Come disegnare un tucano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tucano, lungo circa 55 centimetri di cui una ventina spettano al suo particolare becco arancione o multicolore, è un uccello che vive nei boschi e nelle campagne del Sud America; ama i luoghi ricchi di corsi d'acqua e sceglie generalmente di rimanere nelle vicinanze degli insediamenti umani. I suoi colori sono intensi e vivaci, infatti il suo manto è caratterizzato da uno stupendo piumaggio bianco e nero con riflessi azzurri, viola e verdi. Ecco a seguire come disegnare un tucano.

26

Occorrente

  • foglio da disegno, lapis, gomma, matite colorate.
36

Se state pensando che il disegno di un tucano non sia molto semplice da eseguire, probabilmente vi state sbagliando, poiché con un poco di pazienza e attenzione riuscirete ad ottenere un ottimo risultato: si tratta di disegnare un uccello dall'aspetto piuttosto insolito, ma non è affatto difficile da rappresentare e seguendo i nostri consigli il vostro lavoro non richiederà assolutamente troppa fatica.

46

Procuratevi un foglio da disegno, un lapis con mina a punta medio/morbida, una gomma e delle matite colorate. Provvedete a disegnare il tucano visto di profilo, procedendo in questa maniera: partendo dalla parte alta e a destra del foglio, iniziate a disegnare le linee relative al grosso becco, che come potete notare rappresenta più di un terzo dell'intero volatile. Poi passate alla curva del collo arrivando all'ovoidale del corpo e terminando con la coda a forma quasi trapezoidale. Fate appoggiare la bestiola su un ramo posto orizzontalmente rispetto alle zampe, cancellate eventuali sbavature e poi con le matite colorate, iniziate a colorare il pennuto dando forma agli occhi e separando le are bianche del corpo da quelle nere.

Continua la lettura
56

Completate il becco con l'arancione, inserendovi una macchia nera a forma di ampia goccia sulla punta, eseguite un piccolo giallo attorno all'occhiolino nero e colorate le zampe con l'azzurro chiaro misto a sfumature viola. Ora colorate il ramo con il marrone ed il beige (o giallo chiarissimo). Per creare uno sfondo che ricordi la rigogliosa foresta, avete due possibilità. Una è quella di disegnare pazientemente dei rami con diverse foglioline con il verde sia chiaro che intenso, mentre l'altro sistema è invece questo: create una specie di 'polverina' temperando con delicatezza la punta di alcune matite colorate, usando verdino chiaro, il verdone e pochissimo blu. Ora usate la polvere ottenuta sfumandola attorno al tucano, iniziando da ombreggiature più chiare e terminando con tonalità più scure.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potete anche usare gli acquarelli, ma in questo caso acquistate in cartoleria la carta adatta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come disegnare un pettirosso

Con il nome Erithacus Rubecula si indica il noto uccello "petttirosso". Esso è un meraviglioso uccellino facente parte della famiglia delle Muscicapidae. Si tratta di un uccello migratore anche se per piccoli viaggi; si nutre di insetti molto piccoli...
Arti Visive

Come disegnare una civetta

La civetta, il cui canto è da sempre per tradizione sinonimo di cattivo presagio (ma ovviamente si sa bene che non è così!), è un piccolo e affascinante rapace notturno che riesce tranquillamente a volare nel buio e che ama cantare di notte. Vi...
Arti Visive

5 errori da evitare con le matite acquerellabili

Tra le tante tecniche di pitture esiste quella con le matite acquerellabili. Queste vengono vendute in astucci e in scatole che contengono delle vere e proprie tavolozze. Utili per mettere l'acqua nelle apposite vaschette, che in seguito serve per sfumare...
Arti Visive

Come scegliere le matite per il disegno

Molte persone sono appassionate di disegno, ed ogni giorno si affacciano a questo hobby davvero creativo e che permette di riprodurre la realta' secondo una propria visione personale. Ma per poter imparare a disegnare è necessario imparare prima le basi,...
Arti Visive

5 dritte nell'utilizzo delle matite acquerellabili

Le matite acquerellabili hanno l'apparenza di semplici pastelli, ma in realtà se aggiungete un po' d'acqua, assumono lo stesso effetto degli acquerelli, ottenendo un risultato del tutto particolare. È molto semplice utilizzarli e con qualche consiglio,...
Arti Visive

Come disegnare un gabbiano

All'interno di questa guida, andremo a parlare di disegno. Nello specifico, in questo determinato caso, andremo a parlare di gabbiani. Proveremo a fornire i giusti consigli per far sì che disegnare un gabbiano risulti essere più semplice, attraverso...
Arti Visive

La classificazione delle matite da disegno

Oggi in questa guida, parleremo dello strumento più utilizzato al mondo per la scrittura ed il disegno, la matita. Questo strumento ha origine nel 1664 in Inghilterra, dove venne scoperto il primo giacimento di grafite. La grafite è l'elemento principale...
Arti Visive

Come disegnare la Sirenetta

All'interno di questa guida passo dopo passo spiegheremo come riuscire a disegnare la sirenetta. Più avanti ogni slide sarà infatti affiancata da alcuni modelli anche stampabili che vi faranno comprendere come realizzare in poche e semplicissime mosse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.