Come disegnare un temporale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Rappresentare in un disegno il momento del temporale non è una cosa per nulla semplice o banale. Si tratta, infatti, di una condizione atmosferica caratterizzata da grande dinamismo che non la rende semplice da riprodurre su un foglio bianco in quanto si tratta di una superficie bidimensionale e statica. In questa guida, a tal proposito, andremo a vedere come disegnare un temporale al meglio grazie a qualche piccolo accorgimento.

25

Occorrente

  • una matita
  • un temperamatite
  • uno sfumino (in alternativa, utilizza un dito!)
35

La prima cosa sulla quale focalizzare la propria attenzione riguarda, senza dubbio, la scelta dei colori che andrete ad utilizzare. In linea generale, i colori che rappresentano il temporale sono scuri ed, in particolar modo, sono il grigio ed il nero. Per questo motivo non serve avere a disposizione molti pastelli ma sarà sufficiente una comunissima matita da disegno. Il primo trucco è quello di andare a temperare la matita in modo che questa vada ad ottenere una punta molto fine. Senza essere troppo precisi procedete andando a delineare la parte del foglio che dovrà essere ricoperta dalle nuvole scure. Andate ora a tracciare un'ulteriore linea molto sottile per separare la parte in cui raffigurerete le nuvole e quella in cui andrete a rappresentare la pioggia e lo sfondo.
Ora occupatevi della prima parte dove andrete a tracciare i nuvoloni come se steste andando a fare una specie di schizzo ed andando a disegnare delle spirali.

45

Riprendete un'altra volta il temperamatite ed andate a temperare leggermente la mina della vostra matita. Lo scopo di questa operazione è andare a far cadere, sul corpo di ogni nuvola che avrete rappresentato sul foglio, i frammenti della mina. Questi ultimi si presenteranno come una polvere scura facilmente sfumabile. Data questa interessante proprietà con uno sfumino, oppure con il polpastrello, potete spargere questa polvere andando a compiere dei movimenti circolari. Se eseguite questa operazione in modo attento noterete che state andando a creare delle bellissime sfumature sui toni del grigio.

Continua la lettura
55

Ora dovrete pensare ad andare a disegnare lo sfondo. Questo dovrà essere ingrigito e colpito da una pioggia battente. Utilizzate sempre la polvere di mina ma questa volta fatela cadere sulla zona inferiore del foglio e, grazie a dei movimenti, questa volta orizzontali, sfumatela da destra verso sinistra e viceversa. In questo modo andrete a dare vita ad uno sfondo fumoso adatto al temporale. Ora ritemperate nuovamente la matita in modo di andare ad ottenere nuovamente una punta bella sottile ed andate a disegnare le gocce di pioggia che andranno a cadere verso il fondo del foglio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

Recitare con il metodo Stanislavskij

Il metodo Stanislavskij è una tipologia di stile psicotecnico della recitazione che prende il nome dal suo ideatore, noto teorico teatrale russo. Egli dapprima lo concepì, poi lo mise in pratica, insegnandolo agli allievi della sua accademia. Ad oggi,...
Arti Visive

Come sfumare con le matite colorate

Sia gli artisti professionisti, che gli amatori d'arte, devono avere una solida conoscenza delle tecniche di miscelazione quando utilizzano le matite colorate, se vogliono creare ombre e luci realistiche in un disegno a matita colorato. La miscelazione...
Letteratura

I migliori 5 libri di Asimov

Isaac Asimov (1920-1992) è uno scrittore russo, naturalizzato americano, che si è distinto come autore di importanti opere poliziesche, di fantascienza e divulgazione scientifica. La sua narrativa si caratterizza per uno stile essenzialmente asciutto,...
Letteratura

I miti greci più famosi

"Mythos" è il termine greco che significa "mito". In origine era semplicemente "parola, discorso". In seguito fu il racconto dell'esistenza di esseri onnipotenti e immortali, di forme affini a quelle umane che si chiamarono Dei o Numi. Questi furono...
Mostre e Musei

Guida al Museo Del Louvre

"Come artista, un uomo non ha altra patria in Europa che Parigi", questa citazione di F. Nietzsche la dice lunga sulla bellezza della capitale francese. D'altro canto, quale città meglio di Parigi offre tante opere d'arte quante ne custodisce il Louvre?...
Letteratura

Come scrivere una graphic novel

La graphic novel è un genere fumettistico che prevede un'articolata storia autoconclusiva, quindi non strutturata in episodi o albi, rivolta solitamente a un pubblico adulto. Si fa soltanto confusione quando lo si distingue dal "fumetto popolare", che...
Letteratura

Come scrivere un romanzo epistolare

Genere di successo nella letteratura del passato, così come anche in quella attuale, non costituisce affatto un esercizio semplice. Di seguito vedremo con quali tecniche e ricorrendo a quali artifici letterari scrivere un romanzo epistolare. È noto...
Letteratura

La vita di Dante Alighieri

La vita di Dante Alighieri inizia a Firenze nel 1265 in un periodo storico in cui la città vive una fase di straordinario sviluppo economico ma anche una situazione politica e sociale complessa. La città in seguito alle lotte tra Impero e Chiesa è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.