Come disegnare un triangolo equilatero

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Poffarbacco! Dovete aiutare i vostri bimbi con i loro compiti ma ahimè non vi ricordate più come si fa a disegnare un triangolo equilatero? Non serve che vi diate delle martellate sulle ginocchia, che vi strappiate i capelli in strazianti scene di disperazione o che progettiate una fuga strategica in Alaska, ho io la soluzione per voi. Vedrete che la memoria vi tornerà in un batter d'occhio. Vi servono solo una matita, una gomma, un righello e un compasso. E adesso leggetevi questa guida tutto d'un fiato e scoprirete come sia facile disegnare rapidamente un perfetto triangolo equilatero.

26

Occorrente

  • foglio
  • compasso
  • righello
  • matita
  • gomma
36

Partiamo dalla definizione di triangolo equilatero: si tratta semplicemente di un triangolo costituito da tre lati della medesima misura. Come si procede per disegnarlo? Prendete anzitutto un righello e disegnate quella che sarà la base del triangolo, lunga quanti centimetri riterrete necessario. Segnate quindi sia il lato A che il B, rispettivamente all'inizio e alla fine del tracciato. Ora vi serve quel tipo di compasso avente su di un lato la punta e sull'altro la matita.

46

Puntate la punta del compasso sul punto B e fate un cerchio senza calcare troppo sulla matita (vi avviso infatti che il destino della figura che state disegnando è quello di essere cancellato). Spostate poi il compasso e puntatelo direttamente nel punto A. Disegnerete nuovamente un cerchio, anzi due: basterà tracciare un arco che parte dal punto opposto (ossia dal punto A se avremo puntato su B e dal punto B se abbiamo puntato su A) e si dirige verso l'alto. Questi due archi si intersecheranno inequivocabilmente in un punto.

Continua la lettura
56

Il punto di incontro dei due archi, tracciati tramite l'ausilio del compasso, sarà il punto C, finalmente reso visibile agli occhi di tutti. Scoperto il punto C, siete ormai a cavallo. Afferrate nuovamente il righello per tracciare una linea che congiunga A con C. Spostare ancora il righello sul punto B, tracciando una linea tra il punto B e il punto C. Le linee che disegnerete avranno esattamente la stessa lunghezza della base. Ecco qui il vostro triangolo equilatero! L'ultimo passaggio da compiere è presto detto: con matita e righello, ripassate i tre lati individuati rendendoli più nitidi, dopodiché prendete la gomma, cancellando con cura le tracce degli archi (quelli cioè segnati in precedenza col compasso durante la vostra ricerca del misterioso punto C). Avete messo in pratica il modo più classico per tracciare con precisione i lati del vostro triangolo equilatero.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come disegnare a mano libera

Si definisce disegno a mano libera un'elaborazione grafica eseguita senza ricorrere a righello, squadra, proiettori o altri strumenti di supporto. A differenza del disegno tecnico, consiste in un metodo di espressione artistica libera, spontanea, realizzata...
Arti Visive

Guida alle opere di Giorgione

Lo pseudonimo di Giorgione si riferisce a Giorgio Barbarella (o Zorzi da Castelfranco), il famoso pittore italiano del periodo rinascimentale di origine veneziana. Il soprannome fu usato molto probabilmente in attribuzione alla statura dell'artista, insolita...
Arti Visive

Come Realizzare Un Tetraedro Con Un Foglio Di Carta

Molto importante sapere che il tetraedro è una comune piramide a base triangolare, simile ad una vecchia busta da latte. Questa figura può anche essere realizzata con della carta, in modo da familiarizzare i più piccoli con le figure geometriche. Infatti,...
Arti Visive

Come costruire un ottagono dato il lato

La geometria è una disciplina scientifica particolare che studia le forme nello spazio e nel piano. Data la complessità notevole di tali discipline, sicuramente vi sarà capitato di non riuscire a capire in modo perfetto, certi argomenti di tale materia,...
Arti Visive

Come disegnare un arco a tutto sesto

Con la seguente guida andremo ad occuparci di disegni progettuali. Nello specifico, in questo caso particolare, andremo a vedere come disegnare un arco a tutto sesto. Lo faremo in modo sintetico, semplificato ed in una guida divisa in passi, in modo da...
Arti Visive

Come disegnare una cupola geodetica

Una cupola geodetica è una struttura architettonica, definita da molti come una delle più grandi innovazioni degli anni 50. Il nome "geodetica" deriva dalla sua forma, simile a quella di un geoide. Per chi non lo sapesse, in matematica una geodetica...
Arti Visive

Come costruire un esagono dato il lato

L'Esagono è un poligono regolare che appartiene alla geometria piana. Con i suoi sei lati e sei angoli congruenti, è tra le figure più semplici da costruire e si possono disegnare anche avendo a disposizione, quale unico dato, la lunghezza del lato....
Arti Visive

Come disegnare i fiocchi di neve

Disegnare è un modo per esprimere la propria fantasia e soprattutto dare voce a forme che non riusciamo a visualizzare, questo ci viene insegnato sin da piccoli negli asili e nelle scuole per arrivare a chi con attitudine naturale riesce a dare il meglio....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.