il contrafforte per rinforzare il tallone e le parti più atte ad usura e l'intersuola. Questo elemento serve a rinforzare la suola stessa e ne ha la medesima misura e forma. Si passa poi al sottopiede, disegnato ad ovale, ma sagomato, in modo che combaci nelle misure e nella forma alla tomaia. Di solito nelle calzature comode il materiale con cui si costruiscono le scarpe deve risultare morbido e rispettare le esigenze del piede e le sue caratteristiche. Si disegna poi il guardolo, che rappresenta il pezzo di cuoio che unisce con la cucitura, di solito, la tomaia alla suola.

Continua la lettura
56

La fodera

Infine, si passa poi alla fodera che riveste l'interno della scarpa stessa e che deve combaciare perfettamente con tomaia e suola. Per ultimo il tacco, di varia forma ed altezza a seconda dell'utilizzo. Solo chi sa unire e completare della la scarpa otterrà l'esclusività. Costruendo così, scarpe originali e nello stesso tempo comode e durature.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di disegnare la scarpa scegliere il modello e realizzare il bozzetto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come disegnare un bambino

Disegnare è una forma d'arte molto complessa e ricca di tecniche che variano in base ai soggetti, luoghi o qualsiasi cosa che si intenda riportare su foglio o tela. Quando si disegna l'immaginazione è il primo passo fondamentale per la riuscita del...
Arti Visive

Come disegnare un carro armato

Disegnare è un'attività bellissima. Disegnare permette di sfruttare la fantasia e realizzare opere belle ed originali. Disegnare è un passatempo adatto a tutti. I bambini amano disegnare per stimolare la creatività e trasferire sul foglio i propri...
Arti Visive

Come disegnare bene a matita

Per imparare a disegnare non sempre è necessario avere un dono di natura artistica. Infatti imparare a disegnare richiede molto impegno e costanza. Esistono svariate tecniche per imparare a disegnare bene e, in questa guida, vi insegnerò come disegnare...
Arti Visive

Come disegnare una cabina armadio

È il sogno di ogni donna: stiamo parlando della cabina armadio! Basta con i soliti armadi piccoli, stretti, in cui stipare maglie, maglioni, gonne, pantaloni, accessori e scarpe. Ogni donna che si rispetti merita la sua cabina armadio. Che sia ampia...
Arti Visive

Come disegnare una bambina da fumetto

Disegnare una bambina da fumetto potrebbe sembrare un'operazione piuttosto complicata ma non lo è se si seguono alcune semplici regole e se ci si esercita con delle bozze. La forma o l'espressione che potrete dargli dipendono solo dalla vostra fantasia...
Arti Visive

Come disegnare un ragno

Nella guida che seguirà andremo ad occuparci di disegno. Nello specifico, ci dedicheremo a disegnare degli animali. Ci porremo, però, un'unica specifica domanda in questo caso: come si fa a disegnare un ragno? Lo vedremo immediatamente nei passi della...
Arti Visive

Come disegnare i tre Re Magi

Tra i vari soggetti che si adattano perfettamente al periodo natalizio, oltre alle stelle, agli angioletti e a Babbo Natale, i tre Re Magi sono quelli più adatti per essere disegnati senza troppa fatica. Una volta colorati risulteranno, infatti, molto...
Arti Visive

Come disegnare un cavallo in stile manga

Avete consumato le pagine dei fumetti manga? Avete la passione per questo genere fin da piccoli? Se volete cimentarmi nell'arte grafica che tanto vi affascina, siete nel posto giusto. Non preoccupatevi se non siete abili a disegnare nature morte. Basta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.