Come disegnare una cucina in prospettiva

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ci sono delle persone che desiderano poter arredare il proprio appartamento a seconda della propria creatività e a seconda delle proprie esigenze. Per poter arredare in maniera professionale bisogna avere qualche conoscenza del disegno geometrico e della prospettiva. La prospettiva significa costruire l'immagine di una figura, o di un insieme di figure, in uno spazio determinato, e la prospettiva più adatta è quella centrale. In questo articolo vi illustrerò come disegnare una cucina in prospettiva.

26

Occorrente

  • foglio
  • matita
  • squadretta o righello
  • gomma
36

Il primo passo da seguire è di munirsi degli oggetti che servono per disegnare: un foglio, una matita a punta semidura, una squadretta o un righello e una gomma per cancellare. Bisogna iniziare a tracciare, con l'aiuto della squadretta, la linea di terra; la linea di terra è la linea che segna il pavimento. Questa linea di terra bisogna tracciarla nella parte bassa del foglio. Nella parte più alta invece bisogna disegnare una seconda linea, la linea che rappresenta il soffitto. Invece nella metà del foglio, bisogna tracciare una terza linea, parallela alla prima linea e alla seconda linea. Questa terza linea è l'orizzonte: l'orizzonte corrisponde all'altezza del nostro sguardo. Nella linea dell'orizzonte bisogna tracciare con un punto di matita il centro, cioè il punto di fuga. Sul punto di fuga convergono tutte le linee che man mano si disegnano, e questo punto di fuga risulta utile per disegnare una cucina in prospettiva.

46

Il secondo passo da seguire è di disegnare delle linee diagonali dai quattro angoli estremi del foglio, che passano per il punto di fuga.
Dopo aver disegnato una x bisogna tracciare le due linee verticali, facendole incontrare con le diagonali; queste due linee verticali contornano i lati della parete centrale.
Bisogna poi tracciare le due linee orizzontali, queste si incontrano anche loro con le diagonali; queste due linee orizzontali separano il pavimento con la parete centrale della stanza.
Questo rettangolo che si è formato è la parete frontale della cucina.
Dopo aver disegnato la parete frontale della cucina bisogna disegnare gli arredi e i mobili.
Sempre con l'ausilio del righello bisogna disegnare le linee dei mobili, e tutte le linee dei mobili devono convergere verso il punto di fuga.
Per disegnare le altezze dei mobili bisogna disegnare delle rette verticali; per disegnare invece i lati dei mobili bisogna disegnare delle rette oblique; per disegnare le larghezze bisogna disegnare delle linee orizzontali.

Continua la lettura
56

Il terzo e ultimo passo da seguire è che si possono disegnare degli oggetti e dei suppellettili per arredare al meglio la cucina che abbiamo disegnato. Ogni oggetto deve avere la caratteristica di essere ben proporzionato alla dimensione della cucina disegnata.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Spruzziamo sul disegno finito un po' di lacca per capelli, così, fissiamo la matita e i colori
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come disegnare in prospettiva centrale

Quando si parla di prospettiva in disegno si intende una tecnica che consente di proiettare degli oggetti tridimensionali su un piano bidimensionale. Essa pertanto conferisce profondità al disegno e lo rende estremamente realistico. Nella seguente guida...
Arti Visive

Come fare un disegno in prospettiva

La prospettiva ci serve per determinare la distanza uno spazio che intercorre tra un oggetto e l'altro, quindi è molto importante, e fare una buona prospettiva renderà ancora più bello il nostro disegno. Quella di cui parleremo sarà la prima prospettiva...
Arti Visive

Come Realizzare Un Disegno In Prospettiva

La prospettiva entra a far parte delle tecniche del disegno nel Rinascimento. Prima di allora infatti dipinti e quadri mostravano solo figure piatte. Il disegno prospettico conferisce alla superficie dell'immagine un senso (illusorio) di profondità e...
Arti Visive

Come realizzare un disegno a prospettiva distorta con 4 punti di fuga

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter realizzare un semplice disegno a prospettiva distorta, con circa 4 punti di fuga. Cercheremo, anche in questo caso, di realizzare il tutto mediante il metodo del fai da te...
Arti Visive

5 modi per disegnare la prospettiva

Per realizzare un disegno e dargli profondità si ricorre alla tecnica prospettica. La prospettiva, quindi, risulta essere un'insieme di pratiche fatta di linee geometriche che tendono a dare un aspetto tridimensionale su una superficie piana. Questo...
Arti Visive

Come disegnare applicando la tecnica della prospettiva centrale

Se ci è sempre piaciuto imparare a disegnare ma non abbiamo mai avuto modo di imparare tutte le tecniche necessarie per riuscire ad effettuare un disegno corretto, tutto quello che dovremo fare sarà provare a ricercare su internet alcune semplici guide,...
Arti Visive

Come disegnare la prospettiva accidentale

Nell'ambito del disegno quando si parla di prospettiva si intende generalmente una tecnica adoperata per riprodurre la realtà su una superficie piana. Esistono numerosi tipi di prospettiva e uno di questi è la prospettiva accidentale. In questa guida...
Arti Visive

Disegno: regole per la prospettiva accidentale

La prospettiva accidentale è la visione prospettica che è possibile ottenere quando si sposta il punto situato sulla linea orizzontale dal suo centro fino alla sinistra o alla destra. In questo modo il risultato di questa prospettiva figurerà come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.